Microfactory la stampante 3d di Mebotics in grado di intagliare il legno, lavorare il metallo e incidere circuiti stampati video

La stampante 3D che non si limita alla plastica

Se è vero che con le stampanti 3D ormai si può fare di tutto, è anche vero che per lo più questo “tutto” è fatto in plastica.

Mebotics ha deciso che è ormai tempo di allargare il campo ad altri materiali e ha ideato Microfactory, una stampante 3D che è anche in grado di intagliare il legno, lavorare il metallo e incidere circuiti stampati. L’articolo continua qui sotto.

La Microfactory è in sostanza un dispositivo personalizzabile in grado di realizzare qualsiasi oggetto non più grande di 6 x 6 x 12 pollici (15,2 x 15,2 x 30,4 centimetri) con una risoluzione di 0,35 millimetri.
All’interno della macchina – un po’ più grande di una normale stampante 3D – trova posto un’apparecchiatura per intagliare il legno e il metallo, in sostanza una precisa sega da traforo cui si accompagna un aspiratore per eliminare tutte le particelle risultanti dalla lavorazione. L’articolo continua dopo il video.

A governare il tutto pensa il computer integrato, che adopera un software basato su Linux il quale permette di controllare la Microfactory via Wi-Fi (il che significa che si può avviare la stampa anche da remoto).

Tante possibilità hanno ovviamente un prezzo elevato: 3.495 dollari. Inoltre il relativo progetto su Kickstarter ha decisamente poche possibilità di essere finanziato in toto: l’obiettivo è di raggiungere 1 milione di dollari e a poca distanza dalla scadenza ne ha raccolti poco più di 50mila.

da zeusnews.it

Be the first to comment on "Microfactory la stampante 3d di Mebotics in grado di intagliare il legno, lavorare il metallo e incidere circuiti stampati video"

Leave a comment