Ping presenta il suo Putter stampato in 3d rivoluzione nel Golf ?

Ping il fornitore ” must “nel golf presenta il primo putt stampato in 3d
Sulla scia dell’annuncio della United States Golf Association che adotterà la Regola 14-1b, una regola che vieta ai golfisti di ancorare i loro  putter quando si effettua un colpo (la PGA avevano precedentemente fatto un annuncio simile), il produttore di attrezzature da golf, Ping, ha appena prodotto un nuovo putter con la progettazione 3D e la tecnologia di stampa che potrebbe migliorare il controllo e la precisione, rendendo la tattica di sostegno come l’ancoraggio meno rilevante che mai.

Il Direttore tecnologico di Ping , Paul Wood, un Maker egli  stesso che utilizza una stampante MakerBot 3D a casa e ha un dottorato in Materiali, si è reso conto che la stampa 3D poteva essere la soluzione perfetta per la produzione di mazze da golf di alta qualità su misura  . Invece di utilizzare i metodi convenzionali per produrre mazze da golf,cioè colata e  saldatura dei pezzi, che creano una linea vulnerabile proprio lungo la saldatura, si usa la stampa 3d che non ha saldature essendo un unico pezzo e quindi non ha punti deboli.

Il Primo tentativo di Ping nella stampa 3D di una mazza è stato con un ferro G25 per lunghe distanze. Quando è stato testato con i giocatori, questi non erano in grado di cogliere   la differenza tra il convenzionale, G25 pressofuso e quello stampato in 3d, tale era l’alta qualità del nuovo mazza al primo tentativo.

putter pingPoi venne il putter, che è stato un enorme successo. Ping  osserva che, al termine del processo di stampa 3D, è necessario un lavoro di finitura con un getto di luce per ripulirlo,  tuttavia è notevolmente vicino alla  perfezione.

Se  Ping non ritiene ancora di aver ancora sviluppato il suo processo di stampa 3D in modo da offrire il putter a tutta la clientela , tuttavia intende offrire il CAD 3D  perchè ogni cliente possa sentirsi un Vip e progettarselo su misura , Continua Wood  ” Questo è un programma di fascia alta per un numero selezionato di prodotti da un anno  continuiamo a lavorare sulla ricerca e sviluppo e spingere sempre più in là i confini di ciò che possiamo fare.”

Il piano di Ping è quello di fornire agli acquirenti del putter con una esperienza adatta un prodotto personalizzato con la consulenza di un designer, per capire le esigenze e le preferenze del giocatore  fino ad arrivare a stampare in 3d un putter costruito su misura . Alla fine, La Ping spera di fornire in futuro un servizio di personalizzazione  accessibile via internet da qualsiasi parte del mondo.
Legno stima che il prezzo del putter stampato in 3d sarà nella fascia dai  5000 a 6000  euro ma  il prezzo scenderà quando la tecnologia di produzione 3D sarà ulteriormente sviluppata.
Attualmente, la stampante 3D utilizzata per creare il putter costa circa 1 milione di dollari ma Wood osserva   che il materiale da costruzione non è così costoso come si potrebbe immaginare acquisito in forma di polvere e Ping può usare ” acciaio inox 17-4.” In questo momento, ci vogliono circa 24 ore per produrre la testa del putter ma, Wood rileva che  “con i laser il tempo di produzione è destinato a diminuire fortemente ” anche se adesso è ancora molto più veloce rispetto al processo di produzione convenzionale, che richiede almeno sei settimane.

 

Be the first to comment on "Ping presenta il suo Putter stampato in 3d rivoluzione nel Golf ?"

Leave a comment