XJet apre il più grande centro di produzione additivo del mondo per ceramiche e metalli in Israele  

XJet, l’azienda israeliana che sviluppa soluzioni di stampa 3D in ceramica e metallo, ha ufficialmente aperto il suo centro di produzione additiva a Rehovot.

Con un investimento di oltre 10 milioni di dollari, lo stabilimento di 8.000 piedi quadrati nel Rehovot Science Park ospita la più grande collezione di stampanti 3D in metallo e ceramica, interamente composta dai sistemi XJet Carmel AM.

Sfruttando la tecnologia brevettata NanoParticle Jetting di XJet (NPJ) , la linea di sistemi AM XJet Carmel consente la stampa 3D di ceramica e metallo utilizzando inchiostri nanoparticelle di entrambi i materiali per creare oggetti. Più in particolare, la tecnologia NanoParticle Jetting di XJet utilizza cartucce sigillate riempite con nanoparticelle solide in sospensione liquida. Quando questi vengono caricati nella stampante 3D, vengono lanciati utilizzando un complesso sistema di ugelli, che depositano gocce ultrafine della build e supportano gli inchiostri di materiale sul vassoio di costruzione. All’interno dell’involucro di costruzione, temperature estremamente elevate evapo- rano efficacemente la sospensione liquida dell’inchiostro, con il risultato di strati densi di ceramica o metallo. Infine, una volta completato il processo di stampa, le parti stampate possono essere sinterizzate e i materiali di supporto possono essere rimossi.

Grazie al suo approccio unico, la tecnologia NPJ produce parti altamente complesse con dettagli superfini, superfici lisce e precisione millimetrica. Secondo l’azienda, The AM Center mira a supportare XJet nello sviluppo di nuovi materiali e applicazioni di stampa 3D.

Il CEO di XJet, Hanan Gothait, ha dichiarato: “Il nuovo centro AM è una parte cruciale della nostra ricerca di un’ampia stampa multi-materiale. I sistemi XJet Carmel AM sono attualmente disponibili con uno dei due materiali di stampa, acciaio inossidabile o zirconio. La nostra visione è una piattaforma che stampa con una moltitudine di metalli e ceramiche sulla stessa parte. Useremo il Centro AM per sviluppare e dimostrare applicazioni specializzate, stampare parti di test per la nostra base clienti globale e provare nuovi materiali in metallo e ceramica. ”

“Abbiamo obiettivi molto alti e aspettative per il Centro AM e, come tale, abbiamo posto le nostre migliori risorse qui, guidate dal Dr Ophira Melamed. Sotto la sua guida esperta sono molto entusiasta di vedere che cosa offrirà il Centro AM “.

L’inaugurazione del Centro AM segue meno di un anno dal lancio commerciale del primo sistema AM di XJet. XJet ha anche annunciato di aver scelto Carfulan nel Regno Unito come suo primo distributore ufficiale. La compagnia, presente all’inaugurazione, riceverà il primo sistema Carmel AM entro la fine dell’anno.

“Sono estremamente orgoglioso dei progressi fatti dal team XJet nell’ultimo anno. Oltre ad aprire il Centro AM, che velocizzerà le operazioni di XJet, abbiamo anche tenuto il nostro primo evento open house presso YBI in Nord America e abbiamo iniziato a lavorare con un’azienda manifatturiera “afferma Gothait”, la tecnologia NPJ offre un cambiamento nella produzione di additivi metallici e ceramici, e con un enorme potenziale in ogni mercato stiamo lavorando sodo per costruire un’infrastruttura per sostenere la rapida crescita che guideremo per il business. Non vediamo l’ora di condividere ancora più progressi con la comunità più ampia a form prossimo il prossimo mese. “

Be the first to comment on "XJet apre il più grande centro di produzione additivo del mondo per ceramiche e metalli in Israele  "

Leave a comment