Prusa gli aggiornamenti per le sue stampanti Original Prusa MK3S e MMU2

Prusa pubblica aggiornamenti hardware e firmware per stampanti 3D, spedisce oltre 130.000 stampanti

È tempo di un altro aggiornamento popolare di Prusa sui suoi vari hardware e firmware! L’azienda si assicura che i suoi clienti conoscano sempre gli ultimi nuovi prodotti e miglioramenti ai suoi numerosi prodotti. L’aggiornamento invernale 2019, secondo le parole del fondatore Josef Prusa , “è piuttosto massiccio”, poiché la società ha continuato a crescere e ha raggiunto un traguardo raggiunto da 100.000 stampanti 3D.

“In realtà stiamo lavorando su un breve documentario su come siamo riusciti (letteralmente) da una cantina a questo livello, sono oltremodo entusiasta di mostrarti parti della storia che non hai mai visto e sono sicuro che anche tu lo amerai” Prusa ha scritto.

Prusa ha condotto un sondaggio sui prodotti e i risultati hanno aiutato l’azienda a modellare gli aggiornamenti per le sue stampanti Original Prusa MK3S e MMU2. Un utile elemento di critica costruttiva fornito dal sondaggio era che il sensore del filamento sull’MK3S non funzionava bene con alcuni filamenti, quindi ora presenta un estrusore rielaborato con un nuovo sensore.

“Il nuovo sensore utilizza il sensore ottico che viene attivato da una semplice leva meccanica”, ha spiegato Prusa. “Questo sensore non si preoccupa delle proprietà ottiche del filamento (può essere completamente invisibile) e non può morire a causa dell’usura meccanica.”

Il meccanismo del sensore del filamento rielaborato (la parte è nera sulle stampanti di produzione, l’arancione è per la dimostrazione)

Gli utenti desideravano anche una manutenzione più semplice del gruppo dell’estrusore, quindi ora il motore dell’estrusore e l’ugello sono più vicini all’asse X per ottenere stampe migliori e non è più necessario smontarlo per cambiare il PTFE o l’ugello. Inoltre, sono inclusi gli aggiornamenti cumulativi dell’intero ciclo di vita di MK3.

Il nuovo MK3S è disponibile presso l’ e-shop Prusa per $ 749, lo stesso prezzo dell’MK3. È inoltre possibile acquistare un kit di aggiornamento per MK3 sull’MK3S e per MK2.5 su MK2.5S . La società non accetta più ordini per il kit originale Prusa i3 MK2S e la stampante assemblata, ma dispone di tutte le sostituzioni in magazzino per il supporto a lungo termine.

MK3 e MK3S hanno anche nuovi profili di stampa, che gli utenti possono utilizzare con Slic3r PE 1.41.3 o successivo, trovati nei driver aggiornati di Prusa . Ora c’è un profilo da 70μm – perfetto per la stampa di miniature – e sia i 150μm che i profili da 200 μm sono stati suddivisi in versioni di qualità e velocità.

“Mentre i risultati di MK3 nel sondaggio erano letteralmente sorprendenti, il feedback dei clienti a MMU2 non era quello che immaginavamo. Anche se molti di voi stampano con cinque filamenti senza problemi, ci sono utenti che affrontano diversi problemi con la stampa multi-materiale – di solito legati al ricaricamento del filamento e in secondo luogo al filamento che si aggroviglia mentre la MMU2 scarica il filamento dalle cinque bobine “Prusa ha scritto.

“Prima ancora di iniziare su MMU2S, devo dirvi che ogni attuale proprietario di MMU2 otterrà l’aggiornamento alla MMU2S (parti auto-stampate per l’aggiornamento dell’estrusore) gratuitamente, indipendentemente da dove vi troviate nel mondo .”

Mentre Prusa stava riprogettando l’estrusore per la MK3S, l’azienda voleva anche risolvere i problemi di ricarica della MMU2. Quindi, con la nuova mod, il sensore del filamento rileva effettivamente quando il filamento spinge gli ingranaggi Bondtech a parte e le porte del minimo si aprono un po ‘. Prusa ha trascorso due mesi testando la MMU2S, stampando circa 480 blocchi di test per testare la frequente commutazione di cinque filamenti e oltre il 93% è stato completato con successo.

Prusa ha stampato due tipi di blocchi: uno ha impiegato 19 ore per stampare (607 cambi di filamento), le altre 70 ore (3.520 cambi di filamento)

“Per riassumere tutto, con MMU2S otterrai le nuove parti dell’estrusore MK3S / MK2.5S (con un nuovo sensore di filamento) e il nuovo buffer dei filamenti “, ha scritto Prusa.

Prusa ha anche rilasciato nuove build di firmware con supporto per MK3 / MK2.5 (3.5.2) e MK3S / MK2.5S (3.5.3), incluso un nuovo modo per controllare la potenza del heatbed in modo da ridurre il rumore di clic della PSU.

La società ha spedito oltre 10.000 fogli testurizzati, notoriamente difficili da produrre. Quindi Prusa ha costruito un proprio laboratorio di test per ispezionare l’intero processo e, dopo aver apportato alcuni miglioramenti, i fogli sono ora trattati in modo speciale per prevenire la ruggine anche in condizioni di estrema umidità.

I test beta interni ed esterni della stampante 3D di resina Prusa SL1 originale dell’azienda hanno dato ottimi risultati e il sistema è stato ufficialmente rilasciato a settembre. Dopo aver risolto alcuni problemi hardware, Prusa si è concentrata sul miglioramento del processo di calibrazione, dell’esperienza utente e dei supporti automatici in Slic3r PE. Inoltre, oltre 100 tipi di resina hanno i loro profili in Slic3r PE, e poiché è una stampante open source, le persone possono “utilizzare praticamente qualsiasi resina a 405 nm “.

Parlando di Slic3r PE, il team continua a crescere e Prusa ha l’obiettivo di sviluppare la migliore affettatrice per ogni stampante 3D, e non solo le sue Prusas originali. Finora, la società sta andando piuttosto bene, poiché Slic3r PE è gratuito, riceve regolarmente nuove funzionalità e correzioni di bug ed è migliorato in base al feedback degli utenti.

Be the first to comment on "Prusa gli aggiornamenti per le sue stampanti Original Prusa MK3S e MMU2"

Leave a comment