La PepsiCola e le lattine Black Panther

Black Panther e Stampa 3d : La PepsiCola  rivela i dettagli della campagna promozionale di quest’anno
Black Panther  della Marvel è  stato un grande successo all’inizio di quest’anno e la stampa 3D ha avuto un ruolo da protagonista nel design del costume . Inoltre,  Pepsi Cola  ha sfruttato la tecnologia per creare una serie in edizione limitata di lattine Black Panther , come visto a RAPID + TCT a maggio. Ora l’azienda ha rilasciato ulteriori dettagli sul processo per produrre le lattine, che prevedeva una maschera stampata in 3D creata da Protolabs .

Le lattine speciali, che comprendevano i personaggi principali del film, facevano parte di un kit promozionale che conteneva anche un tablet Samsung, fumetti, foto del dietro le quinte, un cartone luminoso con LED intelligenti e, naturalmente, il nero stampato in 3D. Maschera di pantera che si adatta alla lattina.

“Gran parte di questo kit è stato ispirato dai costumi e dai personaggi del film”, ha dichiarato Andrew Phinney, tecnico di packaging R & D di PepsiCo. “È stata per noi un’opportunità entusiasmante incorporare nuove tecnologie per sviluppare trame uniche, grafica, elementi dimensionali e illuminazione per dare vita al kit.”
Phinney ha guidato lo sviluppo tecnico della maschera, e lui e il suo team si sono trovati di fronte alla sfida di produrre una forma complessa economicamente a basso volume, dato che stavano per realizzare solo 250 dei kit promozionali.

“Considerate le caratteristiche dettagliate della maschera e il volume relativamente ridotto delle parti, sapevamo fin da subito che la stampa 3D sarebbe stata il processo di produzione più adatto per questo progetto”, ha affermato Phinney. “I volumi non erano abbastanza alti da giustificare l’investimento in uno stampaggio a iniezione e ci è piaciuta la libertà di progettazione offerta dalla stampa 3D.”
Per i prototipi della fase iniziale, sono state utilizzate stampanti FDM 3D interne per alterare il design della maschera originale in modo che fosse allineata con il disegno sulla confezione e adattata saldamente su di essa. Il team ha quindi iniziato a considerare quale tecnica di stampa 3D utilizzare per prototipi successivi e, in definitiva, per la produzione. Hanno deciso di provare le tecnologie CLIP, SLS e Multi Jet Fusion e alla fine si sono affidati a Multi Jet Fusion grazie al basso costo, all’elevata risoluzione e all’eccellente finitura superficiale.

“Quando abbiamo ricevuto la parte Multi Jet Fusion era chiaro che questa tecnologia avrebbe soddisfatto i requisiti estetici che avevamo delineato all’inizio del processo di progettazione”, ha affermato Phinney. “La parte non solo ha un aspetto eccezionale, ma è anche il processo più economico tra le tre tecnologie finali che abbiamo considerato. Dal momento che il barattolo doveva essere un oggetto da collezione, volevamo una parte che potesse durare dai 10 ai 20 anni. Mentre altri processi come SLA e PolyJet hanno un’alta risoluzione, non c’era alcuna garanzia che avrebbero mantenuto il colore nero profondo e sarebbero potuti durare per diversi anni. ”

Le parti finali sono state stampate in 3D da Protolabs e sottoposte a una serie di test di compressione, vibrazione e caduta, che hanno superato, rimanendo saldamente sul barattolo. Poco prima della premiere della  Black Panther  , il kit promozionale è stato completato e inviato a centinaia di influenze online e ad altre persone coinvolte nel film. Secondo Phinney, ci sono voluti meno di sei mesi per concettualizzare, progettare e produrre il kit.

“Avevamo bisogno di un fornitore in grado di rispettare le nostre scadenze e Protolab ci ha fornito pezzi di qualità 3D stampati in tempo per tutto il progetto”, ha affermato Phinney. “Il successo della maschera Black Panther non solo dimostra le capacità dei Protolabs, ma il potenziale della stampa 3D per migliorare il design del packaging.”

Be the first to comment on "La PepsiCola e le lattine Black Panther"

Leave a comment