L’ Università Tecnica della Danimarca (DTU) ha acquistato una stampante 3D a cemento BOD2 da COBOD International

COBOD FORNISCE ALL’UNIVERSITÀ TECNICA DELLA DANIMARCA UNA STAMPANTE 3D PER COSTRUZIONI

L’ Università Tecnica della Danimarca (DTU) ha acquistato una stampante 3D concreta BOD2 da COBOD International per ricercare e sviluppare nuovi processi produttivi per l’industria delle costruzioni.

Malene Kirstine Holst, responsabile di laboratorio presso DTU, ha spiegato: “Siamo molto entusiasti di questo prossimo capitolo e non vediamo l’ora di vedere [ing] la stampante BOD2 installata nelle nostre strutture questa settimana.”

“Abbiamo prototipato per anni con piccole stampanti 3D, e siamo davvero entusiasti di ampliare le nostre strutture di stampa 3D presso DTU e sperimentare nuovi materiali. Prevediamo molto del BOD2 e non vediamo l’ora di sperimentare e sviluppare materiali, geometrie complesse e metodi di costruzione. “

La stampante 3D BOD2, che si dice sia la stampante 3D per costruzioni più grande al mondo, è un sistema gantry con diversi moduli. DTU ha acquistato i sistemi 5-4-2 di moduli. Ogni modulo ha una lunghezza di 2,5 metri e un’area di stampa di 12 per 10 per 4 metri. Dopo aver fornito una stampante 3D BOD2, COBOD sta anche formando un team presso DTU, che alla fine istruirà gli studenti a utilizzare la stampante con meno o senza supervisione.

All’inizio di quest’anno, la società di costruzioni sostenibile belga Kamp C ha acquistato una stampante 3D BOD2 per un’infrastruttura di stampa 3D di progetto da 1,6 milioni di euro per la città delle Fiandre . Secondo il COBOD, cinque giorni dopo la consegna e l’addestramento sul sistema a Kamp C, la società è stata in grado di operare e controllare il BOD2 in modo indipendente.

“La stampante è stata costruita entro i tempi stabiliti ed è stata testata e accettata da DTU”, ha dichiarato Henrik Lund-Nielsen, CEO di COBOD. Jakob Jørgensen, responsabile della tecnologia presso COBOD.

“La collaborazione tra mondo accademico e produttori è un passo fondamentale per sviluppare ulteriormente i processi tecnologici e di costruzione, quindi non vediamo l’ora di collaborare con il DTU”.

Inoltre, quest’anno, COBOD ha venduto un BOD2 alla società di costruzioni saudita Elite for Construction & Development Co , nel tentativo di migliorare l’economia e l’alloggio del paese.

Inoltre, COBOD ha siglato un accordo di distribuzione con 3DVinci Creations , un ufficio di servizi di stampa 3D con sede a Dubai. Il paese ha stabilito che entro il 2030 il 25% dei nuovi edifici negli Emirati Arabi Uniti sarà stampato in 3D.

Be the first to comment on "L’ Università Tecnica della Danimarca (DTU) ha acquistato una stampante 3D a cemento BOD2 da COBOD International"

Leave a comment