La gru WASP la stampante 3D infinita

WASP , o World’s Advanced Saving Project, è un’azienda versatile con una portata che si estende a molteplici settori, dalla medicina al cibo e molto altro ancora. Ma quello che forse è diventato più famoso sono le sue stampanti 3D per la costruzione di grandi dimensioni, con le quali sta attualmente lavorando per stampare in 3D un intero villaggio . Negli ultimi due anni, l’azienda ha lavorato allo sviluppo di una nuova stampante 3D per la costruzione e la presenterà al pubblico il 6 e 7 ottobre prossimi, dove verrà costruito il villaggio di Shamballa.

La gru WASP, che è stata soprannominata “la stampante 3D infinita”, è un sistema di stampa 3D modulare con diverse configurazioni tra cui scegliere. Si è evoluto dal BigDelta 12M, ed è realizzato con gli stessi componenti, che possono essere assemblati e smontati per un facile trasporto. Il singolo modulo può lavorare in modo autosufficiente per stampare cemento, materiali naturali, ecc. Il modulo può quindi essere espanso aggiungendo traverse e bracci della stampante.

“Non è necessario” coprire “l’intera area coinvolta nella costruzione con l’area di stampa delle gru WASP perché possono essere riconfigurate e possono avanzare con atteggiamento generativo a seconda della crescita e della forma dell’edificio”, afferma WASP. “Più gru WASP, quando lavorano insieme, hanno un’area di stampa potenzialmente infinita e possono essere impostate dagli operatori in loco seguendo l’evoluzione del progetto architettonico.”
L’area di stampa del singolo modulo è di 6,60 metri di diametro per 3 metri di altezza. WASP Crane occupa un ingombro inferiore rispetto a BigDelta 12M senza ridurre l’area di stampa ed è progettato per stampare con materiali locali in loco con l’aggiunta di fibre naturali. È disponibile come parte del Maker Economy Starter Kit, che è stato introdotto due anni fa  e include tutto ciò di cui un utente ha bisogno per l’autosufficienza completa in 3D. Permette ai clienti di costruire i propri villaggi usando la stampa 3D, se lo desiderano.

La prima struttura stampata in 3D con la gru WASP si chiama Gaia Module, una minuscola casa abitabile completa di isolamento e rivestimenti. La struttura è stampata in 3D dal terreno, con gusci di riso e paglia aggiunti all’interno delle pareti stampate in 3D.

Un intero programma si svolgerà il 6 e il 7 ottobre attorno all’introduzione della gru WASP e del modulo Gaia. I visitatori che si recano a Shamballa potranno entrare e fare esperienza del modulo Gaia e potranno partecipare a sessioni informative sul villaggio di Shamballa, costruzione su larga scala e bioedilizia, idroponica stampata in 3D e altro ancora. Puoi saperne di più sull’evento qui .

Il villaggio di Shamballa è un progetto a lungo termine – dopo tutto non si può costruire un intero villaggio in un giorno – ma ha fatto progressi eccellenti, e la gru WASP è un’altra aggiunta all’arsenale di stampanti 3D che lavorano per costruire il prima città al mondo interamente stampata in 3D. WASP ha fatto cose davvero notevoli con le sue stampanti 3D, e ora l’azienda sta aprendo il suo sito al pubblico in modo che possano vedere i progressi compiuti e gli strumenti con cui chiunque può costruire i propri spazi di vita autosufficienti.

Be the first to comment on "La gru WASP la stampante 3D infinita"

Leave a comment