Mappe di emergenza stampate in 3d per ciechi

La stampa 3D è già utilizzata in vari modi per migliorare la vita dei ciechi e degli ipovedenti. Le mappe tattili stampate in 3D, gli occhiali intelligenti e i lettori braille stampati in 3D hanno contribuito alla causa, ma ci sono infiniti nuovi modi in cui la produzione additiva può essere usata per rendere la vita un po ‘più facile per chi vede un un po ‘meno bene.

Le mappe che contrassegnano le vie di uscita di emergenza sono richieste dalla legge per essere affisse negli edifici pubblici, ma sono sostanzialmente inutili per gli ipovedenti. Grazie a Howard Kaplan, specialista della visualizzazione presso l’Università del sud della Florida a Tampa, una versione tattile stampata in 3D unica di queste mappe per alcune aule del campus potrebbe presto essere disponibile per le persone con problemi alla vista.

“Non posso immaginare la navigazione senza la mia vista”, ha detto Kaplan, un dottorando presso l’USF Advanced Visualization Center. “Lo desti per scontato. Quindi, quando vedi studenti, familiari e amici che sono in grado di avere successo e navigare e contribuire alla società, questo è il minimo che possiamo fare per loro per fornire loro gli stessi strumenti che abbiamo “.

Kaplan ha sviluppato un sistema di codifica che crea simboli tattili, assicurando che abbiano un’altezza, una consistenza e una profondità adeguate per una corretta navigazione delle dita. Vengono quindi stampati in 3D utilizzando un filamento di plastica. Finora, sei classi USF (CRP 103, CIS 1048, CMC118, ENG 118, BSN 1300, EDU 316) sono state codificate, che includono dettagli come la posizione delle uscite di emergenza, se le porte sono a spinta o trazione e se ci sono scale .

“È importante notare che la stanza non è un pavimento piatto, che aumenta gradualmente quando salgono, quindi quando uno studente non-vedente entra nella stanza, non inciampa e possono navigare nella stanza più accuratamente, in modo sicuro e indipendente “, ha detto Kaplan.

Cinquanta studenti con disabilità visiva sono registrati presso USF Students with Disabilities Services. Il dipartimento ha collegato Kaplan con cinque studenti che hanno iniziato a testare mappe tattili personalizzate quest’estate. Ciò li ha aiutati a familiarizzare con alcune classi prima del semestre autunnale.

Le mappe tattili USF stampate in 3D dovrebbero essere pronte per l’uso pubblico nella primavera del 2019. Saranno posizionate appena al di fuori delle aule, accanto ai numeri delle stanze, in cui sono attualmente contrassegnati in braille.

“Questo progetto è molto importante per USF e Students with Disabilities Services perché promuove l’equità e l’inclusione per gli studenti con disabilità visive”, ha affermato Dani Thiel, coordinatore di Students with Disabilities Services. “Gli studenti con disabilità visive dovrebbero avere la stessa comprensione dei loro spazi di classe e percorsi per le uscite di emergenza come tutti gli altri”.

Altre agenzie che Kaplan aveva contattato per il feedback erano Tampa Lighthouse for the Blind e US Department of Veterans Affairs, dove le sue idee erano state accolte con entusiasmo. Kaplan spera di codificare altri spazi pubblici come ospedali e aeroporti, rendendoli eventualmente accessibili in tutto il mondo.

Be the first to comment on "Mappe di emergenza stampate in 3d per ciechi"

Leave a comment