Un impianto di produzione additiva e un laboratorio di polveri della multinazionale francese di servizi elettrici ENGIE hanno ricevuto l’approvazione ufficiale dalla Lloyd’s Register

IMPIANTO DI PRODUZIONE ADDITIVA ENGIE APPROVATO DAL LLOYD’S REGISTER

Un impianto di produzione additiva e un laboratorio di polveri appartenenti alla multinazionale francese di servizi elettrici ENGIE hanno ricevuto l’approvazione ufficiale dall’azienda globale di valutazione indipendente, Lloyd’s Register .

Una delle numerose strutture per ottenere questo riconoscimento negli ultimi anni, il sito, situato in Belgio, si unisce ad altre aziende sulla strada del mercato per le parti certificate in metallo con stampa 3D.

Attualmente, l’approvazione di qualità del Lloyd’s Register garantisce la stabilità e la ripetibilità della produzione della struttura in lega di acciaio inossidabile SLM316L per la fusione laser selettiva. Il materiale presenta il lancio di una nuova offerta di servizi da parte dell’azienda, che ENGIE spera diventerà una “parte integrante” della sua attività. Pieter Hertogs, Responsabile della sezione Manutenzione, servizi e prodotti di ENGIE Fabricom Zwijndrecht, commenta: “Con LR come partner che aiuta a guidare il lavoro di alta qualità AM, siamo certi che AM presto diventerà parte integrante delle offerte di servizi di fascia alta del gruppo ENGIE […] “A cui Coralie Goffin, direttore del dipartimento di generazione centralizzata di ENGIE Laborelec, ha aggiunto,” AM è una tecnologia che è qui per rimanere, con applicazioni in molti settori tra cui il potere – un settore chiave per noi.

“QUESTA QUALIFICA DI STRUTTURA DIMOSTRA LA NOSTRA ESPERIENZA NELLE MOLTEPLICI SFACCETTATURE DELLA TECNOLOGIA SLM E IL NOSTRO IMPEGNO PER L’ECCELLENZA DELLA QUALITÀ.”

Un passo avanti per la qualificazione dei componenti stampati in 3D

La nuova struttura approvata dal Lloyd’s Register presso ENGIE si trova a Zwijndrecht. Fa parte di ENGIE Fabricom , una fazione della società di servizi elettrici specializzata nella progettazione, realizzazione e manutenzione di installazioni e servizi multi-tecnici. In collaborazione con ENGIE Laborelec , il centro di ricerca e competenza della casa madre per le tecnologie di energia elettrica, ENGIE Fabricom ha istituito un laboratorio di produzione di polveri in questo sito.

Nell’ispezione del Lloyd’s Register, la struttura è stata sottoposta a verifica della qualità delle sue attrezzature, del personale, dei processi e delle procedure applicate alla fabbricazione di polvere di metallo. Milena Matijasevic-Clarke era la geometra incaricata dell’audit. “ENGIE Laborelec e ENGIE Fabricom erano ben preparati per l’audit con un team estremamente professionale e pragmatico, che aveva una conoscenza approfondita del processo di fusione del letto di polvere”, ha commentato Matijasevic-Clarke, aggiungendo che l’approvazione che ne deriva fa “un passo avanti significativo per l’azienda” quando si tratta di ottenere qualifiche dei componenti in futuro. “

Altre strutture di produzione additiva che hanno ricevuto l’approvazione riconosciuta dal Lloyd’s Register fino ad oggi includono l’ ufficio australiano AML Technologies per la stampa 3D su larga scala di metallo e 3D Metalforge a Singapore .

Attrezzature per la produzione additiva presso ENGIE Lab-Laborelec. Foto tramite Lloyd’s Register
Attrezzature per la produzione additiva di SLM Solutions presso ENGIE Lab-Laborelec. Foto tramite Lloyd’s Register
Produzione additiva presso il Lloyd’s Register

Lloyd’s Register fornisce servizi tecnici e classificazione infrastrutturale alle industrie marittime e di altro tipo da oltre 250 anni. Negli ultimi anni, questo ha incluso il sostegno della crescente industria manifatturiera degli additivi.

Attualmente, l’azienda ha diversi progetti in corso per aiutare i produttori a definire il settore della stampa 3D e integrarlo nei flussi di lavoro esistenti. ENGIE Lab-Laborelec, insieme a Rolls-Royce Nuclear, hanno lavorato al progetto “Certificazione di componenti prodotti additivi” con i Lloyd’s, concentrandosi sui settori dell’energia e offshore.

Lloyd’s sta lavorando con The Welding Institute (TWI) nel Cambridgeshire, su molti dei suoi progetti e, in particolare, le due parti hanno sviluppato un framework di certificazione di produzione additiva per applicazioni in settori marittimi, industriali e petroliferi e del gas.

Be the first to comment on "Un impianto di produzione additiva e un laboratorio di polveri della multinazionale francese di servizi elettrici ENGIE hanno ricevuto l’approvazione ufficiale dalla Lloyd’s Register"

Leave a comment