Tethers Unlimited vince il contratto Nasa per un nuovo filamento per la stampa 3d da usare nello spazio

La Tethers Unlimited si aggiudica il contratto NASA per creare filamento per stampante 3D dai rifiuti di plastica della stazione spaziale  ISS

Tethers Unlimited e il nuovo filamento per la Nasa 01La NASA ha usato un  filamento ABS nello spazio per stampare in 3d. Ora, la NASA ha annunciato che il loro Programma Small Business Innovation Research (SBIR) ha assegnato alla Tethers Unlimited, Inc. (TUI) un contratto per sviluppare ulteriormente il loro sistema di riciclaggio “Positrusion ™” per la conversione dei rifiuti di plastica in filamento per la stampa 3d d’alta qualità   per costruire  utensili, pezzi di ricambio e componenti satellitari a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

L’azienda, che ha sede a Bothell, Washington, sviluppa tecnologie di trasformazione per le missioni spaziali e anche per la difesa. Tra gli altri progetti  cui  hanno già lavorato troviamo i sistemi di propulsione spaziale avanzati,  i software radio per i piccoli satelliti e i sistemi per la produzione di componenti di veicoli spaziali usando la stampa 3d.

“Positrusion è un nuovo approccio per la  stampante 3D infatti  produce un filamento di diametro molto più consistente e più denso rispetto ai processi di estrusione tradizionali”, ha detto Jesse Cushing, Principal Investigator di TUI per il progetto. “Questo nuovo tipo di filamento  migliorerà la qualità degli strumenti e di altre parti prodotte dalle stampanti 3D sulla stazione.”

Oltre a utilizzare la tecnologia nello spazio, la società spera di usare anche sulla Terrail nuovo  filamento di alta qualità : il processo per il momento è in attesa di brevetto.

“Un riciclatore è utile a bordo della ISS, ma deve soddisfare severi requisiti di sicurezza, e il suo uso deve ridurre al minimo la quantità di tempo di un astronauta  spendere per l’operazione “, ci ha detto Jeffrey Slostad, Chief Engineer di TUI. “Così abbiamo progettato il riciclatore Positrusion in modo che sia  sicuro e semplice da usare come un forno a microonde, e crediamo che una versione consumer di questa macchina sarà ideale per il riciclaggio dei rifiuti domestici e anche per i rifiuti da ufficio.”

L’Obiettivo a lungo termine della società  con la tecnologia   è quello di creare le capacità per costruire un habitat, nei veicoli spaziali e nelle altre infrastrutture necessarie per esplorare e creare insediamenti in tutto il sistema solare utilizzando sia materie prime lanciate dalla Terra e sia le risorse disponibili nell’ambiente spaziale o nei pianeti d’approdo .

La tecnologia Positrusion è parte di un ecosistema più ampio cui la società sta lavorando per far progredire nel prossimo futuro  isistemi di produzione di additivi nello spazio. Ulteriori tecnologie di produzione additiva a cui  la società sta lavorando includono il (VSRS) “Versatile Structural Radiation Shielding” (VSRS), Structural Multi-Layer Insulation (S-MLI), and Trusselator™ and SpiderFab™ delle tecnologie per la fabbricazione di componenti chiave satelliti quali antenne e pannelli solari.

“Siamo molto entusiasti di continuare a lavorare con la NASA al Marshall Space Flight Center  “, ha aggiunto il dottor Rob Hoyt, amministratore delegato della società e Chief Scientist.

Be the first to comment on "Tethers Unlimited vince il contratto Nasa per un nuovo filamento per la stampa 3d da usare nello spazio"

Leave a comment