Naomi Wu e la stampante 3D portatile Creality CR-30 o 3DPrintMill

Da fabbaloo.com

Naomi Wu Sulla Stampante 3D Creality 3D Print Mill Belt

Il Supermaker Naomi Wu ha risposto alle nostre domande sulla prossima stampante 3D per cintura la Creality CR-30.

Wu, che vive a Shenzhen, è ben nota nella comunità della stampa 3D per i suoi sforzi nel promuovere il movimento dei maker e per la costruzione di alcuni progetti interessanti . Uno di questi, la custodia resistente agli urti TTGO T-Beam , è stata il nostro design della settimana alcuni mesi fa.

Un progetto a cui sta lavorando in questi giorni è la prossima stampante 3D per cintura di Creality, la CR-30 o 3DPrintMill . Questa insolita stampante 3D stampa ad angolo su un nastro trasportatore in movimento per consentire la stampa 3D continua o la produzione di oggetti più grandi della stampante 3D stessa. In questo video Wu presenta il dispositivo:

Abbiamo posto alcune domande per saperne di più sul progetto e su cosa possiamo aspettarci di vedere quando verrà rilasciato.

Fabbaloo : Puoi raccontare come è iniziato questo progetto e come sei stato coinvolto? Qual è il tuo rapporto con Creality e White Knight / NAK 3D?

Naomi Wu: “Sono venuto a conoscenza delle stampanti infinite-Z intorno al 2016, quando Bill Steele ha mostrato i suoi progetti. Ho subito visto il potenziale ma a quel punto, sia realizzarne che acquistarne uno era al di là delle mie possibilità. Nel 2018 ho organizzato per Bill un incontro con i fondatori di Creality qui a Shenzhen per progettare una stampante 3D personalizzata per loro con un asse Z infinito. È stato un incontro amichevole e produttivo, ma i capi di Creality non vedevano ancora il mercato per una stampante da cintura a quel punto. Bill è stato fortunatamente molto gentile e siamo rimasti in contatto. Alla fine, i fondatori di Creality hanno deciso di destinare alcune risorse interne e tempo di ingegneria al progetto, con me a supervisionarlo. Nel 2019 Karl Brown, alias. Nax3D ha creato il suo White Knight e gli ho parlato, ma siccome vendeva i kit, ho optato per cortesia di non usare il suo design Open Source e invece di continuare a sviluppare un design indipendente, pur attingendo ovviamente alle sue idee. Siamo rimasti in contatto, e quando finalmente ho avuto qualcosa di molto vicino a essere pronto per il mercato, Karl ha accettato di entrare come consulente pagato e l’ha davvero portato al livello successivo.

Quelli di noi che sono stati in giro per un po ‘, il modo in cui i precedenti progetti di stampanti 3D Open Source sono stati portati sul mercato in Cina … beh, a parte tutto il resto era solo una mancanza di rispetto per le persone che hanno creato quei progetti: aziende che si prendono il merito di aver quasi inventato stock cloni di Prusa e Replicator. Sì, puoi copiare, ma c’è un modo giusto per farlo. È stato brutto e non mi è mai piaciuto, e devi morderti la lingua quando la comunità se ne lamenta, perché hanno ragione. Ho aspettato anni per dimostrare che non era intelligente o un buon affare agire in questo modo, che era miope. Finora con 3DPrintMill è stato vero e devo molto a Karl e Bill per avermi permesso di mostrare ad alcune persone qui che se fai le cose nel modo giusto, rispetta le regole, la comunità ti supporterà “.


Fabbaloo : La macchina è la CR-30 o la 3DPrintMill? O queste due cose sono diverse?

Naomi Wu : “Il codice prodotto Creality è CR-30, il nome del prodotto è 3DPrintMill. È davvero destinato alla produzione su piccola scala, quindi volevo un nome che lo evocasse: segheria, acciaierie, ecc., Mentre è anche un gioco di “tapis roulant” a causa della cintura. “


Fabbaloo : Ho utilizzato per la prima volta una stampante 3D a cinghia nel 2010 con MakerBot “Automated Build Platform” . Sebbene il dispositivo fosse un po ‘instabile, la capacità di stampare in 3D un flusso continuo di oggetti sembrava molto potente. Oggi vedo ancora scetticismo sul concetto di cintura da parte di molte persone. Perché pensi che ci sia stata una mancanza di interesse per questo concetto? Cos’è che le persone non capiscono?

Naomi Wu : “La mancanza di interesse è una novità per me, la mia casella di posta è piena di richieste di unità di pre-produzione. Dalla maggior parte delle mie discussioni, sono sempre state preoccupazioni per il brevetto ABP che ora è di proprietà di Stratasys. La Z infinita non lo viola, ma le persone sono ancora preoccupate per un giocatore così grande che si oppone e non volevano correre il rischio.

L’interesse è stato piuttosto travolgente e, ad essere onesti, un po ‘di scetticismo fa bene. Non sto cercando di venderlo a persone che non ne hanno bisogno e di convincerle che lo fanno. Non ci sarà uno di quei video su Kickstarter con un tizio hipster barbuto con un MacBook e musica di ukulele in sottofondo. Non è a chi si rivolge. Le persone che hanno bisogno di 3DPrintMill sanno esattamente perché ne hanno bisogno nel momento in cui vedono come funziona. È come una fresatrice Bridgeport o un computer da gioco di fascia alta. Le persone che ne guardano uno e dicono, “a cosa serve?” probabilmente non dovrei comprarlo.

Questo non è per piccole statuette, non è una buona prima stampante per bambini. Mi rivolgo davvero a persone o aziende che stampano oggetti lunghi, come produttori di cosplay e oggetti di scena, creatori di insegne, restauratori per modanature di corone e altri elementi decorativi lunghi, ma soprattutto coloro che hanno bisogno di fabbricare 10-1000 oggetti – produzione su piccola scala, Etsy e Negozi eBay, officine meccaniche locali come alternativa più economica al CNC da offrire ai clienti, persone che stampano DPI e forniture di emergenza: questo genere di cose.

Ha il potenziale per essere fantastico per l’istruzione una volta che possiamo mettere in coda le stampe, significa che le piccole mani possono prendere la loro parte dopo che cade in un cestino, senza raggiungere le estremità calde per sollevarle dai letti riscaldati. Ma il 3DPrintMill non è destinato a sostituire le tradizionali stampanti 3D FDM e un po ‘di controllo della realtà è una buona cosa. Se sei un adolescente che risparmia soldi in tasca, per l’amor del cielo prendi una Ender-3 come prima stampante per $ 200, non questa cosa. “


Fabbaloo : Il principale difetto di MakerBot ABP era la cintura stessa, che, dopo un riscaldamento ripetuto, tendeva a deformarsi, diventando una superficie non livellata per le stampe successive. Come è cambiata la tecnologia delle cinghie? Quanto può durare una cintura a lungo termine? Sarà un oggetto di consumo?

Naomi Wu : “Penso che l’impressione iniziale sia stata che fossero necessarie cinture speciali. Penso che la realtà sia un ecosistema di cinture più ampio da cui scegliere una cintura appropriata era ciò che era necessario. Quando Charles Pax ha costruito l’ABP, aveva, nella migliore delle ipotesi, qualunque cosa McMaster Carr avesse con cui lavorare. E qualunque sia l’assortimento relativamente piccolo di nastri trasportatori che avevano non funzionava, né la carta o Kapton e altri materiali con cui ha cercato di realizzare i propri nastri. Le cinture si erano deformate con la stampa o si erano spezzate ed è stato deciso che erano necessarie cinture più esotiche.

Il fatto è che questi problemi, curling, stretching, resistenza al calore, in realtà non sono poi così insoliti in un ambiente di produzione. Quindi qui a Shenzhen, non abbiamo avuto problemi a ordinare dozzine e dozzine di cinture diverse da fornitori locali progettate con materiali diversi per affrontare esattamente questi problemi. Quindi, anche se mi piacerebbe dirti che la cintura è la “salsa segreta” di Creality o qualche squallida sciocchezza di avvio, in realtà non lo è. Esistono materiali consolidati e ben testati che fanno esattamente ciò di cui abbiamo bisogno davvero bene e lo fanno in un ambiente industriale per migliaia di ore in condizioni molto più gravose. Quante ore rimangono esattamente da vedere, ma molto più di quelle che io o Karl siamo riusciti a mettere anche con la stampa praticamente 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per settimane “.

Fabbaloo : Ovviamente la preparazione del lavoro di stampa 3D per le stampanti 3D da cintura deve utilizzare versioni modificate dell’attuale software di slicing, e questo è noto per funzionare. Ma come si evolverà il software di slicing per le stampanti da cintura? Ad esempio, vorremmo randomizzare la posizione sulla cintura di una stampa ripetuta per evitare l’usura della cintura o creare automaticamente numeri di serie per tenere traccia delle stampe che cadono nel secchio di raccolta? Quali altre caratteristiche future prevedi per il taglio della stampante da cintura?

Naomi Wu : “Beh, BlackBelt3D ha dato un enorme contributo con BlackBelt Cura e merita molto credito per questo. Bill Steele ha un post-processore per convertire GCODE standard in Z infinito, ma non è neanche lontanamente lucido. Ottenere software e firmware in Cina a uno standard accettabile è difficile, ma ora ho creato Creality per assumere consulenti stranieri come Karl Brown e Scott Lahteine, lo sviluppatore principale di Marlin ora. Ha funzionato molto bene per loro, quindi penso che lo amplieranno. Quindi sono fiducioso che i miglioramenti del software verranno eseguiti e eseguiti correttamente, anche se non possiamo farlo internamente. Quali funzionalità verranno aggiunte, sarà il feedback della comunità “.


Fabbaloo : Qual è stata la sfida tecnica più difficile nella creazione di 3DPrintMill? Che consiglio daresti ad altri che intendono sviluppare una stampante 3D da cintura?

Naomi Wu : “Penso che Karl, Nak3D, abbia davvero risolto il problema più grande quando ha dimostrato che non c’era un singolo problema insormontabile a ostacolare le stampanti a basso costo a Z infinito. Certo, le cinture sono una seccatura da procurarsi, ma la sua cintura d’acciaio funziona alla grande. Il 3DPrintMill non è rivoluzionario, è solo iterativo. Non ho provato a inventare nulla di completamente nuovo, non siamo così bravi in ​​questo. Ho fatto quello che sapevo in una fabbrica cinese e un grande team di ingegneri poteva fare molto bene: renderlo più economico, renderlo più affidabile e produrlo in serie. Il piano è quello di rendere open source 3DPrintMill, se vuoi realizzare una stampante da cintura, quei file di progettazione saranno un ottimo punto di partenza e non vedo l’ora di vedere cosa inventeranno le persone “.

Esclusiva: Naomi Wu sulla stampante 3D Creality 3DPrintMill Belt
La prossima stampante da cintura CR-30 / 3DPrintMill [Fonte: Naomi Wu]
Fabbaloo : le stampe 3D complesse sono molto più semplici quando è possibile utilizzare materiale di supporto solubile, ma ciò richiede capacità multi-materiale. Pensi che sarebbe possibile implementare opzioni multi-materiale su 3DPrintMill o versioni future della stampante 3D? Quale sarebbe l’approccio migliore per farlo?

Naomi Wu : “Più testine di stampa sono sicuramente il passo successivo. Non saranno un obiettivo ambizioso, ma sicuramente qualcosa per una versione “Pro” della stampante dopo che questa sarà stata spedita e avremo più feedback dagli utenti “.

Fabbaloo : Anche se sono sicuro che 3DPrintMill interesserà gli hobbisti, quali caratteristiche appariranno in 3DPrintMill e nel suo software per attirare specificamente i piccoli produttori? Cosa renderà il dispositivo attraente per le aziende?

Naomi Wu : “Stampa automatica. Il vecchio trucco con far cadere una stampa dal letto è carino, ma è dispendioso in termini di tempo per installarlo nel mondo reale perché ogni forma della parte aderisce al letto in modo leggermente diverso, ecco perché non è una pratica standard scritta nel firmware o affettatura Software. I bracci robotici con vassoi funzionano, ma i bracci costano lo stipendio di un anno per due dipendenti. Stampanti da cintura: metti un cestino davanti e le parti si accumulano. La vera caratteristica fondamentale che dobbiamo ottenere è la possibilità di avere il file GCODE di un oggetto sulla scheda e selezionare sull’interfaccia della macchina quante copie si desidera. Al momento è ancora fatto nell’affettatrice e non è ottimale. “

Fabbaloo : Sono sicuro che non puoi dirlo in modo specifico, ma puoi fornire un suggerimento su quando potremmo vedere questo fantastico dispositivo disponibile per l’acquisto?

Naomi Wu : “Riprese per novembre”.

Be the first to comment on "Naomi Wu e la stampante 3D portatile Creality CR-30 o 3DPrintMill"

Leave a comment