Stampante 3D Vulcan II 2 di ICON

Stampante 3D Vulcan II 2: tutto ciò che devi sapere


Se la tua stampante 3D sembra piccola, hai ragione. Dai un’occhiata a Vulcan II, una bestia di macchina che stampa in 3D splendide case in meno di un giorno.

STAMPANTE 3D VULCAN II

La stampa 3D con il calcestruzzo ha fatto molta strada dall’essere solo un’idea teorica. Le start-up e le aziende di tutto il mondo hanno sconvolto questa secolare industria stampando strutture in calcestruzzo 3D , sia per uso abitativo che commerciale. In questo articolo, ci concentreremo su una di queste società, Icon , che ha realizzato Vulcan II e sta portando la tecnologia di costruzione stampata in 3D sul mercato aperto.

Icon è una start-up con sede in Texas iniziata intorno al 2017. Stanno re-immaginando il modo in cui le case possono essere costruite, con la missione di rendere il processo più economico, sostenibile e disponibile. Con ciò, hanno fatto grandi passi avanti, inclusa la prima azienda negli Stati Uniti a ottenere un permesso di costruzione per la stampa 3D di una casa. Hanno anche vinto un premio dalla NASA per la progettazione di una casa stampata in 3D da costruire su Marte.

Di nuovo sulla Terra, nel 2018, hanno svelato la propria stampante 3D concreta, Vulcan, e la casa stampata (nell’immagine sopra). Un anno dopo, uscirono con Vulcan II. Presenta un design pulito ed elegante e la possibilità di stampare una casa di 55 a 75 metri quadrati in meno di 24 ore e per meno di 4.000 dollari.

Diamo un’occhiata più da vicino al motivo per cui abbiamo bisogno di queste macchine per calcestruzzo e di ciò che questa stampante Vulcan di seconda generazione ha da offrire.

STAMPANTE 3D VULCAN II
Perché stampare edifici

Prima di entrare nella stampante Vulcan 3D, potrebbe non essere una cattiva idea discutere del motivo per cui la tecnologia di stampa 3D viene utilizzata nel settore dell’edilizia, in particolare con le residenze .

I due fattori più importanti quando si parla di costruzione di case sono il tempo e il denaro. È noto che le case di stampa 3D sono notevolmente più veloci rispetto a quando sono costruite con manodopera manuale. Icon vanta di poter stampare case minuscole in meno di 24 ore e case più grandi in meno di tre giorni. Quando si confronta il tempo necessario per stampare in 3D una casa , Icon è in testa. E quando si tratta di soldi, la stampa 3D ha il grande vantaggio di aver bisogno di un piccolo team per supervisionare e far funzionare la stampante. In altre parole, meno persone, costi inferiori.

Inoltre, non è una novità che disastri naturali e sconvolgimenti politici siano sfollati e continuino a spostare milioni di persone in tutto il mondo. Sebbene non si limitino alle nazioni in via di sviluppo, sono spesso i più colpiti.

I rifugiati ne sono un ottimo esempio. Quando arrivano in un posto nuovo, spesso temporaneo, le tende sono la norma per il loro rifugio. Se viene coinvolta la stampa 3D, le case potrebbero essere realizzate in cemento, che è più sicuro e meglio isolato rispetto alle tende o ad altre strutture semipermanenti e può essere stampato in modo rapido ed economico.

In linea con la loro missione, Icon ha stretto una collaborazione con la New Story no profit globale sull’edilizia abitativa e l’impresa messicana di edilizia popolare Echale per costruire 50 case nelle zone rurali del Messico. Nel loro cortile, Icon ha anche una partnership con Mobile Loaves and Fishes per costruire case per i senzatetto ad Austin. Per saperne di più, Icon ha pubblicato un ottimo video che mostra di più su questo progetto locale .

STAMPANTE 3D VULCAN II

La prima configurazione di Vulcan

Specifiche della stampante
Altezza della stampante: 2,6 metri
Larghezza della stampante: 8,5 metri
Peso: oltre 17 quintali
Velocità di stampa: da 13 a 18 centimetri al minuto
Misura tallone: altezza 2,54 cm per larghezza di 5 cm
Capacità dell’area di stampa: grande quanto lo spazio lo consente
Materiale: Lavacrete (proprietario)
Fabbisogno d’acqua: 7-8 litri al minuto
Interfaccia : tablet integrato

Usando la macchina
Icon’s Vulcan II vanta molte fantastiche funzionalità, come la necessità di 4-6 persone sul posto per operare e supervisionare l’intero processo. In termini di interfaccia, uno strumento CAD integrato e una piattaforma di pianificazione della stampa traducono le planimetrie in lavori di stampa in pochi minuti e forniscono anche la visualizzazione pre-stampa.

Tutti i componenti sono certificati IP66 , il che significa che funzionano bene in tutte le condizioni atmosferiche. Inoltre, la casa stampata si trova sulla cima di una fondazione ultra rinforzata realizzata per resistere a qualsiasi attività sismica.

Vulcan II stampa esclusivamente con Lavacrete, che è stato sviluppato da Icon per avere le proprietà del calcestruzzo ma la rigidità necessaria per essere estrusa da un ugello. In altre parole, Lavacrete mantiene la sua forma una volta estrusa. Icon ha anche sviluppato un sistema di gestione e consegna dei materiali per Lavacrete chiamato Magma, che rende Lavacrete on-demand con la semplice pressione di un pulsante e lo invia alla testina di stampa, pronto per la stampa.

Sfortunatamente, Vulcan II deve ancora entrare nello spazio commerciale e viene ancora testato internamente. Detto questo, Icon ha fissato un obiettivo nel 2020 per iniziare a spedire Vulcan II, e puoi essere sicuro che terremo d’occhio quando entrerà nel mercato.

STAMPANTE 3D VULCAN II
Strada da percorrere

Opportunità
A livello globale, attualmente ci sono solo una manciata di produttori in grado di stampare edifici in 3D. Aziende come la statunitense Apis Cor , l’italiana 3D Wasp e la danese COBOD stanno costruendo soluzioni simili a Icon’s Vulcan, usando tecniche di deposizione di calcestruzzo strato per strato con un cavalletto o un braccio giganti.

Un fattore chiave che mantiene Icon all’avanguardia di questa tecnologia è che non stanno solo usando le loro stampanti per costruire case; stanno anche vendendo le loro tecnologie per moltiplicare la loro presenza nel settore. Icon ha reso le loro macchine facili da usare e automatizzato l’intero processo.

Le sfide
Mentre Vulcan II è molto più avanti nell’integrare l’automazione avanzata nel settore delle costruzioni della stampa 3D, permangono ancora alcune lacune importanti.

Uno è che l’altezza massima di stampa di Vulcan II è di 2,6 metri . Dal momento che non è così alto, gli edifici potrebbero aver bisogno di alcune parti prefabbricate aggiuntive per completare la costruzione, soprattutto quando si tratta di coperture.

Sulla stessa linea, Vulcan II può attualmente stampare solo case a un piano. E sfortunatamente, c’è un grande bisogno di edifici a più piani, specialmente quando si tratta di alloggi a prezzi accessibili.

STAMPANTE 3D VULCAN II
Case del futuro?

Gli edifici per la stampa 3D hanno fatto molta strada dall’essere solo un concetto e un modello per computer. Ora è una realtà in cui le comunità hanno trovato rifugio in loro. Tuttavia, c’è ancora molta strada da fare prima che questa tecnica di costruzione diventi la norma, ma la tecnologia è molto promettente. Sappiamo che non vediamo l’ora di vedere di più da Vulcan II!

Be the first to comment on "Stampante 3D Vulcan II 2 di ICON"

Leave a comment