Stratasys risultati finanziari 2019 e primo trimestre 2020

STRATASYS ANNUNCIA I RISULTATI FINANZIARI PER IL PRIMO TRIMESTRE 2020

La principale stampante OEM OEM Stratasys ha annunciato i risultati finanziari per il primo trimestre del 2020.

I risultati mostrano un fatturato totale di 132,9 milioni di dollari per il primo trimestre 2020. Questa cifra rappresenta un calo del 14,4 per cento rispetto ai ricavi generati dalla società per lo stesso periodo nel 2019, pari a 155,3 milioni di dollari.

Stratasys spiega che la riduzione delle entrate è stata trainata principalmente dagli effetti negativi della pandemia di COVID-19. La crisi sanitaria ha avuto un impatto sui clienti dell’azienda in tutti i settori in cui Stratasys vende i suoi prodotti e servizi. Parlando con investitori e analisti durante una telefonata agli utili, Yoav Zeif, Amministratore delegato di Stratasys commenta: “Il calo delle vendite del primo trimestre [è] chiaramente dovuto a una parte significativa della nostra base di clienti che è effettivamente chiusa sulla prospettiva di acquisto e consumo. Come promemoria, i nostri guadagni in termini di ricavi tendono ad essere carichi di back-end, con una parte significativa delle attività in arrivo nelle ultime settimane del trimestre. ”

Commentando ulteriormente la posizione di Stratasys di fronte all’attuale pandemia, Zeif afferma: “Siamo ben preparati a gestire la crisi con un forte bilancio e concentrarci sul controllo dei costi e sulla generazione di cassa. Abbiamo oltre $ 325 milioni in contanti ed equivalenti e nessun debito. Il nostro livello di coinvolgimento con i nostri clienti rimane elevato e la domanda per i nostri sistemi è forte. “

Le entrate di Stratasys sono riportate in due segmenti: prodotti e servizi. Ogni anno, la divisione Prodotti, che comprende stampanti e materiali 3D, rappresenta la quota maggiore delle entrate complessive. Il segmento Servizi, d’altra parte, si riferisce alle offerte di produzione e consulenza on-demand dell’azienda.

Entrate $ migliaia Q1 2020 Q1 2019 Varianza $ migliaia %
Prodotti 83.172 105.091 -21.919 -20,86%
Servizi 49.735 50.209 -474 -0,94%
Entrate totali 132.907 155.300 -22.393 -14,42%
Nel primo trimestre 2020, i prodotti Stratasys hanno generato ricavi per $ 83,2 milioni, rispetto ai $ 105,1 milioni del primo trimestre del 2019, con un calo del 20,9 percento. All’interno del segmento Prodotti, i ricavi generati dalle vendite di stampanti 3D sono diminuiti del 39,5 percento nel primo trimestre 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Anche le entrate dei materiali di consumo sono diminuite del 5,8 per cento rispetto al primo trimestre del 2019.

I ricavi generati dal segmento Servizi di Stratasys sono stati segnalati a $ 49,7 milioni per il primo trimestre 2020, con una riduzione dello 0,9% rispetto al primo trimestre del 2019, dove i ricavi per il segmento sono stati pari a $ 50,2 milioni.

Il calo delle entrate è stato ampiamente attribuito da Stratasys all’effetto della pandemia di COViD-19 sui suoi mercati chiave dei clienti. La società spiega che la maggior parte delle sue vendite per il primo trimestre arrivano nelle ultime settimane del trimestre, nel momento in cui l’impatto globale della pandemia stava iniziando a farsi sentire. Nel dettaglio dell’impatto della crisi sanitaria durante la chiamata degli utili, Zeif commenta: “Con la chiusura dei nostri clienti, siamo colpiti principalmente nel settore aerospaziale e automobilistico. Alcuni dei nostri principali clienti dentali [hanno anche chiuso] e, naturalmente, l’educazione, che è uno dei nostri principali verticali. “

Nel primo trimestre del 2020, Stratasys ha presentato due nuovi sistemi nella sua gamma di stampanti 3D a colori PolyJet . A febbraio, la società ha lanciato Stratasys J826 , un sistema rivolto alle imprese con requisiti di modellizzazione di medio volume in settori che vanno dai beni di consumo all’elettronica, dalle istituzioni automobilistiche a quelle educative.

Due settimane fa, alla fine di aprile, Stratasys ha anche presentato la sua nuova stampante 3D PolyJet J55 , orientata verso designer e ingegneri professionisti. Secondo Stratasys, la J55 è una controparte più piccola ma ugualmente capace della serie J8 dell’azienda.

Commentando il lancio del sistema sulla scia della pandemia, Zeif spiega che il lancio del J55 sarà ritardato: “Inizialmente avevamo programmato di lanciare nuovi prodotti nella seconda metà di quest’anno, principalmente nel quarto trimestre. A causa della situazione attuale, è chiaro che il ritorno sugli investimenti in marketing, fiere, viaggi e altre spese necessarie per il lancio sarebbe fortemente limitato in un ambiente di spesa temperato. Al fine di massimizzare l’impatto ed evitare potenziali problemi della catena di approvvigionamento. Crediamo che abbia molto più senso aspettare e nella prima metà del 2021. “

Per far fronte agli impatti della pandemia COVID-19, Stratasys ha delineato una serie di misure adottate durante la chiamata agli utili, principalmente ruotando attorno alla sicurezza dei dipendenti, preservando la liquidità, mantenendo la continuità aziendale e mitigando i costi. Lilach Payorski, CFO di Stratasys, ha spiegato alcune delle misure di controllo dei costi che l’azienda ha adottato: “Prima di tutto viaggeremo, vedremo un certo controllo dei costi su questo. Lavorare da casa, il che ha influito sui nostri costi di manutenzione complessivi, un congelamento delle assunzioni non essenziale, di fatto una riduzione del 20% dello stipendio per tutti i nostri dipendenti e dirigenti. ”

Zeif discute anche dei vantaggi della stampa 3D che è stata dimostrata dalla risposta della comunità per aiutare a combattere il virus COVID-19 : “È chiaro che questa crisi ha contribuito a generare una consapevolezza significativa che la stampa 3D sta diventando essenziale per accelerare e migliorare la progettazione, accelerando time to market e produzione e creazione di catene di fornitura globali meno dipendenti e più resilienti, compresi inventario digitale localizzato e produzione distribuita “.

In una prospettiva per il resto dell’anno, Zeif spiega nell’invito che, poiché gli Stati Uniti e gli altri mercati sono ancora effettivamente chiusi, c’è troppa incertezza per fornire una stima ragionevole dell’impatto finanziario dell’intero anno correlato a COVID-19 . La società ha quindi ritirato la sua guida finanziaria per il 2020. Prevedendo un intero quarto degli impatti di COVID-19, Zeif afferma: “Attualmente prevediamo un calo sequenziale delle entrate dal 5 al 10 percento”.

Be the first to comment on "Stratasys risultati finanziari 2019 e primo trimestre 2020"

Leave a comment