La Westinghouse installa componenti di carburante stampati in 3D all’interno di un reattore nucleare

La Westinghouse Electric Company ha installato con successo un dispositivo di collegamento del ditale stampato in 3D nella centrale nucleare di Exelon Unit 1 Byron come parte di un cambio di combustibile. È la prima installazione di questo tipo nell’industria nucleare.

“Westinghouse continua a essere all’avanguardia nello sviluppo delle ultime tecnologie per soddisfare la crescente domanda globale di elettricità con energia sicura, pulita e affidabile”, ha affermato Ken Canavan, Chief Technology Officer di Westinghouse. “Il nostro programma di produzione additiva offre ai clienti un design ampliato dei componenti che supporta maggiori prestazioni e costi inferiori, nonché l’accesso a componenti che non sono garantiti disponibili con i processi di produzione tradizionali.”

“La produzione additiva è una nuova entusiasmante soluzione per l’industria nucleare”, ha affermato Ken Petersen, vice presidente della divisione di combustibile nucleare di Exelon Generation. “L’approccio semplificato aiuta a soddisfare le esigenze del settore per un’ampia gamma di componenti patrimoniali essenziali a basso volume. Siamo orgogliosi di assistere a questo traguardo industriale con Westinghouse come nostro partner e di contribuire a dimostrare la fattibilità di questa tecnologia. “

La Westinghouse Electric Company è un produttore americano di centrali nucleari.

Be the first to comment on "La Westinghouse installa componenti di carburante stampati in 3D all’interno di un reattore nucleare"

Leave a comment