MakerFleet la factory di stampanti 3D

MakerFleet: la factory di stampanti 3D che offre ai clienti un facile accesso e controllo remoto

Potresti aver sentito parlare del concetto di factory di stampanti 3D: più stampanti 3D installate in un’unica posizione, tutte in una fabbrica di stampa 3D in grado di generare centinaia di parti in poche ore. È un concetto davvero interessante, ma non molte persone hanno accesso a molte stampanti 3D, certamente non all’individuo medio. Questo è ciò che Harnek Gulati, il recente laureato di Harvard, vuole cambiare, e sta lavorando per farlo con il suo concetto di MakerFleet .

“Ho sempre avuto il sogno di costruire una fabbrica connessa a Internet”, ha detto Gulati. “Non sapevo come costruirlo, ma ero, tipo, ‘posso imparare tutto questo.'”
MakerFleet ha sede presso Harvard Innovation Labs e consiste di 18 stampanti 3D che i clienti possono noleggiare per $ 2,00, più $ 3,50 l’ora. Gli utenti si connettono online a qualsiasi stampante 3D e quindi hanno il pieno controllo del lavoro di stampa, dalle impostazioni di stampa alla posizione dell’elemento sul piano di stampa. Possono quindi vedere la stampa in corso attraverso le webcam di MakerFleet e se lo staff di MakerFleet non rileva prima la stampa non riuscita, l’utente può annullarlo e avviarne un altro.

I clienti locali possono ritirare direttamente i loro articoli stampati in 3D o spedirli a loro. Gulati spera di espandersi infine in una rete più ampia di laboratori MakerFleet in tutto il mondo in modo che diventino più locali per più persone.

“Il sogno è, in realtà, creare fabbriche modulari, proprio come AWS ha diversi data center in tutto il mondo”, ha detto Gulati. “Ne hai uno in aree designate in tutto il mondo, quindi quando stampi qualcosa, stampi qualcosa che è molto locale per te.”
MakerFleet non è il primo servizio a offrire funzionalità di stampa su richiesta; ci sono grandi aziende come Shapeways che lavorano con una rete di partner manifatturieri per essere in grado di produrre e consegnare localmente, per esempio, e naturalmente ci sono 3D Hub , che consentono ai clienti di ordinare stampe 3D dal loro operatore di stampanti 3D più vicino. In un certo senso, MakerFleet è come un enorme Hub, con una differenza fondamentale: i clienti possono guardare e controllare i loro articoli stampati.

Gulati si è recentemente laureato a Harvard in informatica, ma MakerFleet non è il suo primo progetto imprenditoriale. Per prima cosa ha creato una serie di orologi in legno in edizione limitata che si è rivelata estremamente popolare; ha raccolto più di $ 75.000 in meno di un mese dopo aver fissato un obiettivo iniziale di $ 15.000 su Kickstarter. Si rese conto di quanto fosse difficile produrre un prodotto per centinaia di persone e questo lo portò all’idea di creare una fabbrica accessibile online.

Molte persone che non vivono vicino a Harvard probabilmente si rivolgeranno ai loro Hub 3D locali per le loro esigenze di stampa 3D, ma un progetto come MakerFleet potrebbe essere utile alle piccole imprese che hanno bisogno di più di una stampante 3D per produrre un prodotto ma non avere il finanziamento o lo spazio per stabilire le proprie farm di stampanti 3D. MakerFleet è ancora una nuova impresa; Gulati ha iniziato nel maggio del 2018 e ha una visione di vasta portata per la riproduzione del laboratorio iniziale in varie parti del mondo. Se riesce, MakerFleet potrebbe essere un altro nuovo aspetto di un mondo di produzione più distribuito.

 

Be the first to comment on "MakerFleet la factory di stampanti 3D"

Leave a comment