Stratasys e DSM Venturing 12 milioni di dollari per Inkbit

Stratasys e DSM Venturing conducono un giro di $ 12 milioni a supporto di Inkbit
Stratasys e DSM Venturing (braccio di capitale di rischio di Royal DSM ) aprono la strada a un finanziamento ancora maggiore per le startup, fungendo da principali fonti di sostegno finanziario per $ 12 milioni in totale, in un round azionario per Inkbit , la distribuzione 2017 di Computer Science e Laboratorio di intelligenza artificiale (CSAIL) presso il MIT. Con sede a Medford, MA, la tecnologia Inkbit si basa sulla ricerca guidata dal professor Wojciech Matusik che si è evoluta in una piattaforma di produzione additiva basata sull’intelligenza artificiale.

“In qualità di pionieri delle soluzioni di produzione additiva basate sul getto, siamo entusiasti di aiutare Inkbit a portare la propria tecnologia sul pavimento della fabbrica. Il controllo del feedback basato sulla visione e l’intelligenza artificiale porteranno la produzione additiva a un livello completamente nuovo e contribuiranno a consentirne un uso diffuso per la produzione “, ha affermato Ronen Lebi, Vice President of Corporate Development di Stratasys.

Fino a questo punto, la mancanza di tecnologia sotto forma di stampanti 3D a getto d’inchiostro ha frenato molti innovatori alla ricerca di prestazioni superiori e ciò significa migliorare l’affidabilità, l’accuratezza e la necessità di planarizzazione. Conosciuta come la società che ha creato la prima stampante 3D che offre controllo di feedback basato sulla visione e intelligenza artificiale, la tecnologia Inkbit è unica per l’inclusione della visione artificiale e dell’apprendimento automatico.

“Siamo entusiasti di collaborare con un team così straordinario di attori leader del settore e colpiti dal loro spirito imprenditoriale e impegno per l’innovazione”, ha dichiarato Davide Marini, co-fondatore e CEO di Inkbit.

“La composizione di questo sindacato è stata scelta per massimizzare la velocità di sviluppo e commercializzazione della nostra piattaforma, con ogni investitore che ci offre la propria esperienza unica nella produzione di attrezzature, materiali ad alte prestazioni e applicazioni in robotica, dispositivi medici e strumenti delle scienze della vita. La nostra proposta di valore per i clienti è semplice: stiamo aggiungendo uno strato di visione artificiale e apprendimento automatico ai getti di materiale, aumentandone l’accuratezza, l’affidabilità e consentendone l’uso con materiali di livello produttivo ”.

Con quest’ultima infusione di denaro, Inkbit prevede di industrializzare ulteriormente il proprio sistema AM:

Integrazione di requisiti di produzione multi-materiale e di volume
Espansione del set di materiali per applicazioni mediche, di scienze della vita e di robotica
Installazione delle prime unità per i clienti
Attualmente il team Inkbit sta lavorando con clienti come Johnson & Johnson in un programma di accesso anticipato, con una data di rilascio del 2021 fissata per clienti selezionati.

“I materiali svolgono sempre un ruolo importante nell’industrializzazione delle tecnologie innovative e nella produzione additiva diventano assolutamente critici. Siamo lieti di avere Inkbit nel nostro portafoglio di investimenti e non vediamo l’ora di aiutarli a sviluppare i migliori materiali per i clienti in tutto il mondo “, ha affermato Pieter Wolters, amministratore delegato di DSM Venturing.

Questo round di finanziamenti includeva Ocado , 3M e Saint-Gobain , a seguito del precedente e iniziale round da 2,8 milioni di dollari guidato dall’IMA . Inkbit è anche finanziato dalla Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA), dalla National Science Foundation e da MassVentures .

Inkbit è stato anche nelle notizie in precedenza per aver collaborato con aziende come Johnson & Johnson , in programmi di accesso anticipato , nonché per ottenere il rispetto del settore per lo sviluppo di prodotti di intelligenza artificiale .

Be the first to comment on "Stratasys e DSM Venturing 12 milioni di dollari per Inkbit"

Leave a comment