Sandvik e Renishaw

SANDVIK E RENISHAW QUALIFICANO LE NUOVE POLVERI METALLICHE PER LA STAMPA 3D DI FUSIONE LASER A LETTO DI POLVERE

Durante Formnext 2019 , il gruppo di ingegneria globale svedese Sandvik ha annunciato che sta collaborando con Renishaw, produttore di stampanti 3D in metallo con sede nel Regno Unito, per qualificare nuovi materiali di produzione additiva per applicazioni di produzione.

Comprendendo una gamma di polveri metalliche Sandvik, le due aziende sono composizioni di lega qualificate ottimizzate per il processo di produzione additiva con fusione a polvere laser (LPBF). “Sandvik offre ora la più ampia gamma di materiali AM sul mercato con il marchio Osprey”, commenta Mikael Schuisky, vicepresidente R&D e Operations presso Sandvik Additive Manufacturing.

“LE MACCHINE APERTE DI RENISHAW CI HANNO PERMESSO DI OTTIMIZZARE RAPIDAMENTE I PARAMETRI DI PROCESSO PER LE NOSTRE LEGHE DA UTILIZZARE IN MOLTE APPLICAZIONI DIVERSE.”

In una collaborazione separata alla conferenza Formnext, Sandvik ha anche unito le forze con il fornitore italiano di servizi di stampa 3D in metallo BEAMIT per presentare una serie di nuove polveri metalliche per la produzione additiva. Esposte da uno stand congiunto, le due aziende stanno introducendo superleghe a base di nichel e polveri di titanio e mostrando una serie di casi di studio con la gamma di materiali di produzione additiva Osprey di Sandvik.

La divisione Additive Manufacturing di Sandvik collabora con Renishaw dal 2018, quando è stato annunciato che la società aveva investito in diversi sistemi di produzione additiva RenAM 500Q . Le stampanti 3D di Renishaw sono state installate nell’impianto specializzato di produzione di materiali di produzione additiva da 25 milioni di dollari di Sandvik , situato vicino al suo centro di ricerca e sviluppo .

Sandvik aveva acquistato le macchine al fine di aumentare la propria capacità di produzione di additivi metallici e accelerare la produzione di polveri di metalli pregiati a base di titanio e nichel, contribuendo all’attuale marchio di polveri Osprey di Sandvik. Sia Renishaw che Sandvik hanno anche annunciato che stavano lavorando insieme per sviluppare materiali di fabbricazione additivi e tecnologie di post-elaborazione.

Da Formnext 2018, quando è stata annunciata la partnership tra Sandvik Additive e Renishaw , le due società hanno sviluppato parametri di processo per una gamma di polveri metalliche Sandvik, utilizzando i sistemi di produzione additiva di Renishaw. Ciò include acciaio inossidabile e acciai maraging, nonché superleghe a base di nichel Osprey.

“Gran parte dell’innovazione in AM nei prossimi anni verrà dall’abbinamento di prestazioni della macchina migliorate con leghe migliorate”, ha spiegato Stephen Crownshaw, Business Manager AM di Renishaw. “Leghe migliori significano migliori proprietà dei materiali, consentendo componenti AM ancora più efficienti ed economici. La coerenza degli ultimi sistemi AM di Renishaw, combinata con la competenza materiale di Sandvik, offre enormi opportunità per far avanzare i processi AM e creare un business case più forte per AM. “

Attraverso lo sviluppo dei parametri, Sandvik ha identificato le opportunità di apportare importanti modifiche alla composizione delle sue leghe. Si dice che questi cambiamenti aiutino a migliorare le proprietà meccaniche del materiale una volta stampato in 3D attraverso il processo LPBF. Ad esempio, la società è stata in grado di creare una versione priva di crack della sua superlega di nichel Osprey.

Avendo recentemente inaugurato il suo impianto di nebulizzazione all’avanguardia , Sandvik si sta concentrando sulla qualificazione di queste leghe per applicazioni industriali e mediche. Nell’ottobre 2019, la società ha annunciato che stava aggiungendo polvere di produzione additiva in titanio al suo marchio di materiali Osprey, che sarebbe stato prodotto presso l’atomizzatore e l’impianto di lavorazione delle polveri.

Quest’anno Sandvik ha continuato a dimostrare una forte presenza nella produzione di additivi metallici attraverso varie partnership . Uno degli sviluppi più significativi è stata l’acquisizione da parte di Sandvik di una partecipazione significativa in BEAMIT , avvenuta a luglio 2019.

Entrambe le aziende stanno ora esponendo da uno stand congiunto al Formnext di quest’anno, mostrando la loro offerta combinata nella produzione di additivi in ​​polvere di metallo. In mostra la gamma Sandvik di polveri metalliche Osprey, tra cui le nuove superleghe a base di nichel e la gamma di titanio. Con i suoi nuovi materiali, l’azienda afferma di offrire uno dei più ampi programmi di leghe sul mercato per la produzione additiva.

Usando le sue nuove polveri Osprey, Sandvik afferma che gli utenti possono produrre componenti leggeri e resistenti con complesse geometrie interne che possono essere utilizzate in settori come quello aerospaziale, automobilistico ed energetico. Lo stand presenta inoltre diversi casi d’uso additivi per i clienti in una vasta gamma di materiali, prodotti attraverso diversi processi di stampa 3D, per mostrare le caratteristiche prestazionali delle polveri metalliche di Sanvik .

“Con la co-esibizione a Formnext, i nostri clienti avranno l’opportunità di sperimentare e discutere del potere complementare e combinato di Sandvik e BEAMIT”, afferma Kristian Egeberg, Presidente della Sandvik Additive Manufacturing. “Il settore manifatturiero additivo si sta sviluppando rapidamente e sono necessari partner specialisti AM con le competenze e le risorse avanzate necessarie per aiutare i clienti industriali a sviluppare e lanciare i loro programmi AM.”

I visitatori possono trovare lo stand The Sandvik – BEAMIT a Formnext nel padiglione 11.0, stand B19 e B11.

Be the first to comment on "Sandvik e Renishaw"

Leave a comment