Sidewinder X1 di Artillery recensione prova su strada test drive

da 3druck.com

Test Artillery Sidewinder X1: stampante entry-level di grande formato a un prezzo equo

Mentre cercavamo una stampante FDM economica con un estrusore a trasmissione diretta e un ampio spazio di installazione, ci siamo imbattuti in Sidewinder X1. Il produttore cinese Artillery, che offre le sue stampanti 3D dalla fine del 2018, sta riscuotendo una crescente popolarità nella comunità. Motivo per dare un’occhiata più da vicino al dispositivo. A tale scopo ci è stato gentilmente messo a disposizione un dispositivo di prova della quarta versione.

Confezione e volume di consegna
Il dispositivo viene consegnato imballato in modo sicuro e professionale in tre parti preassemblate e sembra molto prezioso a prima vista. La fornitura comprende due parti del dispositivo preassemblate, il supporto del filamento , viti e dadi, nonché una piccola borsa con un rudimentale set di strumenti (chiave a brugola e chiave inglese), cavo di ricambio, LED e cuscinetto a sfere di ricambio, chiavetta USB e cavo, istruzioni di montaggio e una spina UE . Il software host Repetier per Windows, un file di configurazione per Slic3r, un oggetto di prova e le istruzioni di assemblaggio in diverse lingue sono memorizzati sulla chiavetta USB.

configurazione e avviamento
La costruzione non è particolarmente impegnativa e potrebbe essere eseguita bene utilizzando la descrizione fornita. Il dispositivo sembra di alta qualità e le parti si adattano perfettamente. Le illustrazioni nella descrizione fornita non sono del tutto identiche al dispositivo e anche le istruzioni di configurazione per un Cura Slicer consigliato sono descritte utilizzando una versione obsoleta. Tuttavia, le informazioni fornite sono sufficienti per un principiante per utilizzare correttamente il dispositivo.

Tuttavia, è necessario prestare attenzione quando si collegano i cavi piatti. Sebbene i cavi piatti utilizzati garantiscano un’immagine migliore rispetto a dispositivi comparabili, il collegamento a spina deve essere effettuato con estrema attenzione e precisione, altrimenti i bordi dei cavi potrebbero essere danneggiati. Questo fatto viene evidenziato in una descrizione allegata separatamente e viene anche spiegato il cavo di riserva allegato. Anche le viti preassemblate devono essere nuovamente serrate. Con noi, una vite “preassemblata” è stata chiaramente serrata in modo troppo lasco.

Occorrono circa 15 minuti dall’apertura della confezione al dispositivo finito. La calibrazione del piano di stampa richiede altri 5 minuti, che devono essere eseguiti manualmente utilizzando viti a mano ed eseguiti in più corse. Usiamo Ultimaker Cura come software operativo . I profili ei file di definizione richiesti per le diverse versioni di Cura possono essere caricati qui .

Per gli utenti Linux e Mac, consigliamo anche le seguenti istruzioni per la configurazione del profilo e dei file di definizione:

Stampanti 3D Artillery e procedura dettagliata del pacchetto di installazione di Cura 4.5 e 4.6.x.
Il portafilo rivela vantaggi e svantaggi. Da un lato, la posizione di cui sopra aumenta di nuovo notevolmente l’altezza della stampante già grande, il che potrebbe essere problematico per gli utenti con altezze di installazione limitate (ad esempio su uno scaffale). Inoltre, la dimensione del rotolo può essere modificata solo utilizzando una chiave a brugola. Un rilascio rapido sarebbe auspicabile qui. D’altra parte, la struttura del portafilo consente una grande flessibilità e consente bobine da piccole a grandi (anche 2 kg e più). I cuscinetti a sfera assicurano che la bobina si svolga molto bene. Un sensore di filamento integrato interrompe immediatamente il processo di stampa quando il materiale si esaurisce.

Dopo circa 30 minuti possiamo avviare la prima stampa.

Display e menu
Il dispositivo e il controllo della pressione possono essere eseguiti anche direttamente tramite il display touch integrato. Il menu è strutturato in modo logico e contiene tutte le funzioni essenziali. La calibrazione del piano di stampa e il cambio del filamento nonché l’avvio della stampa vengono eseguiti direttamente sul display.

Il nostro test
Senza alcun software aggiuntivo, stampiamo prima l’oggetto di prova fornito sulla chiavetta USB. Il cubo un po ‘noioso può essere stampato senza problemi e con una buona qualità di stampa. Il processo di stampa estremamente silenzioso è immediatamente positivo. Un’illuminazione LED integrata sull’estrusore facilita anche l’osservazione del processo di stampa e fornisce un’indicazione approssimativa dell’andamento della stampa attraverso un cambiamento di colore della luce La prima impressione è molto positiva.

Illuminazione a LED
Tuttavia, la stampa di oggetti di grandi dimensioni è molto più interessante. Scegliamo la Torre Eiffelche stampiamo in circa 20 cm usando Cura e poi nella dimensione massima. L’oggetto di stampa selezionato, tuttavia, rivela una piccola debolezza del dispositivo. La piattaforma di stampa non si riscalda in modo uniforme verso l’esterno e la piccola superficie di contatto del modello porta al distacco dalla piattaforma di stampa dopo un’altezza di stampa di circa 5 cm. Un tale distacco nelle circostanze date non è insolito, ma illustra anche i limiti di adesione delle lastre di vetro reticolare (vetro rivestito di ceramica), che sono altrimenti note per una buona adesione. Nel nostro caso, risolviamo il problema in modo semplice e affidabile con uno spray adesivo. L’ulteriore stampa senza problemi delle due Torri Eiffel in qualità media è convincente e non mostra alcun deterioramento della qualità di stampa anche con parti alte. Attribuiamo i fili disegnati visibili in foto a un raffreddamento insufficiente della ventola,

Impressionante altezza complessiva, non solo del piano di stampa

Nelle successive prove di pressione di 80 ore, il telaio in alluminio è sorprendentemente stabile, anche per oggetti alti, e il doppio asse Z è eccezionalmente sincrono. A differenza di altri rapporti, non possiamo rilevare alcuna oscillazione.

La trasmissione diretta del Sidewinder colpisce anche per l’elevato livello di affidabilità di questa combinazione. Il piano di stampa alimentato a corrente alternata e anche il Volcano-Hotend si preriscaldano rapidamente (se non in modo uniforme con il piano di stampa). Tuttavia, l’uso di colla o spray adesivo garantisce un’adesione affidabile di PLA, ABS e TPU nei nostri ulteriori test . L’estrusore a trasmissione diretta ha reso particolarmente facile stampare il TPU flessibile. Il raffreddamento dell’estrusore funziona in modo affidabile, ma il raffreddamento del filamento estruso è leggermente sottodimensionato.

L’affidabilità a lungo termine dei cavi piatti e la stabilità della leva dell’estrusore (criticata come fragile in alcuni forum) non possono essere valutate nel breve periodo di prova.

Conclusione
Nonostante alcuni punti deboli esistenti, l’Artillery Sidewinder X1 V4 ci sorprende positivamente con la sua qualità affidabile e il suo ottimo rapporto prezzo / spazio. La quarta versione del dispositivo illustra l’alta ambizione dell’Artillery di diventare un serio sfidante nel mercato delle stampanti 3D economiche.

Pro
Buon rapporto prezzo / prestazioni
Ampio spazio di installazione
Risultati di stampa affidabili anche con oggetti di grandi dimensioni grazie all’estrusore a trasmissione diretta e al doppio asse Z.
Il letto riscaldante AC si riscalda molto rapidamente
Estremamente silenziosa
Modificabile per i creatori


Contro
Il collegamento dei cavi piatti è un po ‘fragile
Il portafilo fissato in alto aumenta l’altezza della stampante già grande
Il piano di stampa riscaldato non si riscalda sempre ed è notevolmente più freddo sui bordi esterni rispetto al centro del piano di stampa

Be the first to comment on "Sidewinder X1 di Artillery recensione prova su strada test drive"

Leave a comment