Solvay annuncia i vincitori della Solvay AM Cup 2019

È di nuovo quel momento dell’anno, visto che l’italiana Solvay annuncia i vincitori per quella che sembra essere diventata una tradizione annuale con la loro AM Cup. Per il 2019, gli studenti erano pronti e hanno ricevuto un incarico industriale quando sono stati sfidati a usare il filamento Rad-PPSU AM-ready per creare una barra di trazione di tipo V ASTM D638 di tipo V sull’asse z, insieme a una pressione a forma ondulata tubo.

Sebbene possa sembrare una sfida facile dare un incarico per stampare un paio di parti, c’era molto di più in questo; infatti, studenti di tre continenti hanno partecipato a questo concorso, con 35 squadre studentesche provenienti da 32 università. L’obiettivo finale di Solvay nell’avviare la Solvay AM Cup del 2019 è stato quello di evidenziare l’impatto che i materiali di stampa 3D possono avere su diverse applicazioni oggi a causa delle alte prestazioni dei componenti e la disponibilità di materiali e metodi diversi. Il focus di Solvay era rivolto agli studenti per esplorare la tecnologia dirompente e saperne di più sull ‘”arte del possibile”.

Le squadre sono state giudicate sulla loro impresa collettiva nel fare le parti, giudicate su:

Creatività nella stampa 3D
Massima precisione dimensionale
Proprietà meccaniche
Prestazioni nei test di pressione di scoppio e traslucenza
Ogni squadra è stata dotata di una bobina di filamento AM Raden® polyphenylsulfone (PPSU) e inviata a fare piani per vincere la competizione. Coloro che hanno avuto successo nella loro missione sono stati appena annunciati:

Primo posto : Gekko Performance Team della Technical University (Monaco di Baviera)
Secondo posto – PPSUsual Ghent University (Belgio)
Terzo posto – PPSUPER (Belgio)

“Il team ha ottenuto il primo premio grazie alla sua capacità di raggiungere il 100 percento di forza sull’asse z nella barra di trazione di tipo V e il suo tubo ondulato ha mostrato precisione dimensionale complessiva, uniformità della superficie e una notevole prestazione meccanica sopportando un test di pressione di scoppio di 1,400 psi (96,5 bar) per due ore “, afferma Solvay nel loro comunicato stampa, commentando anche che c’era ben poco da separare le squadre che hanno vinto il secondo e il terzo posto per quanto riguarda le prestazioni in forza e duttilità delle loro parti.

I vincitori hanno vinto $ 10.000, $ 5.000 e $ 3.000, rispettivamente, con l’idea che questi fondi sarebbero stati ben investiti in attività legate all’istruzione superiore, o agli sforzi “sociali o imprenditoriali”. Le parti stampate in 3D che hanno inviato per la sfida saranno esposte al Rapid + TCT show di Detroit, MI (Booth 747) dal 21 al 23 maggio.

“È stato stimolante vedere i vari approcci per risolvere le sfide della fabbricazione di filamenti fusi (FFF) come l’adesione del letto e la gestione della temperatura della camera. Il team vincitore ha dimostrato ancora una volta che le parti stampate in 3D possono virtualmente eguagliare le prestazioni e la qualità delle parti stampate a iniezione convenzionali, a condizione che il materiale, l’hardware e il processo siano ottimizzati insieme “, ha dichiarato Ryan Hammonds, responsabile della piattaforma R & S per Solvay’s Specialty Polymers business unit globale e presidente della giuria AM Cup.

“Non vediamo l’ora di condividere con i nostri clienti i benefici ottenuti da questa edizione della Solvay AM Cup per la stampa 3D dei migliori componenti PPSU possibili per applicazioni in vari settori come quello aerospaziale, sanitario e industriale”.

Be the first to comment on "Solvay annuncia i vincitori della Solvay AM Cup 2019"

Leave a comment