La nuova Original Prusa i3 MK3

Prusa Printers rilascia un hot end originale i3 MK3, la sua stampante 3D più smart

La Prusa Printers, la famosa società di stampanti RepRap 3D di Josef Průša, ha rilasciato una nuova stampante 3D. L’originale Prusa i3 MK3 che è dotata di un sensore di filamento, di un miglior letto magnetico MK52 e del Trinamic2130 con rilevazione dello spostamento dei livelli. Costa  749 dollari in  kit o   999 dollari  assemblata.

Quando si considera quanto poco si deve pagare in questi giorni per una stampante 3D desktop pienamente assemblata, è facile chiedersi se la comunità di RepRap, che include quegli utenti entusiasti che costruiscono stampe 3D da zero con disegni e componenti open source, abbiaun futuro particolarmente promettente .

È un dubbio che certamente ha ispirato Josef Průša, giovane pioniere che sta dietro la stampante Prusa RepRap 3D estremamente popolare, per formare un’azienda corretta che vende stampanti 3D sia in forma assemblata che in kit.

Prusa Printers è di base a Praga ed ha una caratteristica più commerciale rispetto  alle originali  RepRaps, ma la reputazione di Prusa è molto potente, con i produttori che elogiano la qualità delle stampanti 3D e ovviamente rimangono appassionati a sostenerla.

I fan di Prusa possono ora festeggiare, perché la società ha appena rilasciato l’Original Prusa i3 MK3, circa un anno e mezzo dopo il rilascio dell’ Original Prusa i3 MK2 . “Sembra molto simile, ma fondamentalmente tutte le componenti sono nuove e migliorate”, dice Průša. “Non fatevi ingannare dall’aspetto familiare!”

La MK3 è dotata di una serie di nuove funzionalità, ma la differenza preponderante tra questa stampante 3D e i modeli precedenti  è l’ intelligenza . Con un numero di sensori aggiunti alla stampante, gli utenti hanno ora meno probabilità del verificarsi degli errori di stampa, in quanto la stampante è ora pienamente consapevole del modo in cui il suo lavoro di stampa è in corso.

Uno di questi sensori è un sensore di filamento, non un aspetto non comune sulle macchine FDM, ma una caratteristica che arriverà sulla  MK3 sarà senza dubbio celebrata da un gran numero di devoti  RepRap. Il sensore di Prusa funziona usando i laser.

Il sensore di filamenti del MK3 rileva la presenza e il movimento

“Il nostro encoder ottico di filamenti non solo rileva la presenza di un filamento, ma anche il suo movimento”, spiega Průša. “Ciò significa che possiamo individuare l’esaurimento del filamento, mettere in pausa la stampa e chiedere all’utente di inserire una nuova bobina … ma possiamo anche rilevare il filamento incollato e offrire all’utente la possibilità di pulire l’ugello e continuare la stampa”.

Naturalmente, l’esaurimento del filamento è solo uno dei molti modi in cui è possibile confondere una stampa, e Prusa ha cercato di eliminare diverse altre cause di guasto, compresa la perdita di potenza causata dallo scollegamento accidentale. La funzionalità “Power Panic” di MK3 significa che la stampante 3D può riprendersi completamente da una completa perdita di potenza, senza dover utilizzare le batterie.

Funziona utilizzando un sensore per rilevare la tensione di rete. In caso di interruzione, la stampante 3D chiude immediatamente il riscaldamento e il riscaldamento dell’estrusore, lasciando così sufficiente alimentazione nei condensatori per memorizzare la posizione e smontare la testina di stampa dalla stampa. Quando ritorna il potere, la stampa può riprendere come normalmente.

Ma ci sono ancora più sensori! Per aumentare l’affidabilità, il team Prusa ha aggiunto sensori ai ventilatori di raffreddamento MK3. Questi possono misurare gli RPM e notificare a un utente qualsiasi un problema con le pale che potrebbe  causare problemi di stampa. Il ventilatore stesso è stato realizzato in collaborazione con lo specialista  del raffreddamento Noctua che fa base in Austria un ventilatore che non emette praticamente nessun rumore.

Sulla MK3  aumenta anche il numero di termistori da due a quattro. Oltre ai termistori a estrusore e termico, la nuova stampante 3D aggiunge un termistore per misurare la temperatura ambiente attorno all’elettronica e un altro incorporato nella punta della sonda PRO 2. Prusa afferma che queste aggiunte aiutano a migliorare la precisione.

Un altro grande cambiamento è l’interruttore a 24V. Questa potrebbe essere una mossa leggermente controversa, perché impedisce agli utenti MK2 di aggiornarla completamente alla MK3. Prusa ha cercato di compensare questo problema offrendo una versione “MK2.5”, che mette il maggior numero di componenti MK3 sul corpo MK2 e la società offre anche sconti agli acquirenti della MK2. Tuttavia, nonostante questa potenziale pellicola di banana, i 24V consentono alla MK3 di mostrare la sua nuova scheda madre RAMBo EINSY (chiamata dopo Einstein), sviluppata in collaborazione con Ultimachine.

Prusa dice che l’EINSY è “la scheda stampante 3D più avanzata in uso “, in quanto può monitorare il potere e rilevare i fusibili bruciati. Utilizza anche i driver TRINAMIC con tutte le funzionalità abilitate e accessibili tramite SPI.

Questi nuovi driver Trinamic2130 permettono 256 “microstep” e funzionano in silenzio. Possono rilevare i passaggi persi e gli strati spostati, cosa che consente di reimpostare e continuare la stampa senza influenzare il processo.

Altre nuove funzionalità includono un nuovo asse Y e un telaio migliorato, un estrusore Bondtech e un foglio di stampa in acciaio PEI rivestito in polvere, realizzato appositamente per la stampante, il suo materasso magnetico MK52, rimovibile e più duro rispetto alle incarnazioni precedenti.

“Questo è stato lo sviluppo più importante e più complesso della storia di Prusa Research,” spiega Průša . “Il nuovo hot end  magnetico MK52 ha incorporato dentro i grandi magneti . Questi sono costituiti da speciali lamine in acciaio inox rivestite con PEI “.

La MK3 costa 749 dollari in kit, o 999 dollari completamente assemblata. La MK2 rimarrà in vendita,  a 100 dollari in meno e gli utenti esistenti di Prusa riceveranno alcune opzioni di aggiornamento.

Alcuni clienti sono rimasti spiazzati da questa release improvvisa , soprattutto quelli che  avevno recentemente acquistato la  MK2. Tuttavia, il mood generale è positivo e ci si apetta una grande stampante 3d.

Caratteristiche originali della Prusa i3 MK3:

Sensore di filamento
Sensore di potenza
Sensore RPM e Noctua
Termostatore ambientale e PINDA 2 con resistore termistore
Scheda madre RAMBo EINSY
Trinamic2130 con rilevazione dello spostamento dello strato, stampe più veloci e silenziose
Nuovo asse Y
Estrusore Bondtech
Letto di stampa magnetico MK52
Foglio di stampa in acciaio inox PEI rivestito con polveri
Pronta per OctoPrint

Be the first to comment on "La nuova Original Prusa i3 MK3"

Leave a comment