STAR, acronimo di Sprawl Tuned Autonomous Robot, piccolo robot stampato in 3d

STAR il robot costruito con la stampa 3D si muove negli spazi più stretti

Ispirato dalla mobilità degli insetti STAR, sviluppato alla UC Berkeley, è un piccolo robot che grazie alla mobilità ingegnosa dei suoi arti si può sia muoversi negli spazi più stretti sia superare ostacoli più grandi del suo corpo.

STAR, acronimo di Sprawl Tuned Autonomous Robot, è composto da componenti stampati da una stampante ProJet 3000 3D e quindi può essere costruito in maniera veloce ed economica. E’ composto da una struttura centrale che contiene la componentistica elettronica, la batteria e il motore CC e dagli arti. Questi sono due e possono muoversi verticalmente ruotando con un ampiezza di 150 gradi rispetto alla struttura centrale permettendo al robot di alzarsi ed abbassarsi. Per ogni arto sono presenti 3 “zampe” a forma di stella che ruotando fanno si che STAR possa muoversi. La loro particolare forma permette di agganciarsi e superare ostacoli grandi rispetto alla grandezza complessiva del robot.

Con gli arti distesi il robot un’altezza di soli 2,5 cm, una lunghezza di soli 12 cm e una larghezza di 11 cm e il suo peso complessivo è di 73 grammi. Su una superficie piana e liscia è in grado di spostarsi ad una velocità di 5,2 m/s e di ruotare di 360 gradi in meno di un secondo.

di Raphael Clock  da tecnospazio.org

Be the first to comment on "STAR, acronimo di Sprawl Tuned Autonomous Robot, piccolo robot stampato in 3d"

Leave a comment