Volvo e il suo Living Seawall stampato in 3D nel porto di Sydney

Volvo installa piastrelle Living Seawall stampate in 3D nel porto di Sydney per combattere l’inquinamento plastico degli oceani

Volvo ha recentemente installato il suo Living Seawall stampato in 3D nel porto di Sydney per promuovere la biodiversità marina. Circa la metà della costa di Sydney è stata convertita in diga artificiale negli ultimi 200 anni a causa della crescente urbanizzazione, un processo che ha rimosso vaste sezioni di mangrovie e con essa tutta la vita marina e costiera che risiede e si nutre dentro e intorno le radici intrecciate di mangrovie. Quella vita marina ha un effetto purificatore sull’acqua poiché molti organismi si nutrono di tossine, sostanze chimiche e particolato che sono il risultato dell’inquinamento umano.

Mentre Volvo si è già impegnata a vietare la plastica monouso in tutti i suoi uffici, mense, fabbriche ed eventi entro la fine del 2019, sta anche promuovendo altre iniziative per pulire attivamente e passivamente gli oceani delle materie plastiche e degli inquinanti che ci sono già Per il Living Seawall stampato in 3D , Volvo ha collaborato con il North Sydney Council, il Sydney Institute of Marine Science e il Reef Design Lab, un progettista di infrastrutture per habitat marino con base a Melbourne.

“Abbiamo perso il 50% delle foreste di mangrovie del mondo e al loro posto abbiamo costruito cose come le dighe sul mare, che proliferano intorno al porto di Sydney. Abbattere le dighe non è praticabile “, ha dichiarato Nick Connor, Managing Director di Volvo Car Australia. “C’è una parola svedese, omtanke, che significa” cura “e” considerazione “. Penso che catturi davvero ciò che stiamo cercando di ottenere con il Living Seawall e riassume l’approccio di Volvo alla sostenibilità in generale. Cerchiamo sempre di ripensare, reinventare, riprogettare per il meglio. “Quando si tratta di riprogettazione, non c’è migliore alleata della stampa 3D.

Il progetto si basa sulla biomimetica, in cui i sistemi naturali sono simulati, con ogni piastrella esagonale che incorpora la struttura intrecciata delle radici di mangrovie e una struttura più complessa al di sotto per incoraggiare la crescita di microrganismi. Le piastrelle sono state colate da uno stampo stampato in 3D utilizzando una miscela di cemento e plastica riciclata. Gli strati del processo di stampa 3D FDM (fused deposition modelling) sono ancora visibili, ma in realtà è una buona cosa perché è la stessa trama delle ostriche, che sono uno degli organismi filtranti che dovrebbero prendere dimora nelle tessere; la texture corrispondente aiuterà le ostriche a crescere sulle piastrelle.

Il sindaco di North Sydney, Jilly Gibson, ha osservato: “Queste nuove tegole di habitat sulle nostre dighe hanno il potenziale per aiutare a ringiovanire il porto di Sydney riportando più vita marina nelle nostre acque.” È sempre bello vedere i responsabili politici con la stampa 3D perché generalmente salva tutti denaro mentre accelera l’innovazione, proprio come ha fatto qui. Queste 50 tessere erano incredibilmente economiche da fabbricare e installare, ma potevano avere un enorme impatto sulla salute della costa di Sydney e, infine, sugli oceani del mondo.

Alex Goad, Industrial Designer di Reef Design Lab, ha dichiarato: “Il Living Seawall di Volvo mostra cosa si può fare … Living Seawall lancia una struttura dannosa in un habitat marino e presenta un’opportunità unica per ricercare quali design e geometrie specifici sono i migliori per sostenere gli ecosistemi nei nostri oceani. “Gli sforzi per ringiovanire i nostri oceani con la stampa 3D sono promettenti, incluso il progetto simile di protesi corallo stampa 3D .

Be the first to comment on "Volvo e il suo Living Seawall stampato in 3D nel porto di Sydney"

Leave a comment