Kraiburg TPE elastomeri termoplastici per la stampa 3D

Lo specialista dei materiali Kraiburg TPE offre elastomeri termoplastici per la stampa 3D

La maggior parte degli elastomeri termoplastici di KRAIBURG TPE sono ideali per la lavorazione su stampanti 3D a granulato della serie PAM P di Pollen AM, sulle quali è anche possibile produrre in modo aggiuntivo parti funzionali multicomponenti mediante il processo Melt Layer (FDM). (Immagine: © 2019 Pollen AM)
Kraiburg TPE, una sussidiaria dell’esperto di gomma Kraiburg, ha condotto test approfonditi per valutare l’idoneità dei suoi elastomeri termoplastici (TPE) per l’uso nella produzione additiva (AM). È stato scoperto che quasi tutto il TPE dell’azienda per la stampa 3D nel processo di fusione a strati può essere elaborato su dispositivi Pollen AM .

Il sistema di produzione di additivi per pellet (PAM) del produttore francese di stampanti 3D Pollen AM si è rivelato ideale per i materiali di Kraiburg TPE. Le attuali stampanti a granuli serie PAM P offrono superfici estremamente dettagliate anche con TPE molto morbido e possono lavorare fino a quattro materiali contemporaneamente. In questo modo, sono possibili tipiche combinazioni dure / morbide di TPE in un composito multicomponente con materie plastiche come polipropilene ( PP ), acrilonitrile-butadiene-stirene ( ABS ) o poliammide ( PA ).

“Le stampanti a filamento 3D classiche non sono per lo più adatte per l’elaborazione di TPE morbido a causa di limitazioni fisiche. Inoltre, i prototipi realizzati con materiali di stampa 3D speciali consentono solo dichiarazioni relativamente limitate sulle prestazioni dei corrispondenti stampi ad iniezione o composti di estrusione per quantità maggiori “, afferma il Dr. Thomas Wagner di Product Management EMEA presso Kraiburg TPE. “La sfida per noi era analizzare i requisiti precisi per la modellazione a deposizione fusa di TPE morbido. Per trovare una soluzione adeguata, abbiamo dovuto imparare a separare i limiti tecnici della stampante da quelli dei materiali e a trovare una soluzione adeguata. “

I test congiunti di Kraiburg TPE e Pollen AM hanno portato a convincere parti stampate con proprietà meccaniche che, a seconda dei parametri di processo, raggiungono fino al 50% dei valori di parti stampate a iniezione comparabili. Con un’attenta selezione e elaborazione dei composti TPE, questa tecnologia non è adatta solo per campioni visibili, ma anche per prototipi funzionali, che possono ridurre significativamente lo sforzo di sviluppo per nuove applicazioni.

Quasi tutti i materiali del portafoglio KRAIBURG TPE possono essere considerati elastomeri termoplastici per l’elaborazione diretta su stampanti a granuli PAM, quindi non sono necessari composti speciali. Inoltre, tutte le proprietà dei materiali, in particolare la loro adesività ai vari materiali termoplastici, vengono conservate nella stampa 3D con stampanti a granuli PAM. Eventuali residui di produzione che possono sorgere possono anche essere riciclati nei flussi di rifiuti urbani.

“Le nostre stampanti PAM assicurano i tempi di permanenza più brevi possibili per non compromettere i vantaggi specifici degli elastomeri morbidi”, spiega Didier Fonta, Responsabile delle operazioni di Pollen AM. “Soprattutto nelle applicazioni multicomponente con elastomeri termoplastici nella gamma Low Shore, ciò garantisce anche un’eccellente resistenza alla pelatura”.

Krainburg è stata fondata nel 1947 e ha sede in Baviera. La società opera a livello internazionale e ha un fatturato annuo di 540 milioni di euro e 2300 dipendenti.

Be the first to comment on "Kraiburg TPE elastomeri termoplastici per la stampa 3D"

Leave a comment