myReflection protesi mammarie personalizzate per i pazienti con cancro post-mastectomia, utilizzando la scansione 3D e stampi stampati 3D

MYREFLECTION UTILIZZA LA STAMPA 3D PER CREARE SENI PROTESICI PERSONALIZZATI PER I SOPRAVVISSUTI AL CANCRO

myReflection , una start-up medica con sede in Nuova Zelanda, sta sviluppando protesi mammarie personalizzate per i pazienti con cancro post-mastectomia, utilizzando la scansione 3D e stampi stampati 3D.

Le protesi sono realizzate con una scansione del busto 3D e sono progettate con un nucleo interno e un silicone esterno certificato ISO. Jason Barnett, Chief Technology Officer e capo della ricerca e sviluppo di myReflection, ha spiegato :

“Le protesi tradizionali non tendono a durare così a lungo, quindi c’è una vera preoccupazione quando inizi a vedere la tua protesi generica deteriorarsi lentamente, sapendo che potresti dover acquistare la prossima dalla tua tasca.”

“Il materiale che utilizziamo per le nostre protesi è molto stabile, elastico e resistente allo strappo, quindi può durare quattro anni, ma dipende dall’utente. In definitiva, ogni protesi è resa utilizzabile e perdibile, e si tratta di dare a queste donne un senso di fiducia “.

Tim Carr, direttore di myReflection, ha iniziato a esplorare la stampa 3D per la creazione di una protesi mammaria nel 2015 dopo che al suo partner Fay Cobbett è stato diagnosticato un cancro al seno. A seguito di una mastectomia o della rimozione chirurgica di uno o entrambi i seni, Cobbett ha scelto di indossare protesi piuttosto che un intervento chirurgico ricostruttivo.

Tuttavia, la protesi, che si inserisce in un reggiseno per mastectomia appositamente realizzato, è risultata scomoda, pesante e difficile da mantenere a causa della sua natura delicata. Di conseguenza, la coppia ha cercato di creare una protesi mammaria leggera e su misura con un nucleo interno morbido che si modellasse nel corpo senza spazi vuoti o punti di pressione. Questo modello non richiede un reggiseno specializzato.

Trovando gli stampi stampati in 3D come metodo di successo per creare la protesi alternativa, la coppia ha istituito myReflections a febbraio 2019 per curare le donne dopo la mastectomia. Finora, la società offre consulenza sulla scansione 3D solo ad Auckland e una protesi stampata in 3D ha un prezzo di 613 NZ $ (408 US $). myReflection punta a produrre 320 unità vendute in un mese (circa $ 196.000).

La produzione additiva affronta il cancro al seno

Oltre alle protesi mammarie stampate in 3D, altri ricercatori in Francia hanno utilizzato la produzione additiva per creare protesi mammarie per interventi di ricostruzione del cancro . In Sudafrica, iMed Tech, ha introdotto la gamma Neyne di protesi mammarie esterne stampate in 3D in una gamma di tonalità della pelle.

Inoltre, per rilevare il carcinoma mammario, i ricercatori dell’Università di Twente (UT) nei Paesi Bassi hanno sviluppato il rivelatore robotico Stormram 4 stampato in 3D per identificare le cellule cancerose all’interno di un paziente.

Be the first to comment on "myReflection protesi mammarie personalizzate per i pazienti con cancro post-mastectomia, utilizzando la scansione 3D e stampi stampati 3D"

Leave a comment