UnionTech e le stampanti 3d Pilot 250 e Pilot 450

L’UnionTech cinese presenta le stampanti 3D “PILOT” a prezzi accessibili al TCT Show

La Shanghai Union Technology Corporation sta lanciando le stampanti 3D di stereolitografia PILOT (SLA) all’evento TCT Show 3D, che si conclude oggi a Birmingham, nel Regno Unito. Le stampanti 3d PILOT  offrono una “eccellente estetica di superficie, gamma di applicazioni e facilità d’uso”.

Il TCT Show di quest’anno è quasi finito, ma gli spettatori all’evento ospitati in Gran Bretagna sono stati in grado di metteree gli occhi su una gamma di nuovi strumenti di stampa 3D da tutto il mondo, anche per quanto riguarda la Cina. L’UnionTech di Shanghai ha portato le sue nuove stampanti 3D PILOT SLA alla grande manifestazione di produzione di additivi, avendo avviato operazioni al di fuori della Cina solo l’anno scorso dopo 17 anni di attività a livello nazionale.

Ci sono due nuove stampanti 3D nella gamma PILOT, una piccola e una grande. La PILOT 250 offre una piattaforma di costruzione da 250 x 250 x 250 mm, mentre la PILOT 450 offre 450 x 450 x 400 mm. Entrambe le stampanti hanno un design aperto per i materiali di terze parti e il software di affettatura e hanno una potenza simile a livello industriale alle stampanti 3D di produzione RSPro di UnionTech, una gamma di macchine SLA più grandi già offerte dall’azienda.

UnionTech dice che le nuove stampanti PILOT offrono velocità di scansione fino a 12 m / s, spessori dello strato fino a 0,05 mm e una precisione di +/- 0,1 per cento rispetto alla lunghezza di un pezzo.

Le macchine sono fatte anche da componenti decenti. Secondo la società cinese, le parti sono provenienti da aziende come Spectra-Physics, American Optowave, SCANLAB e Panasonic, mentre i dettagli della costruzione della stampante includono un telaio in granito, un controllo a circuito chiuso, una capacità di ricarica alimentata a pompaggio, un sistema di ri-rivestimento a vuoto di efficienza.

Le nuove macchine SLA della UnionTech sono in grado di stampare componenti con una gamma di proprietà fisiche, con utenti in grado di regolare la resistenza alla resistenza alla temperatura, la resistenza e la rigidità. Le potenziali applicazioni includono prototipi di stampaggio ad iniezione, modelli per colata d’investimento per creare parti metalliche di forma netta e compositi metallizzati.

La UnionTech, con sede a Shanghai, sta sviluppando delle apparecchiature di stampa SLA 3D da quasi 20 anni, dopo essere entrata nel mercato cinese di stampa 3D nel 2000 e iniziato a cimentarsi nel mercato della lavorazione CNC .

“La nostra attrezzatura è costruita in modo robusto per un basso costo iniziale, mentre produce componenti  di qualità più elevate”, afferma l’azienda. “Le parti prodotte su apparecchiature UnionTech [SLA] sono altamente accurate con eccellenti caratteristiche di risoluzione, dense e con superfici lisce”.

Ci sono buone prove della versatilità delle stampanti SLA di UnionTech. Lo scorso anno, uno studente di arte cinese dell’Accademia Centrale Cinese delle Belle Arti ha utilizzato una stampante 3D UnionTech RS Pro600 per creare sculture stampate in 3D ispirate ai dipinti di inchiostri cinesi . La UnionTech ha anche una serie di clienti industriali.

Be the first to comment on "UnionTech e le stampanti 3d Pilot 250 e Pilot 450"

Leave a comment