Kwambio Ceramo One la stampante 3D per la ceramica industriale che utilizza polveri di argilla

Kwambio presenta Ceramo One la stampante 3D per la ceramica industriale a base di goccioline.

Kwambio , una società di produzione di ceramica con sede nella città ucraina di Odessa, ha sviluppato una stampante 3D ceramica industriale che è più precisa delle stampanti 3D per ceramica desktop esistenti. La macchina, denominata Ceramo One, sarà disponibile per il preordine da gennaio 2018.

Fondata nel 2014, Kwambio è specializzata nella produzione additiva di prodotti in ceramica e metallo; negli anni passati ha stampato oltre 10.000 pezzi per i clienti. La società, con uffici a Odessa e New York, sta ora entrando nel mercato delle stampanti 3D con la presentazione della sua nuova stampante 3D la  Ceramo One.

Kwambio dice che è stato spinta a sviluppare la propria stampante 3D a ceramica quando ha riscontrato ritardi e lunghi tempi di produzione per i suoi ordini di ceramica utilizzando i sistemi additivi esistenti. In effetti, l’azienda afferma che era limitata su due fronti: le stampanti 3D in ceramica non offrivano una qualità sufficientemente alta per i pezzi che stava producendo, mentre usare le tradizionali stampanti 3D per creare uno stampo da fondere in argilla richiedeva troppo tempo per un processo .

La Ceramo One nasce quindi dalla necessità dell’azienda di produrre pezzi ceramici di alta qualità in modo tempestivo. Ora, e grazie a un investimento di circa  500.000 dollari da parte dell’ Empire State Capital Partners e Impulse VC, sembra che lo sviluppo della stampante sia completo.

Secondo Kwambio, Ceramo One vanta una maggiore velocità (stampa a una velocità di 160 mm / s) e una migliore precisione (20 micron) rispetto alle stampanti 3D desktop in ceramica presenti sul mercato. Il fondatore dell’azienda, Vladimir Usov, afferma che servono solo 2-3 ore per stampare una tazza di ceramica.

Allo stesso tempo, Kwambio afferma che la stampante 3D riduce i costi di stampa della ceramica fino a circa 8 centesimi per centimetro quadrato stampato (mentre il costo medio per le stampanti 3D in ceramica è di circa 12-15 centesimi per centimetro quadrato). Altre specifiche per Ceramo One includono un volume di costruzione rispettabile di 350 x 350 x 380 cm.

Anziché utilizzare filamenti o paste a base di ceramica, Ceramo One crea oggetti utilizzando una gamma versatile di polveri a base di argilla. Attualmente, Kwambio afferma di avere circa 100 colori del suo materiale in polvere di ceramica, oltre a polveri ceramiche dedicate alla fusione di parti metalliche e alla stampa di componenti industriali per l’industria aerospaziale.

Attualmente, c’è solo una copia funzionante della stampante Ceramo One 3D, che è in funzione presso la fabbrica di Odessa di Kwambio .

La società si sta preparando a offrire pre-ordini per la sua stampante 3D a gennaio 2018 e ha accennato ad un prezzo al dettaglio di circa  25.000 dollari . La Ceramo One sarà anche in mostra alla prossima fiera CES 2018, che si terrà dal 9 gennaio al 12 gennaio a Las Vegas.

Be the first to comment on "Kwambio Ceramo One la stampante 3D per la ceramica industriale che utilizza polveri di argilla"

Leave a comment