le previsioni sulla stampa 3d 2019 2020 di 40 protagonisti del mondo

Cosa si aspettano gli esperti di stampa 3D per il 2019? 40 CEO e altri leader nel settore della produzione additiva esprimono le proprie opinioni.

Le previsioni di stampa 3D e le aspettative per il prossimo anno dimostrano una crescente attenzione al trasferimento di AM alla produzione. Per raggiungere questo obiettivo, gli esperti che abbiamo sondato osservano che tutti gli sforzi relativi al flusso di lavoro, alla ripetibilità, alla standardizzazione e all’automazione sono in corso.

I leader intervistati di seguito sono stati, nel complesso, ottimisti riguardo al prossimo anno. Sebbene l’incertezza nel contesto imprenditoriale in generale a causa di fattori politici possa potenzialmente causare interruzioni o ritardare il processo decisionale.

La produzione digitale è al centro di molti leader nel nostro settore e molti intervistati hanno una produzione tradizionale nei loro capelli incrociati. Una delle affermazioni più audaci arriva dal CEO di Carbon, il Dr. Joseph DeSimone, che afferma: “L’industria comincerà a vedere lo stampaggio a iniezione come la macchina da stampa della produzione e guarderà alle soluzioni digitali”.

Assicurati di iscriverti alla nostra newsletter di stampa 3D gratuita se vuoi tenere il passo con quello che promette di essere un anno ricco di eventi. E non dimenticarti di nominare nel 2019 3D Printing Industry Awards .

Previsioni del settore di stampa 3D 2019

Quali sono le tue previsioni e le tue speranze per la stampa 3D / l’industria AM nel 2019?

Arno Held, Chief Venture Officer, AM Ventures

Con Brexit sempre più probabile e una performance incerta dell’economia globale, il 2019 rimane molto difficile da prevedere. Il prossimo anno sarà il make-or-break per molte start-up, ma anche i giocatori più grandi in AM. Nel complesso, siamo ancora ottimisti sul fatto che il settore continuerà a crescere con successo.

AM Ventures vede sviluppi promettenti per un ulteriore aumento delle applicazioni su larga scala e l’industrializzazione in corso della tecnologia AM. Macchine specifiche per applicazione, materiali speciali, automazione di AM e nuove tecnologie di post-elaborazione saranno temi caldi nel prossimo anno.


Vyomesh Joshi, Presidente e CEO, 3D Systems

Credo che il 2019 segnerà una svolta nell’uso industriale della stampa 3D come anno della Fabbrica digitale di produzione additiva.

Il prossimo anno vedrà molti più produttori adottare soluzioni di stampa 3D centrate sulla piattaforma per le applicazioni di produzione. I metodi di produzione ottimizzati stanno diventando digitali per produrre parti finali con numerazioni complete di centinaia o migliaia di milioni. Con le ultime innovazioni che si uniscono in soluzioni integrate, il settore della stampa 3D aiuterà le aziende a innovare, progettare e produrre in modi nuovi, migliorando così l’agilità, riducendo la complessità e riducendo il costo totale complessivo delle operazioni.

In definitiva, vedremo la potenza della stampa 3D per trasformare la produzione e quindi le aziende che consentiranno loro di realizzare un vantaggio competitivo.

Kevin McAlea, Vicepresidente esecutivo, Direttore generale, Metals & Healthcare, 3D Systems

Fino ad oggi per la stampa 3D in metallo, il settore ha visto un aumento per l’adozione per le applicazioni di produzione nei segmenti di produzione avanzati; in particolare dispositivi medici, aerospaziale e generazione di energia. Anche con questa crescita, ci sono ancora molte opportunità per più organizzazioni di abbracciare il potere di trasformazione della produzione additiva, e penso che vedremo un aumento dell’adozione nel 2019. Credo anche che vedremo miglioramenti nella tecnologia e materiali per supportare queste applicazioni. Esiste già un buon lavoro in termini di controllo dei processi e garanzia della qualità, nonché un numero maggiore di materiali per soddisfare le esigenze specifiche del mercato. Il prossimo anno mostrerà i frutti di tali sforzi attraverso flussi di lavoro ottimizzati.

Phil Schultz – Vicepresidente senior, direttore generale, On Demand & Plastics, 3D Systems

Nel prossimo anno, ritengo che vedremo importanti progressi per la stampa 3D plastica per quanto riguarda i materiali e la post-elaborazione. Credo che il più grande cambiamento che vedremo sia la consegna di materiali termoindurenti che si comportano più vicino ai termoplastici. Avremo materiali resistenti che non sono fragili, gestiscono alte temperature e producono parti durevoli che hanno una lunga durata. Il prossimo passo chiave sarà spostare i polimeri oltre la prototipazione in più applicazioni di tipo produttivo. Con nuovi materiali e proprietà migliorate, ciò che è realizzabile è assolutamente rivoluzionario.

La post-elaborazione è un’altra area di sviluppo chiave per l’intero settore della stampa 3D, in particolare quando industrializziamo la produzione additiva. Sostenere la rimozione, la cura, il lavaggio: queste sono tutte aree importanti da sviluppare. Come settore, alla fine dobbiamo essere preoccupati di consentire ai nostri clienti di creare parti; quindi, dobbiamo pensare all’intera catena del valore. Parliamo del potere della produzione additiva per ridurre il costo totale di gestione (TCO). Il TCO include l’intera catena del valore che comporta manodopera e post-elaborazione. E più siamo in grado di automatizzare questo processo, meglio è per i nostri clienti.


Rik Jacobs, Vicepresidente, Direttore generale, Dental, 3D Systems

Mentre guardiamo al nuovo anno, credo che vedremo un’adozione più ampia della produzione additiva nei laboratori e nelle cliniche dentali. Gli early adopter dimostreranno le capacità e i vantaggi di trasformazione di queste soluzioni, aprendo la strada alla maggioranza. Credo che continuando a introdurre tecnologie digitali più efficienti ed efficaci per la professione odontoiatrica, possiamo spostare le prospettive e le esperienze in modo che sia i medici che i pazienti ottengano maggiori soddisfazioni dall’erogazione e dal trattamento. L’obiettivo finale è migliorare l’igiene orale, e credo che il 2019 vedrà l’industria della stampa 3D fare passi da gigante nell’aiutare i professionisti dentali a raggiungere questo obiettivo.

Atha Ur Rahman Khan, Program Manager Imprenditore per la produzione additiva, e Dr.Jan Radtke, VP di New Business Accelerator, Cyient

Abbiamo osservato che l’ecosistema produttivo additivo ha preso una buona forma negli ultimi 3 anni. Speriamo di vedere un’ulteriore evoluzione di questo ecosistema con i fornitori di soluzioni che esaminano vari aspetti della tecnologia e della catena di approvvigionamento. Ad esempio, oggi c’è un enorme impulso nello sviluppo di soluzioni per garantire la tracciabilità dei lotti di polvere. Inoltre, l’analisi della compensazione della distorsione, il MES per la produzione additiva, lo sviluppo di polveri ad alte prestazioni e le soluzioni basate sull’intelligenza artificiale per prevedere i parametri di processo ottimali per una determinata combinazione di macchine per la polvere sono focalizzati su immensamente. Riteniamo che sentiremo molto di più su questi fronti nel 2019.

Un altro aspetto interessante è lo sviluppo di linee di produzione per la produzione additiva. Diversi fornitori di soluzioni stanno sviluppando sistemi che legano perfettamente le varie fasi della produzione additiva come la caratterizzazione delle polveri, la stampa, la post-elaborazione e il trattamento termico.

Tali sistemi sono finalizzati al raggiungimento della produttività e del controllo di qualità di livello industriale. Riteniamo che questo segmento vedrà un’enorme crescita negli anni a venire poiché sempre più OEM adottano la produzione additiva.

Jon Bruner, direttore della fabbrica digitale, Formlabs

Sono davvero entusiasta del ruolo che il design generativo può svolgere nell’espansione delle applicazioni e che rende lo sviluppo più accessibile ai professionisti nei campi adiacenti. La stampa 3D ha raggiunto un punto di sviluppo in cui stampanti e materiali professionali sono accessibili in termini di prezzo, esperienza utente e affidabilità. Detto questo, molti professionisti che potrebbero ottenere valore dalla stampa 3D non hanno le capacità di progettazione assistita dal computer necessarie per dare vita ai propri progetti. La mia speranza è che tra la progettazione generativa e i pacchetti CAD cloud-driven accessibili vedremo sempre più persone progettare e stampare le loro idee. Ogni giorno siamo sorpresi e deliziati dalle storie degli utenti che incontrano i nostri banchi a Formlabs, e non vediamo l’ora di vedere ciò che la nostra comunità costruirà nel 2019.

Neil Hopkinson, direttore della tecnologia, Xaar 3D

Penso che sia prudente fare il punto sulla crescita impressionante e continua di quest’anno di questo settore e considerare se tale crescita sia sostenibile o addirittura destinata ad aumentare ulteriormente. Guardando alle dimensioni annuali del settore riportate dai ricavi di prodotti e servizi, si osservano periodi ciclici di crescita di 8-10 anni seguiti da una breve flessione e, successivamente, come di consueto, con una crescita anno dopo anno.

Sin dall’inizio di questo settore ci sono stati due di questi cali; uno nei primi anni e un altro nel 2009 – entrambi i tuffi erano la conseguenza di forze economiche globali più ampie. Un fattore chiave per fornire conforto in questo settore è l’ampiezza di taglio delle tecnologie fornite e delle applicazioni servite; se la bolla scoppia in una verticale ci sono molte altre applicazioni pronte a trarre beneficio dalla stampa 3D / produzione additiva.

È quindi ragionevole supporre che, a meno che l’economia globale non subisca una recessione inattesa, questa crescita impressionante di questo settore, pari a circa il 20% su base annua, continuerà.

Michael Seal, Business Development Manager per la produzione avanzata e testine di stampa 3D, Xaar Plc.

La mia speranza personale sarebbe quella di vedere un ampliamento delle opportunità all’interno dello spazio 3D e AM attraverso l’aumento delle prestazioni dei materiali e l’apertura di modelli commerciali per l’adozione della tecnologia.


Dayton Horvath, Principal, NewCap Partners

Venture Investment continuerà a crescere man mano che le nuove startup tecnologiche cresceranno al di là del minimo prodotto redditizio e M & A continuerà con le acquisizioni di provider di servizi e tecnologia come negli anni passati. Una maggiore attenzione al software, alla connettività e ai servizi rapidi supporteranno gli utenti finali additivi e stimoleranno la crescita in nuovi mercati. I grandi materiali e le società chimiche consolideranno posizioni strategiche in materiali e processi stampabili in 3D, ma rimarranno scollegati dai più ampi flussi di progettazione e produzione del software.

Ric Fulop, CEO, Desktop Metal

Predizione n. 1: la stampa 3D in metallo diventerà notevolmente più accessibile.

Gli ultimi due anni hanno visto molti progressi tecnologici nella scienza dei materiali, nell’hardware e nel software incentrati sulla qualità delle parti, sui costi di sistema e sulla facilità d’uso. Il 2019 vedrà la consegna di centinaia di sistemi di stampa 3D in metallo a un prezzo inferiore a $ 200k. Quello che stiamo vedendo con i nostri primi utenti è che mentre la stragrande maggioranza ha stampanti di plastica, il Desktop Metal Studio System è la prima stampante di metallo che stanno portando nelle loro strutture, citando l’eliminazione di laser e polveri sfuse come un driver chiave di adozione.

Crediamo che ciò che stiamo vedendo nella stampa 3D in metallo sia analogo alla rivoluzione dei PC che ha portato il computing alle aziende grandi e piccole. Mentre concludiamo la spedizione del 2018 di 10 sistemi di studio completi a settimana, stiamo aumentando la produzione per soddisfare la domanda in rapida crescita. A giudicare dai primi centinaia di ordini, è interessante notare che la domanda di questa tecnologia si estende a un’ampia gamma di settori e aziende grandi e piccole.

Predizione 2: prime spedizioni commerciali della “macchina da stampa 3D”.

La stampa è stata senza dubbio uno degli eventi più influenti del secondo millennio, rivoluzionando la comunicazione di massa. Nel 2019, vedremo una nuova classe di sistemi di stampa in metallo che promettono il 3D – senza attrezzi, geometria complessa, consolidamento degli assemblaggi – pur rivaleggiando con i parametri di produttività dei processi di produzione di massa convenzionali – ad esempio, fusione, stampaggio, lavorazione. Ordini di grandezza più veloci delle attuali stampanti 3D in metallo, queste “macchine da stampa 3D” trasformeranno rapidamente il settore manifatturiero multimiliardario.

Siamo entusiasti di ciò che 2019 ha in serbo, compresa l’installazione del primo sistema di produzione di metalli desktop, la stampante metallica più veloce al mondo, in una società Fortune 500. Inoltre, nel corso del 2019, le principali installazioni automobilistiche presso i maggiori produttori automobilistici, per impieghi gravosi e di parti metalliche di primo piano seguiranno un’ampia disponibilità nel 2020.

Siamo ad un punto di inflessione rispetto all’adozione di strumenti di progettazione generativa – software ispirato all’approccio evolutivo della natura al design. Ciò è determinato sia dalla maturità degli strumenti software, sia dalla capacità della stampa 3D in metallo di creare la complessa geometria dei progetti altamente ottimizzati.

I parametri generali di come appare una soluzione completa stanno diventando sempre più chiari:

Deve integrarsi perfettamente con gli strumenti CAD e i flussi di lavoro esistenti per semplificare il processo di definizione dei parametri di input, al fine di ottimizzare un modello preesistente o generare un nuovo progetto da zero.

Gli utenti devono essere in grado di interagire con l’ambiente di simulazione e il design stesso per vedere l’impatto delle loro modifiche in tempo reale. Ciò consente una più efficiente iterazione e esplorazione della progettazione.

La voce di Desktop Metal in questo campo è Live Parts, uno strumento di progettazione generativa accelerato dalla GPU che crea design di parti più forti e leggeri che sfruttano la flessibilità geometrica esclusiva della stampa 3D, il tutto in pochi minuti. Sebbene questi siano i primi tempi, stiamo già assistendo a centinaia di applicazioni in aziende di livello mondiale in un’ampia gamma di settori, tra cui automobilistico, consumer, aerospaziale e altri.

André Thiemann, Responsabile globale delle applicazioni, SLM Solutions Group AG

Il 2019 porterà sempre più applicazioni seriali, anche per i prodotti di uso finale. Spero che gli standard generali supporteranno l’integrazione della tecnologia. L’adozione di standard comprovati accelererà l’adozione dal momento che più OEM si fidano e investono nella tecnologia. Prevedo che al software che supporta la produzione additiva sarà dato più peso nello sviluppo del processo per contribuire a creare soluzioni di produzione più olistiche e integrate.

Greg Mark, CEO, Markforged

Il 2019 è l’anno in cui la stampa 3D su metallo diventa mainstream. Nel 2018, centinaia di aziende hanno iniziato a utilizzare il sistema Markforged Metal X, consentendo loro di stampare parti metalliche a un costo inferiore rispetto al passato. Mentre convalidano le parti realizzate su questo sistema economico, si sposteranno verso la produzione di parti metalliche di uso finale su scala sempre più grande con molti tipi di metalli.

.
Joseph Crabtree, CEO, AM Technologies

Speriamo che l’impegno attivo e acquisito dei fornitori di materiali e sostanze chimiche aumenti. Queste aziende occupano una posizione strategica dalla quale possono spingere e trainare l’industria verso tassi di adozione della tecnologia mai visti prima.

Daghan Cam, CEO, AI Build & Kadine James, Creative Tech Lead e Chair of Women in 3D Printing Regno Unito, Hobs Studio

Nel 2019, sperimenteremo l’emergere di nuove categorie di prodotti e persino di aziende completamente nuove che si affidano alla stampa 3D per la produzione di massa. Meno di un decennio fa era difficile immaginare mobili o edifici stampati in 3D. Oggi siamo in grado di trasformare 5 kg di rifiuti oceanici in un mobile funzionale in 5 ore grazie ai progressi della stampa 3D, della robotica, della scienza dei dati e della scienza dei materiali. Il nuovo anno ci porterà un passo più vicino alle fabbriche del futuro dove tutto è fabbricato su richiesta, in modo autonomo, senza spreco di materiale “.

Vedremo anche la personalizzazione di massa e una maggiore personalizzazione dei beni di consumo tra cui scarpe, cioccolato e vestiti con la possibilità di stampare in 3D a casa.

Il processo di stampa 4D continuerà anche a crescere consentendo la produzione di oggetti “intelligenti” che hanno la capacità di auto-assemblare o modellare il turno quando esposti a stimoli diversi.


Romain Kidd, CEO, MyMiniFactory

Più accessibilità con Click & Print e altre soluzioni chiave che rendono più semplice per gli utenti non tecnici godere di oggetti unici, più designer che fanno soldi dalle loro creazioni, un grande marchio di giocattoli lancerà una stampante 3D desktop.

Dean Franks, responsabile delle vendite globali, produzione additiva, Autodesk

Il 2019 vedrà una maggiore convergenza tra progettazione e produzione con particolare attenzione al design per la produzione additiva. Autodesk Generative Design continuerà a concentrarsi sull’esplorazione del design consentendo agli utenti di prendere in considerazione le opzioni nei metodi di produzione, nei materiali e nell’impatto sul business.

Vedremo software abilitare una soluzione più olistica del flusso di lavoro dal concetto alla stampa che accelererà l’adozione della stampa 3D. Vedremo più applicazioni di produzione di produzione additiva sia per polimeri che per metalli dove la produzione additiva sostituisce la produzione convenzionale.

Anticipiamo flussi di lavoro di produzione ibridi in cui i processi additivi e sottrattivi vengono utilizzati per produrre la parte finale. I mercati aerospaziale, medico e dentistico continueranno a crescere ma i prodotti di consumo, i macchinari industriali, l’industria automobilistica e le applicazioni di utensili emergeranno come opportunità di crescita.

Bertrand Humel van der Lee, Chief Customer Operations Officer, EOS

Nel 2019 sarà fondamentale per le industrie aerospaziale, automobilistica e sanitaria ottenere il massimo dalla stampa 3D per competere. La produzione additiva ha già fatto il suo nome in queste industrie, la chiave sarà ora passare dalla prototipazione alla fase di preproduzione e di produzione.

La stampa 3D consente una progettazione iterativa, una maggiore flessibilità e lo sviluppo di prodotti e parti su misura, che è particolarmente importante per le aziende che operano in questo spazio. Ad esempio, con un invecchiamento della popolazione a livello globale, prevediamo che la stampa 3D all’interno del settore sanitario si diffonda, in quanto vi è un aumento della domanda di assistenza sanitaria e trattamenti personalizzati, nonché di dispositivi medici personalizzati stampati in 3D.

L’aumento del protezionismo e dei conflitti commerciali avrà un impatto sulla catena di approvvigionamento globale verso il decentramento e la regionalizzazione della produzione. Le aziende che adottano tecnologie intelligenti come AM per stampare parti e componenti in 3D sono in grado di ridurre i costi, i processi e i tempi di produzione attraverso la riprogettazione e l’integrazione delle parti. Ciò rende anche la produzione nazionale più pratica rispetto all’importazione dall’estero.

L’industria è al punto di non ritorno e 2019 rappresenta un’opportunità per i produttori e le aziende di abbracciare la stampa 3D in tutto il loro processo di produzione. Con la giusta combinazione di tecnologia, competenze e competenze, il Regno Unito ha l’opportunità di competere a livello globale e rafforzare la sua affermazione come centrale elettrica di produzione.


Aleksander Ciszek, cofondatore e CEO, 3YOURMIND

Nel prezzo di produzione di serie AM, non c’è più una corsa verso il basso. L’industria manifatturiera additiva diventerà più consolidata e assomiglierà sempre più ad un ecosistema tradizionale OEM. Costruire relazioni a lungo termine tra fornitori e produttori, accordi di acquisto permanenti e attenzione ai processi di controllo della qualità diventeranno priorità.

Nel 2019 vedremo un forte aumento degli standard tecnici stabiliti da aziende come DIN e TüV in Europa e ASTM, ANSI, UL e SAE negli Stati Uniti. Questi standard aumenteranno il numero di parti AM nelle applicazioni del mondo reale.

Prevediamo inoltre un rapido sviluppo degli standard dei dati tra il software di controllo e le macchine di produzione additiva. Molti produttori di macchine AM aggiuntivi hanno aperto l’accesso alle API nel 2018. Tali flussi di dati dovranno essere standardizzati per rendere efficiente il monitoraggio e trasferire più rapidamente i dati dai sistemi ERP, dal software di gestione degli ordini e dalla produzione. Ciò rispecchierà i cambiamenti che abbiamo già visto nell’implementazione industriale delle attrezzature di fresatura CNC.

In breve, il 2019 riguarderà la standardizzazione per consentire l’industrializzazione di AM per la produzione in serie.

Xavier Martínez Faneca, CEO, BCN3D Technologies

Sicuramente quest’anno sarà pieno di innovazioni e di entusiasmanti collaborazioni, che riflettono l’importanza della stampa 3D nella quotidianità di molte aziende. In parallelo, senza lasciarlo da parte per la sua grande importanza, i produttori devono continuare a lavorare per capire l’utente in questa fase di crescita della produzione additiva.

Sarà necessario fare attenzione non solo all’hardware, ma all’intero ecosistema che lo accompagna. Inoltre, l’importanza che i mercati verticali hanno acquisito per mesi comporterà un’indagine approfondita con l’obiettivo di fornire soluzioni specifiche migliori per i settori interessati. Per raggiungere questi obiettivi sarebbe obbligatorio lavorare a stretto contatto con i produttori di materiali per implementare tutti i nuovi sviluppi materiali nelle nostre soluzioni.

Rush LaSelle, Senior Director of Digital Manufacturing, Jabil

Nel 2019, osserveremo una maggiore attenzione sull’integrazione delle piattaforme software con i piani di fabbrica per realizzare la promessa di Industry 4.0. Poiché la produzione additiva continua a dimostrarsi al pari delle più tradizionali tecnologie di produzione, la promessa del digitale consentirà di ottenere livelli più elevati di investimento aziendale. Con una maggiore affidabilità di produzione e sistemi di processo e di qualità più robusti, la distribuzione di applicazioni industriali prolifererà.

Vedremo anche una maggiore collaborazione e consolidamento attraverso l’industria manifatturiera additiva, specialmente se i mercati finanziari gireranno. Grandi operatori e fornitori di piattaforme IT continueranno a collaborare per fornire soluzioni di produzione agili a OEM e consumatori.

Un sottoinsieme di agenzie di servizi rappresenterà obiettivi di consolidamento e acquisizione da acquirenti strategici che desiderano percorsi per rispondere a esigenze industriali di volume elevato e per fornire la copertura geografica necessaria per conseguire la reattività della catena di approvvigionamento richiesta dai consumatori collegati.

Abbiamo osservato applicazioni caso-angolo in ambito medico e odontoiatrico che illustrano come la produzione additiva possa comprimere le catene di approvvigionamento e ridurre i costi dei prodotti offrendo allo stesso tempo soluzioni migliori per i consumatori. Con le curve di costo che convergono con le tecniche di produzione tradizionali, siamo fiduciosi sui nuovi modelli di business e sui paradigmi di produzione che continueranno ad emergere intorno alla produzione additiva nel prossimo anno.


Shon Anderson, CEO, B9Creations

I clienti ci dicono che per realizzare appieno i progressi e il ritorno sull’investimento richiesti dal mercato di oggi, hanno bisogno di soluzioni adatte alla loro applicazione, al budget e al flusso di lavoro di produzione. L’industria deve affrontare la sfida.

Sylvia Monsheimer, responsabile del segmento di mercato New 3D Technologies, Evonik

Nel 2018 sono apparse alcune nuove promettenti tecnologie di stampa 3D e quelle esistenti sono state adattate a operazioni più veloci. C’è un enorme movimento nella stampa 3D in questo momento. Notiamo alcuni primi segnali di una tecnologia dirompente non ancora matura, ma sicuramente in arrivo forse nel 2019.

Greg Thompson, Global Product Manager, stampa 3D, Protolabs

Sulla scia degli investimenti e dell’innovazione del 2018, prevediamo che le applicazioni di produzione per uso finale si estendano al di là di settori specializzati come quello aerospaziale e medico. Sarà inoltre interessante vedere le parti iniziali che arrivano sul mercato da alcuni dei più attesi lanci di prodotti orientati alla produzione, in particolare nei metalli.

Una tendenza che prevediamo di sentire di più nel 2019 è il filo digitale. Gli sforzi dietro formati di file, software di produzione, e i vantaggi di crittografia, sicurezza e analisi della blockchain stanno rapidamente convergendo.

Nel complesso, prevediamo che il 2019 sarà un altro anno di grande interesse, energia e crescita per la stampa 3D.

Chris Connery, vice presidente di Global Analysis, CONTEXT

Sarà interessante vedere come i “pre-annunci” di prodotti e tecnologie continuano a sconvolgere il panorama competitivo. La tecnologia MultiJet Fusion di HP ha colpito il mercato molto prima che iniziassero a essere spedito, una tendenza che HP sembra sperare di nuovo con il lento lancio della loro tecnologia Metal Jet.

Formnext ha visto una moltitudine di pre-annunci, tra cui la presa in giro da parte di EOS della sua prossima tecnologia a polvere polimerica LaserPro Fusion. La buona notizia è che questa tendenza di one-upmanship non è stata solo l’esagerazione del settore, ma in realtà ha portato a una crescita reale.

Le spedizioni per stampanti 3D di classe INDUSTRIAL (quelle che vendevano per $ 100K +) sono aumentate del 22% nel 2017 e sono in grado di vedere una crescita delle spedizioni del 27% + anno su anno quando anche il 2018 è nei libri. Le proiezioni previsionali mostrano che l’industria globale della stampa 3D globale ha un ritmo di crescita superiore a $ 8B + del fatturato totale nel 2019 e oltre $ 18B + nei prossimi 5 anni con le nuove tecnologie in arrivo nel 2019 necessarie per contribuire a rendere tali previsioni una realtà e rafforzare ulteriormente l’AM. l’industria nel più ampio mercato globale di produzione $ 12T.

Simon Fried, Presidente, Nano Dimension USA, Inc

Nel 2019 si può quasi certamente ipotizzare una continua crescita del settore della stampa 3D nel suo complesso. Ci sono molte opportunità in futuro.

L’avanguardia dei finanziamenti per la ricerca sulla stampa 3D sta portando a nuovi entusiasmanti approcci che provengono da Lawrence Livermore National Labs, UTEP e Fraunhofer, nonché da aziende nuove e vecchie.

Il 2019 vedrà l’introduzione di prodotti da diverse aziende di stampa 3D in metallo e una maggiore adozione da parte dell’industria. Non è solo la continua evoluzione tecnologica della stampa 3D a mostrare la promessa, le parti di produzione continueranno a diventare sempre più comuni nei telai delle macchine e nei settori automobilistico e della difesa.

A Nano Dimension ci aspettiamo che crescerà anche l’elettronica prodotta in modo additivo. La produzione additiva è in corso per produrre parti di maggiore robustezza, maggiore complessità e maggiore valore funzionale. Con la capacità di ridurre i numeri di parte, combinare la funzionalità elettrica e meccanica e interrompere le catene di valore, questo è un settore che ha già risposto al “se?” domanda.

L’attuale domanda dovrebbe essere “quanto?”. Quanto di un prodotto finale può e deve essere stampato in 3D? Può essere che l’incertezza che circonda le tariffe commerciali globali sia una considerazione sgradita per le nuove imprese, ma ci si può aspettare che aggiunga più carburante alla stampa 3D con le opportunità di una produzione più distribuita e la disintermediazione della catena di fornitura diventi ancora più allettante.

Con questa crescita dell’adozione del settore arriva un’accelerazione della richiesta di qualifiche e standard, sia per i materiali che per i processi. Man mano che sempre più materiali e processi di produzione additiva vengono approvati per le produzioni, gli ostacoli all’adozione continueranno a diminuire. Maggiori risultati e il crescente coinvolgimento di aziende più grandi, sia come utenti che come fornitori di tecnologia, fanno ben sperare per l’additivo nel 2019.

In sintesi, questo è ora un settore molto più saggio e maturo con più che mai da offrire. I materiali in gomma / carbonio / acciaio / conduttivi e dielettrici stanno iniziando a colpire la strada e la stampa 3D mostra segni di reale trazione.

Janet Kar, COO, Link3D

Nel 2019, ci auguriamo che l’industria continui a collaborare strettamente per consentire agli OEM di costruire e scalare le loro capacità di produzione additiva a livello aziendale.

Scott Sevcik, Vicepresidente di Manufacturing Solutions, Stratasys

Nel prossimo anno assisteremo alla maggiore adozione di standard nel settore. Stratasys ha già importanti OEM e fornitori Tier-one che spingono le specifiche nella catena di fornitura. In questo modo, il mercato è destinato a sperimentare un notevole aumento delle parti stampate in 3D. E sta già accadendo in settori chiave come l’aerospaziale, dove parti stampate e certificate in 3D stanno volando sugli aerei oggi.

Gina Scala, direttore di Global Education, Stratasys

Materiali, materiali, materiali … Con l’emergere di nuovi casi d’uso per la stampa 3D, anche i materiali li supporteranno in modo raffinato e professionale. Che si tratti di colori, valori di costa, nuovi materiali compositi o biomateriali, l’innovazione porterà avanti questo settore nel 2019 e oltre.

.
Blake Courter, VP of Product, nTopology

Ora che il design additivo funzionale è entrato nello spirito del tempo, mi aspetto che più ingegneri utilizzeranno la tecnologia per aumentare le prestazioni di produzione e la competitività. Oltre a progettare parti leggere e rigide, gli ingegneri potrebbero voler progettare conformità, smorzamento delle vibrazioni, CG e inerzia, porosità, solubilità e altri fattori. Sfortunatamente, i fornitori CAD e additivi hanno fatto ben poco per colmare le lacune tra CAD e parte. Ad esempio, la maggior parte dell’ottimizzazione FEA e dell’ottimizzazione della topologia CAD utilizza solutori statici su elementi semplici con proprietà isotropiche, un modello non adatto a qualsiasi processo additivo.

La diversità dei processi additivi, i potenziali materiali di base, le proprietà bulk desiderate, le topologie come reticoli, TPMS e schiume, così come tutte le sfumature dei diversi processi creano una miriade di possibilità che non possono essere regnate con gli strumenti CAD tradizionali. L’unico modo per ottenere il controllo di questi processi sarà per gli ingegneri di produzione per bloccare flussi di lavoro specifici e distribuirli alle loro organizzazioni. Stiamo vedendo queste sfide di prima mano dai nostri clienti, per i quali abbiamo creato una nuova piattaforma di calcolo per tali applicazioni.

Jakub Rozpendowski, Business Executive, 3D-Lab.pl

Indubbiamente, l’anno scorso ha dimostrato che le soluzioni AM stanno diventando sempre più popolari come strumento di produzione di base. Ad esempio, abbiamo avuto la possibilità di implementare alcuni sistemi di produzione di metallo per gli impianti medici di nuova generazione e rivoluzionare i laboratori dentali. Ci sono stati anche importanti aggiornamenti della produzione di pezzi in plastica di piccole e medie dimensioni. Un buon esempio è la soluzione di Figura 4 di 3D Systems, che combina la produzione digitale veloce e la post-produzione allo stesso tempo.

Attualmente, c’è una tendenza nel mercato a concentrarsi sulla complessità delle soluzioni. Un buon esempio è il Metal FAB di Additive Industries che può passare automaticamente attraverso ciascuna fase della produzione a partire dalla stampa 3D attraverso la depolverazione, il trattamento termico e la lavorazione. Tutto combinato in un’unica macchina.

Un altro buon esempio è DMP ProX350 di 3D Systems che offre un sistema di monitoraggio della produzione di alta qualità, stampa 3D in metallo e gestione delle polveri

Keyvan Karimi, CEO, AMFG

Nel 2019 prevediamo sviluppi continui su tutto lo spettro del software, dell’hardware e dei materiali, con particolare attenzione alla preparazione della produzione AM. Una parte fondamentale di ciò sarà la ricerca di modi per automatizzare i processi di routine, dalla gestione del flusso di lavoro alla post produzione, aree in cui il software svolgerà un ruolo fondamentale.

Filemon Schoffer, cofondatore e CMO, 3D Hub

La produzione digitale e in particolare la stampa 3D consentono la gestione della catena di approvvigionamento digitale. Con tassi di adozione più elevati della stampa 3D tra le aziende, vediamo il prossimo passo nello sviluppo verso l’adeguamento dei processi di sourcing delle parti all’interno delle aziende per beneficiare del potenziale della stampa 3D; produzione locale on demand di parti a basso volume (in particolare prototipi e pezzi di ricambio)

I sistemi di stampa 3D in metallo sono in aumento. Sistemi Metal Jet e Metal Metal Metal System di HP. Particolarmente interessante per le industrie aerospaziale e del petrolio e del gas. Inoltre, Stratasys ha annunciato che stanno lavorando sulla tecnologia Layered Powder Metallurgy (LPM). 3D Systems e Optomec stanno lavorando su stampanti ibride additive e sottrattive

Max Friefeld, CEO, Voodoo Manufacturing

Siamo entusiasti di tutte le nuove stampanti 3D in metallo e in polvere per arrivare finalmente sul mercato e continuare a ridurre i costi della stampa 3D su scala industriale.

Le stampanti desktop su tutta la linea continuano a migliorare e a divorare la quota di mercato delle macchine costose di fascia alta per le esigenze di prototipazione run-of-the-mill.

Gli studenti di design e ingegneria che hanno avuto accesso alle stampanti 3D da quando hanno iniziato l’università stanno entrando nel mondo del lavoro e siamo entusiasti di vedere quali innovazioni apportano alla forza lavoro. Pensiamo che i cicli di progettazione e innovazione dell’hardware si accelereranno ancora di più quest’anno e inizierai a vedere più prodotti di consumo con componenti stampati in 3D nel mondo.

Dr. Joseph DeSimone, CEO, Carbon

Nel 2019, l’industria continuerà il rapido movimento verso la produzione di massa su scala globale. L’industria comincerà a vedere lo stampaggio a iniezione come la macchina da stampa della produzione e guarderà alle soluzioni digitali. Mentre sempre più aziende iniziano a comprendere il vero valore di Carbon Digital Light Synthesis ™ come una soluzione di produzione di massa, continueremo a vedere una crescita esponenziale con industrie come l’industria aerospaziale / difesa che entrano in ribalta mentre altre, come l’industria automobilistica, l’assistenza sanitaria e i beni di consumo , continua ad espandere il loro uso della tecnologia. Con quella crescita arriverà una vasta gamma di nuovi materiali per affrontare nuovi tipi di applicazioni. In Carbon, lavoriamo a stretto contatto con ciascuno dei nostri clienti e partner per comprendere le loro esigenze individuali e sviluppare nuovi materiali che possono essere utilizzati per produrre parti durevoli, funzionali e di uso finale. Nel 2018, abbiamo sviluppato diversi nuovi materiali per spingere ulteriormente in settori come l’assistenza sanitaria, i beni di consumo e l’industria automobilistica, e continueremo a sviluppare materiali più innovativi nel 2019. Mentre lo faremo, saremo ponderati nel modo in cui li sviluppiamo e nella nostra speranza è che l’industria lavorerà insieme per stabilire standard e coordinamento quando si tratta di sostenibilità per la produzione digitale. Vogliamo assicurarci di creare un futuro sostenibile e siamo in una posizione davvero unica per farlo. C’è una grande opportunità qui per noi per creare qualcosa che possa avere un impatto duraturo, e Carbon si impegna a farlo nel 2019 e oltre. In totale, questi progressi nella capacità consentiranno al tradizionale settore 3DP / AM di passare da un modesto settore da $ 10 miliardi a un multi-cento miliardi di juggernaut di produzione digitale!


Christoph Schell, presidente della stampa 3D e della produzione digitale, HP Inc.

La speranza non è una strategia! I nostri piani per il 2019 prevedono che vedremo l’impatto accelerato della produzione digitale prendere piede sotto forma di applicazioni di produzione, in particolare nei settori automobilistico, industriale e medico . La produzione digitale su scala richiede la ripetibilità e la qualità delle parti per rivaleggiare con quelle dello stampaggio a iniezione. Continueremo a spingere le nostre tolleranze e capacità di elaborazione non solo per superare quelle della categoria 3D, ma anche per la produzione nel suo complesso. Nuovi materiali guideranno nuove applicazioni e mi aspetto che vedremo designer e ingegneri continuare a esplorare i vantaggi delle funzionalità a livello di voxel per incorporare dispositivi collegati, sensori e proprietà variabili in nuove applicazioni. Credo che nel prossimo anno i clienti continueranno a spingere i limiti delle prestazioni e della produttività delle soluzioni HP, sia in plastica che in metallo.

Johannes von Borries, socio amministratore, Unternehmertum Venture Capital Partners GmbH

La tendenza che vedo nella stampa 3D è la fusione della stampa 3D con IoT.

Mentre la stampa 3D si sta spostando dai prototipi alle produzioni di primo volume (ad es. BMW ha le prime parti stampate in 3D nelle proprie auto), è necessario spostare anche l’attrezzatura e la catena di produzione completa dalle operazioni manuali al funzionamento completamente automatico. Poiché si tratta di un approccio in campo verde, è possibile utilizzare gli ultimi standard IoT per collegare le stampanti e le apparecchiature di post-elaborazione con un livello di automazione e flusso di lavoro. Ciò consentirà una catena di produzione digitale quasi completa che non è possibile con i processi di produzione stabiliti a causa delle apparecchiature installate precedenti.

Andy Kalambi, Presidente e CEO, RIZE Inc.

L’esecuzione sarà di primaria importanza nel 2019. Molte aziende di stampa 3D sono entusiaste dell’innovazione, ma alcune di queste aziende non ce la faranno; questa è la natura di qualsiasi industria. Le aziende che eseguono bene avranno successo. Ciò significa macchine e tecnologia che mantengono le promesse, team di gestione orientati a risolvere i problemi dei clienti e una tecnologia facile da usare sia per gli utenti esperti che per quelli esperti.

Inoltre, si intensificherà la recente tendenza a creare fiducia in parti funzionali stampate in 3D con marcature sicure, come i codici QR. La stampa 3D è una tecnologia digitale, non solo una tecnologia fisica, che combina il virtuale e il reale. Gli utenti guarderanno alla stampa 3D più informazioni digitali in parti per autenticità, tracciabilità e conformità e quindi estrarranno tali informazioni su richiesta. Questo diventerà una grande area di attenzione mentre le persone cercano di risolvere i problemi nelle aree del servizio, della produzione e dell’ingegneria.

La maggior parte dell’innovazione nel 2019 sarà guidata dall’ibridazione , non solo dalle principali tecnologie di stampa 3D. Questa tendenza nella produzione additiva ha iniziato a emergere nel 2018. Vedremo più stampanti 3D diventare tecnologie ibride con la possibilità di combinare diversi materiali nella stampante 3D per creare nuovi materiali digitali per uno scopo specifico, come proprietà elettricamente conduttive e molto altro .

Alessio Lorusso, CEO e fondatore, Roboze

Sicuramente ci saranno altri sviluppi, con l’obiettivo di aumentare la gamma di materiali, che sono disponibili per AM, in particolare materiali compositi.

Ci sarà più interesse nel settore sanitario (oltre il 21% di CAGR 2018-2024) e la produzione personalizzata rappresenterà lo stimolo delle tecnologie future.

Tutto il mercato è focalizzato sullo sviluppo di nuove soluzioni per accelerare i processi e ridurre i costi. In questo scenario, a mio avviso, il 2019 sarà l’anno della collaborazione, in cui più aziende specializzate nella stampa 3D e nell’elaborazione pre-post, concentreranno il loro know-how per offrire una soluzione completa per l’utente finale. Come nella produzione tradizionale, non è sempre possibile avere una parte perfetta con la finitura richiesta. Ciò ha portato l’utente a cercare procedure di finitura molto costose. Penso che con questo obiettivo di automazione industriale, ci saranno grandi potenzialità per il 2019.

Andre Wegner, fondatore e CEO, Authentise

Secondo tutti i conti, il 2019 dovrebbe vedere una continuazione della tendenza del 2018 verso un settore più lento e maturo. Sono entusiasta di vedere le prime macchine a serie di diodi lanciare sul mercato (Seurat dovrebbe essere in grado di inviare parti di test, mi auguro). Ma oltre a questo, il modo più alto che questa maturazione cristallizzerà è il consolidamento: mi è stato detto che ci sono oltre 160 startup in metallo da sole. Quel numero, se è vero, è insostenibile. Probabilmente vedremo una certa frammentazione del mercato per accogliere nuove tecnologie che, in un modo o nell’altro, sono più appropriate ad altre industrie, precedentemente sottostimate, con innovazioni in termini di velocità, volume di stampa, materiali e altro ancora. Altre start-up si dimenano e non riescono a raccogliere il capitale necessario.

Anche il software vedrà il consolidamento. Abbiamo tutti sentito il ritornello comune che ci sono troppi passaggi coinvolti nella realizzazione di una parte di realtà aggiuntiva. Il consumatore sta urlando per soluzioni integrate e la realtà è che per gli ingegneri è difficile continuare a imparare nuove interfacce e nuove imprese ad accettare nuove società: Boeing ha un contratto a lungo termine con Dassault, ad esempio. In breve: le startup sono svantaggiate e il mercato del software additivo è ancora piccolo. Aspettiamo di vedere il consolidamento nel 2019.

Scala: Ne abbiamo parlato per un po ‘, ma abbiamo visto i nostri primi clienti sfondare pezzi polimerici da 1,25 m / anno, mentre i nostri amici in metallo producono meno parti ma spesso maggiori entrate. Queste sono aziende guidate da relativamente pochi casi di utilizzo solidi. Considerati gli altri casi di utilizzo che abbiamo visto nella pipeline, mi aspetto che le aziende superino facilmente la soglia dei 3 milioni di parti / anno nel 2019. Le stelle di questo settore stanno semplicemente spingendo avanti, dando al settore reale slancio industriale.

Fried Vancraen, CEO, Materialise

Per il 2019, ci aspettiamo che i nuovi utenti continueranno a orientarsi verso la produzione additiva e vedremo un numero crescente di aziende spostare la produzione in AM o aggiungere AM al mix. Le introduzioni di nuovi prodotti porteranno il successo e il fallimento, ed entrambi sono fondamentali per questa crescita costante, con le opportunità di apprendimento che presentano. Non ci aspettiamo che il 2019 diventi un punto di flesso nella storia di AM, ma lo scenario è fissato per un altro anno di passi incrementali verso un futuro additivo. La lenta rivoluzione continua.

Be the first to comment on "le previsioni sulla stampa 3d 2019 2020 di 40 protagonisti del mondo"

Leave a comment