Trimatis startup della Penn State punta sul filamento riciclato

Penn State Startup Trimatis LLC spera di aiutare il pianeta con il filamento riciclato
Una preoccupazione comune per la stampa 3D è quanto sia efficiente. La tecnologia può produrre parti risparmiando localmente sulla CO2 rispetto ad altre tecnologie che devono essere centralizzate. Anche la stampa 3D crea potenzialmente parti che consumano meno materiale dal momento che il processo costruisce il componente in base alle esigenze insieme a forse un po ‘di supporto. Questo in contrasto con altre tecnologie che tagliano grandi quantità di materiale per creare parti. E se potessimo renderlo più verde e più efficiente ancora? E se potessimo usare rifiuti di plastica per realizzare parti stampate in 3D? Ci sono un sacco di persone coscienziose là fuori, dalle startup alle forze armate, mettendo avanti gli sforzi per creare modi per riutilizzare e riciclare quella plastica di scarto. C’è sempre bisogno di più risorse per il riciclaggio nel mondo della stampa 3D, e l’avvio di Trimatis LLC è pronto ad aiutare.

Trimatis è stato formato alla Penn State University dal recente laureato in ingegneria meccanica Jason Lehrer, attuale studente di tecnologia di ingegneria elettromeccanica Tito E. Orjih e membro della facoltà di ingegneria Marietta R. Scanlon. Tutti e tre sono stati ispirati a creare la startup dopo aver visto quanto sprecano le stampanti 3D, oltre a quanto spreco era nelle strade di Philadelphia.

“Durante il mio tirocinio di amministrazione ambientale, ho assistito a una grande quantità di rifiuti di plastica disseminati per le strade di Philadelphia”, ha detto Orjih. “Dove la gente ha visto la spazzatura, ho visto un’opportunità per costruire un’azienda e aiutare l’ambiente.”
Dopo l’avvio della società, Orjih e Lehrer hanno fatto domanda per la competizione 201T PennTap Inc.U.

“Abbiamo dovuto trasformare un’idea in un laboratorio in un breve periodo di tempo”, ha affermato Lehrer. “Un sacco di tempo è stato speso a guardare nel mercato per vedere se questo sarebbe stato un business redditizio”.
“Ci siamo preparati facendo molte pratiche di lancio di fronte a persone diverse con prospettive diverse”, ha aggiunto Orjih. “Ogni campo di pratica ci ha aiutato a risolvere i nostri errori e ci ha aiutato a capire come adeguare il nostro pitch in base al pubblico”.
Dopo Inc.U, la coppia ha lanciato la compagnia alla 2018 Invent Penn State Venture e IP Conference.

“Un’altra esperienza umiliante”, ha detto Orjih. “La parte migliore è stata la messa in rete con persone dalla folla che generalmente amavano ciò che stavamo facendo e volevano sostenerci”.
Invent Penn State ha permesso a molti studenti di far decollare le imprese; negli ultimi tre anni 21 centri di innovazione sono stati finanziati in Pennsylvania come parte dell’iniziativa.

“L’istruzione e le risorse che Penn State ha fornito sono state fondamentali per lo sviluppo della società”, ha affermato Scanlon. “La ricerca condotta da Jason durante la sua partecipazione al programma Multi-Campus REU ha dato il via all’idea. Inoltre,  Langan Launchbox , l’hub per l’innovazione della Penn State Berks finanziato dalla sovvenzione di Invent Penn State, ha fornito innumerevoli risorse per garantire il successo della squadra “.
Trimatis è stato recentemente selezionato tra i 10 finalisti del Great Social Enterprise Pitch , un incubatore di idee e un concorso di business plan per startup che mirano a un impatto sociale o ambientale positivo. Trimatis ha partecipato all’incubatore per tutta l’estate ed è ora nella parte di crowdfunding della competizione.”Abbiamo in programma di continuare a progredire, migliorare i nostri processi, commercializzare e sviluppare connessioni con persone che saranno risorse per l’azienda”, ha affermato Lehrer.
“I nostri occhi sono nel giorno del lancio ufficiale”, ha detto Orjih. “Il nostro obiettivo è quello di lanciare entro il 31 gennaio, quindi stiamo prendendo le misure adeguate necessarie per essere finalmente in attività”.
Se vuoi supportare Trimatis, puoi controllare la sua campagna di crowdfunding su Indiegogo .

Be the first to comment on "Trimatis startup della Penn State punta sul filamento riciclato"

Leave a comment