L’Università del New Brunswick in Canada e la Ai intelligenza artificiale nella stampa 3d

Università canadese di New Brunswick sta investendo nella tecnologia della stampa 3D legata all’intelligenza artificiale.
I ricercatori dell’Università del New Brunswick in Canada stanno sviluppando tecnologie di intelligenza artificiale (AI) per la stampa 3D che consentirebbe ai sistemi di stampa di generare automaticamente e disegnare in 3D i progetti ottimali entro parametri specificati.

L’Università di New Brunswick si prepara alla prossima rivoluzione industriale investendo nella stampa 3D e nell’innovazione manifatturiera. E come parte del suo obiettivo di esplorare le  “fabbriche del futuro” e l’Industria 4.0, l’università canadese ha recentemente istituito un programma di innovazione da 1,25 milioni di dollari canadesi pari ad un milione di dollari americani  presso la Fondazione McCain.

Un beneficiario di quel programma è Ed Cyr, un ingegnere meccanico che studia le applicazioni di intelligenza artificiale nella produzione di additivi. Durante la borsa UNB di 50.000 dollari canadesi  ( Cyr cercherà di migliorare le tecniche produttive tentando di capire il comportamento dei materiali stampati 3D.

“Non siamo sicuri di come questi materiali si comportano e come utilizzare al meglio questi nuovi metodi”, ha dichiarato Cyr. “Se possiamo capire perché questi comportamenti stanno accadendo … allora possiamo progettare la componente per usare la parte migliore di quel comportamento”.

Una particolare area della ricerca di Cyr è una lega di alluminio stampabile 3D che aumenta la forza quando viene messa sotto certi tipi di stress. L’ingegnere dice che questo materiale sarebbe utile per “qualcosa di simile all’armatura … o forse anche a costruire le murate corazzate di una nave”.

Ma forse l’argomento più emozionante che l’ingegnere intende esplorare è l’AI nella produzione di additivi. Cyr dice che vuole sviluppare un sistema che possa generare e disegnare stampe 3D in modo completamente automatico, scandendo attraverso iterazioni potenziali prima di scegliere il miglior design da solo.

“Per un uomo  sedersi e cercare  il disegno ottimale, significa provarne  migliaia e migliaia, e questo è troppo lungo”, spiega Cyr. “La bellezza di un computer è che ha la capacità di attraversare quelle migliaia e migliaia di disegni. Può effettivamente modellare uno spazio di progettazione totale e dirci quale è il migliore, e può anche verificare cose che non possiamo neanche pensare “.

Ingegnere meccanico Ed Cyr

Il supervisore di Cyr è altrettanto convinto di queste prospettive. Mohsen Mohammadi, del centro di eccellenza per la produzione di accessori marini della UNB, vuole portare la stampa AI 3D in ambienti di produzione reali nel più breve tempo possibile.

“Penso che sicuramente vedremo presto la fabbrica del futuro … e rivoluzionerà tutta la produzione”, ha detto Mohammadi. “Tutte queste nuove tecnologie sembrano molto lontane, ma stanno arrivando”

Mohammadi ha sottolineato in particolare l’importanza di portare tali tecnologie a New Brunswick e dall’Atlantico al Canada, al fine di garantire che la produzione nella regione non rimanga indietro. Ha aggiunto che la cosiddetta “age of augmentation,”, ovvero  l’implemetazione cerebrocibernetica, il portata dall’AI, potrebbe creare posti di lavoro locali.

“La nostra forza lavoro avrà un nuovo strumento a disposizione”, ha detto Mohammadi. “Non solo influenzeremo   il numero di lavoratori, ma pensiamo che questi saranno in grado di formare la forza lavoro per la nuova generazione di tecnologie”.

All’inizio di quest’estate, l’Università di New Brunswick ha aperto un impianto di ricerca di 5 milioni di dollari per la stampa in metallo 3D nei settori marino e della difesa. La maggioranza dei fondi per il centro è venuto dalla società di difesa Lockheed Martin.

Be the first to comment on "L’Università del New Brunswick in Canada e la Ai intelligenza artificiale nella stampa 3d"

Leave a comment