Una casa stampata in 3D per 4000 dollari dalla Icon presto un villaggio test in El Salvador

Questa casa economica stampata in 3D potrebbe essere la risposta  per il miliardo di persone che non ha una abitazione.

Cibo, acqua e riparo sono i bisogni umani di base, ma 1,2 miliardi di persone nel mondo vivono senza alloggi adeguati, secondo un rapporto del Ross Centre for Sustainable Cities del World Resources Institute. Oggi  SXSW, una startup con sede a Austin svelerà il suo approccio per combattere tale mancanza utilizzando la stampa 3D a basso costo come una potenziale soluzione.

ICON ha sviluppato un metodo per stampare una casa di cemento da un solo piano di 650 metri quadrati in cemento in sole 12-24 ore, una frazione del tempo necessario per la nuova costruzione. Se tutto andrà secondo i piani, l’anno prossimo verrà costruita una comunità composta da circa 100 case per i residenti in El Salvador. La società ha collaborato con New Story , un’organizzazione senza scopo di lucro che investe in soluzioni abitative internazionali. “Stiamo costruendo case per comunità ad Haiti, in El Salvador e in Bolivia”, dice Alexandria Lafci, co-fondatrice di New Story .

Il primo modello, che dovrebbe essere presentato oggi ad Austin, è un passo verso la protezione di coloro che vivono in comunità poco servite. Jason Ballard, uno dei tre fondatori di ICON, dice che sta provando il modello come un ufficio per testare il loro uso pratico. “Stiamo per installare i monitor della qualità dell’aria. “Ballard gestisce anche Treehouse , una società che si concentra su aggiornamenti casa sostenibile.

Utilizzando la stampante Vulcan, ICON si può stampare un’intera casa per  10.000 dollari e prevede di ridurre i costi a 4.000 dollari per casa. “È molto più economica della tipica casa americana”, dice Ballard. È in grado di stampare una casa di 75 metri quadrati, una struttura significativamente più grande delle proprietà spinte dal piccolo movimento domestico, che si estende a circa 38 piedi quadrati. Al contrario, l’appartamento medio di New York è di circa 80 metri quadrati .

Il modello ha un soggiorno, una camera da letto, un bagno e un portico  . “Ci sono alcune altre aziende che hanno stampato case e strutture”, dice Ballard. “Ma sono stampate a forma di magazzino, o sembrano capanne di Yoda. Perché questa impresa abbia successo, devono essere le migliori case. “L’uso del cemento come materiale comune aiuterà a normalizzare il processo per potenziali inquilini che mettono in discussione la robustezza della struttura. “Penso che se stessimo stampando in plastica incontreremmo alcuni problemi”.

Una volta che ICON avrà completato i test sui materiali e modificato il design, la società trasferirà la stampante Vulcan in El Salvador per iniziare la costruzione. ICON afferma che le sue case stampate in 3D creeranno scarti minimi e che i costi della manodopera saranno notevolmente ridotti. Alla fine, l’azienda intende anche costruire case negli Stati Uniti. È una soluzione convincente per risolvere la carenza di alloggi, ma che potrebbe essere avversata dai sindacati che rappresentano i lavoratori.

È quasi un cliché che le innovazioni tecnologiche avvengano nel segmento high-end, for-profit, molto prima che filtrino verso le masse, dove l’innovazione potrebbe servire il più grande bene sociale. ICON e New Story sfidano questa premessa. Lafci usa l’esempio della latenza nella disponibilità dei telefoni cellulari per raggiungere il continente africano come la ragione per cui crede nell’impresa. “(ICON) crede, come me, che la stampa 3D sarà un metodo per tutti i tipi di abitazioni”, dice.

Ma la società sta già guardando oltre le crisi globali degli alloggi per pensare alle comunità che un giorno vivranno fuori dal pianeta. “Una delle grandi sfide è come creare habitat nello spazio”, afferma Ballard. ” È una delle tecnologie di habitat potenzialmente più promettenti. ”

Be the first to comment on "Una casa stampata in 3D per 4000 dollari dalla Icon presto un villaggio test in El Salvador"

Leave a comment