The Chocolate Factory e la stampa 3d

Chocolate Factory, è una compagnia  on sede a Rotterdam, che ha recentemente integrato dei componenti stampati 3D nelle proprie confezionatrici di cioccolato. Dalla transizione e con la possibilità di stampare pezzi di ricambio in 3D su richiesta, la società ha segnalato tempi di fermo macchina ridotti.

Oggi è San Valentino, e il cioccolato ne è protagonista anche nella tecnologia.

Per essere chiari, la società non stampa in 3d è cioccolata, ma fa affidamento su delle parti stampate in 3D per mantenere le sue macchine per il confezionamento di cioccolato senza intoppi 24 ore su 24.

Le macchine in questione avevano posto alcune sfide alla fabbrica di cioccolato perché una parte importante dell’assemblaggio – un piccolo gancio che solleva le barre di cioccolato avvolte su un nastro trasportatore – a volte funzionava male. Ogni volta che il dispositivo a gancio ha riscontrato un problema, è stato necessario sostituirlo con un pezzo fatto a mano, il che significa che alcune macchine erano fuori servizio per oltre un mese alla volta.

Evidentemente, questo non era il modo più efficiente di gestire le cose.

Fortunatamente, The Chocolate Factory ha contattato Visual First, un servizio olandese di stampa in 3D, per trovare una soluzione ai ganci malfunzionanti. La loro proposta, che è stata accettata e messa in pratica, è stata quella di stampare in 3D i ganci sostitutivi utilizzando la tecnologia FDM e il materiale termoplastico Nylon 12CF al carbonio di Stratasys .

“È fondamentale che la macchina per l’imballaggio sia sempre operativa, soprattutto durante periodi frenetici come il Natale”, ha spiegato Carl van de Rijzen, proprietario di Visual First. “Con la produzione additiva di Stratasys, siamo in grado di produrre su richiesta pezzi di ricambio personalizzati che possono funzionare in modo altrettanto efficace delle parti di macchine in metallo. Possiamo stampare in 3D e consegnare parti di produzione alla fabbrica di cioccolato in meno di una settimana, il che è vitale per garantire la continuità della linea di produzione. ”

La parte di ricambio, realizzata con la stampante 3D di produzione Fortus 450mc di Stratasys, è stata utilizzata presso lo stabilimento della fabbrica di cioccolato a Rotterdam e finora le cose si sono svolte senza problemi. L’azienda è particolarmente colpita dalla rigidità del pezzo e dal rapporto rigidità / peso.

“Il successo della parte stampata in 3D è stato subito chiaro: il materiale è impossibile da piegare”, ha aggiunto van de Rijzen. “La parte ha superato tutti i test sulla macchina e le corse multiple sono state completate senza incidenti. La fabbrica sta ora godendo di un maggiore volume di produzione sostituendo la parte metallica della macchina con la nostra versione stampata in 3D. ”

L’aumento della produzione sperimentato da The Chocolate Factory da quando ha implementato la nuova parte stampata in 3D è anche accompagnato da significative riduzioni dei costi. Secondo van de Rijzen, la società risparmia fino al 60% utilizzando la parte stampata in 3D invece della sua controparte in metallo fatto a mano.

Attualmente, The Chocolate Factory sta lavorando con Visual First per determinare se la stampa 3D può essere integrata nella sua attività in altri modi ugualmente vantaggiosi. Un settore chiave che credono possa essere trasformato dalla produzione additiva è nella progettazione di prototipi di stampi per la colata dei cioccolatini.

Be the first to comment on "The Chocolate Factory e la stampa 3d"

Leave a comment