Pronta la macchina ibrida del progetto LASIMM (Large Additive Sottractive Integrated Modular Machine)

Massiccia macchina di produzione ibrida LASIMM pronta per iniziare le strutture di costruzione di stampa 3D

Il progetto LASIMM (Large Additive Sottractive Integrated Modular Machine) ha annunciato che la macchina ibrida, che offre capacità di produzione additiva e sottrattiva di metallo, è ora pronta a costruire pezzi di metallo e pezzi di grandi dimensioni e strutture per la costruzione.

Il nuovo sistema, che si dice sia una delle più grandi macchine di produzione ibride del mondo, è stato sviluppato in Spagna da dieci partner in tutta l’Unione Europea con un costo stimato di 5 milioni di euro (5,7 milioni di dollari).

Il programma di ricerca e innovazione di Horizon 2020 dell’Unione Europea ha finanziato dieci partner, tra cui Autodesk, università, istituti di ricerca e altri fornitori di tecnologia, per produrre una macchina con la capacità di produrre componenti per le industrie più esigenti, direttamente dai modelli CAD.

La macchina verrà ora testata per produrre parti dimostrative. Offre funzionalità per la produzione additiva, lavorazione, lavorazione a freddo, metrologia e ispezione. I suoi sviluppatori affermano che offrirà una riduzione del 20% in termini di tempo e costi, oltre a un aumento del 15% della produttività per la produzione additiva ad alto volume.

La macchina comprende anche una configurazione modulare di bracci robot industriali per la produzione additiva di alluminio e acciaio e un robot di fresatura specializzato per la lavorazione di materiali in eccesso per fornire la finitura finale. Questo processo consentirà a intere industrie su larga scala di allontanarsi dai componenti standardizzati e verso soluzioni su misura per settori come l’aerospaziale, le energie rinnovabili, l’energia, i trasporti, l’edilizia e altro ancora.

Nel campo del software, il progetto LASIMM sta anche tentando di passare da una singola macchina CAM al processo a una CAM multi-processo multi-processo, guidando macchine ibride in cui più processi vengono combinati per produrre il componente finale.

Eurico Assuncao, vicedirettore presso la Federazione europea per la saldatura, l’unione e il taglio (EWF) e il coordinatore del progetto LASIMM, ha dichiarato: “Mentre la stampa 3D per consumatori e produttori ha ricevuto una grande quantità di pubblicità, è all’interno dell’industria manifatturiera e delle costruzioni che questa tecnologia potrebbe avere il suo impatto più significativo e duraturo “.

“Il suo utilizzo ha raggiunto un punto di svolta e questo risultato tecnologico aprirà la strada per consentire a tutte le infrastrutture di costruzione di essere stampate in 3D in futuro”, ha continuato. “In EWF, siamo al lavoro per garantire che queste apparecchiature avanzate siano gestite da professionisti adeguatamente formati e qualificati. Siamo entusiasti di far parte di questo progetto unico. “

I partner del progetto LASIMM includono la Federazione europea per la saldatura, l’unione e il taglio, BAE Systems (Operations) Ltd., Foster + Partners Limited, Vestas Wind Systems A / S, Cranfield University, Global Robots Ltd., Loxin2002, SL, Helmholtz-Zentrum Geesthacht Zentrum für Material- und Küstenforschung GmbH, Autodesk Limited e Instituto Superior Técnico.

Be the first to comment on "Pronta la macchina ibrida del progetto LASIMM (Large Additive Sottractive Integrated Modular Machine)"

Leave a comment