TUM acquista il PostPro3DMini di AMT

TUM acquista PostPro3DMini di AMT per la post-elaborazione di parti di dispositivi medici stampati in 3D

Additive Manufacturing Technologies (AMT) con sede nel Regno Unito è una società di sviluppo e produzione di tecnologia integrata verticalmente che crea soluzioni digitali automatizzate per aiutare i suoi clienti a liberare il potenziale della stampa 3D industriale. Nel 2017, quando la società è stata fondata, ha presentato la sua offerta commerciale PostPro3D , che leviga automaticamente le parti stampate in 3D con elastomero e nylon. La tecnologia in attesa di brevetto, rilasciata ufficialmente l’anno scorso , offre una soluzione di post-elaborazione automatizzata e sostenibile per volumi elevati, produzione di parti stampate in 3D e funziona su tutti i tipi di metodi di stampa 3D basati su filamenti e polvere.

Ora, AMT ha annunciato la prima vendita del suo nuovo sistema PostPro3DMini, che è stato introdotto sul mercato all’inizio di quest’anno. L’Istituto di microtecnologia e tecnologia dei dispositivi medici ( MIMED ) dell’Università tecnica di Monaco ( TUM ) ha confermato di aver acquistato uno dei sistemi di post-elaborazione PostPro3DMini automatizzati di AMT, che prevede di utilizzare per supportare la ricerca in corso sui dispositivi medici.

“Siamo davvero lieti di lavorare con il dipartimento di ingegneria meccanica di TUM. Questo è un prestigioso istituto di ricerca che ha lavorato sulla progressione della AM per molti anni. Il fatto che abbiano acquistato PostPro3DMini per supportare questa ricerca, e per un’applicazione così impegnativa nel settore dei dispositivi medici, è una vera testimonianza delle capacità della piattaforma PostPro3D e di come può soddisfare le esigenze di tali applicazioni che in precedenza non avevano incontrato “, ha dichiarato Joseph Crabtree, CEO di AMT.

Tutti i sistemi di post-elaborazione AMT sono certificati UL e CE. PostPro3DMini si basa sul processo BLAST (Boundary Layer Automated Smoothing Technology) proprietario e automatizzato dell’azienda e offre tutti i vantaggi originali di PostPro3D in un’unità più compatta. È di grandi dimensioni per studi di progettazione, istituti di ricerca, programmi STEM e piccole tirature di produzione ed è altrettanto sicuro e sostenibile per le parti stampate in 3D polimerico.

Parlando di sicurezza e sostenibilità, AMT li considera fondamentali per la sua filosofia, e così ha completato i test sulle parti stampate in 3D EOS PA2200 elaborate con PostPro3DMini. I risultati sono conformi a tutti i test di citotossicità necessari, oltre ai test di irritazione cutanea ai riferimenti normativi: ISO 10993-10 (2013), ISO 10993-1 (2018) e OCSE TG 439.

Il nuovo sistema PostPro3DMini offre un’eccellente levigatura e modifica della superficie, che è in grado di ottenere una qualità della superficie almeno uguale allo stampaggio a iniezione per parti di polimeri stampati in 3D, se non addirittura meglio. Anziché utilizzare l’acqua, il processo utilizza invece un singolo agente riciclabile e non tossico e l’hardware di post-elaborazione automatizzato di AMT è adatto per applicazioni in dispositivi medici.

La certificazione ISO: 13485 MIMED presso TUM ha abbracciato la stampa 3D come un valido metodo di sviluppo e produzione per la sua continua ricerca di nuovi dispositivi medici. Ecco perché il dipartimento era alla ricerca di un sistema disponibile in commercio per la post-elaborazione quando ha scoperto PostPro3DMini di AMT.

MIMED sta attualmente sviluppando strumenti personalizzati per diverse applicazioni mediche utilizzando materiale EOS PA2200; ovviamente, poiché questo materiale è ciò che è stato testato su PostPro3DMini, l’istituto vede molte potenzialità per il sistema. PostPro3DMini sarà integrato nel processo di stampa 3D di MIMED per la creazione di dispositivi medici, in modo che l’istituto possa aumentare la sua gamma di parti di dispositivi medici SLS.

Be the first to comment on "TUM acquista il PostPro3DMini di AMT"

Leave a comment