Jet-Eat una startup israeliana che usa la stampa 3D per creare alimenti a base vegetale con il sapore e la consistenza della carne

Durante il lungo fine settimana del Ringraziamento, il governo degli Stati Uniti ha rilasciato un rapporto allarmante sugli effetti terrificanti che il cambiamento climatico avrà sul paese. Il fatto che i cambiamenti climatici causeranno problemi maggiori non è una novità, ma questo rapporto è stato più che mai terribile, mettendo in guardia contro la morte di migliaia di persone negli Stati Uniti e con impatti devastanti per l’economia – e che tali effetti accadranno prima di quanto la maggior parte della gente pensi. Mentre il rapporto si concentra sugli Stati Uniti, il mondo intero è a rischio, e il mondo intero deve immediatamente iniziare a fare cambiamenti significativi al fine di evitare il danno peggiore.

Mentre ci sono diverse azioni che possono essere intraprese, inclusa la ricerca di più fonti di energia alternative, molti scienziati hanno sostenuto che il consumo estensivo di carne da parte dell’uomo è in parte da biasimare. La produzione di bestiame è responsabile di una percentuale significativa di emissioni nocive come anidride carbonica e metano – per non parlare delle enormi fasce di terra che vengono deforestate per lasciare spazio alla coltivazione del bestiame.

È facile suggerire che tutti smettono di mangiare carne, ma molti sono riluttanti a farlo, preoccupati per la perdita di proteine ​​nella dieta e per il fatto che la carne ha un gusto semplicemente fantastico. Mentre esistono un sacco di alternative di carne, un hamburger vegetariano semplicemente non ha lo stesso sapore di un vero patty di manzo. Ma alcune aziende stanno cercando più duramente di riprodurre genuinamente il sapore della carne nei sostituti vegetariani, e una di quelle aziende è Jet-Eat , una startup israeliana che usa la stampa 3D per creare alimenti a base vegetale con il sapore e la consistenza della carne.

“Israele è la culla dell’innovazione nella stampa 3D e nella stampa digitale ed è un vero esperto nell’uso della tecnologia per affrontare i problemi dei mercati convenzionali”, ha affermato il fondatore Eschchar Ben Shitrit. “Oggigiorno, la stampa digitale viene utilizzata in aree che vanno dagli organi all’odontoiatria e credo che, in un mondo sempre più digitalizzato, possa essere applicato anche al cibo. La carne è caratterizzata da quattro componenti: il muscolo, il grasso al suo interno, la mioglobina e un tessuto connettivo. Abbiamo replicato, con la nostra stampante 3D e formulazioni precise, la complessa matrice che è la carne “.
Eshchar Ben Shitrit
Jet-Eat è stata fondata all’inizio del 2018 e attualmente ha cinque dipendenti. Ha raccolto denaro da investitori angelici e ora sta lavorando a un investimento di seed round, con l’obiettivo di avere il suo prodotto sul mercato entro il 2020. All’inizio dell’anno, la società ha partecipato a un programma di accelerazione di quattro mesi lanciato dall’Istituto europeo di Innovazione e tecnologia (EIT) Food Accelerator Network in Israele presso il Technion-Israel Institute of Technology. È stato quindi selezionato come finalista per partecipare all’EIT Food Venture Summit. Il vincitore, che vincerà $ 68.000, sarà annunciato questa settimana.

Jet-Eat lavora a stretto contatto con Technion e utilizza i suoi laboratori per testare la “carne” stampata in 3D per consistenza, sapore e consistenza.

I ricercatori in Spagna stanno anche lavorando su alternative di carne stampate in 3D, mentre altre organizzazioni hanno discusso la possibilità di utilizzare il bioprinting 3D per creare carne in un laboratorio, senza la necessità di coltivare il bestiame. Queste sono le applicazioni avanzate del cibo stampato in 3D, portandolo oltre lo stato di novità e in soluzioni reali per l’alimentazione delle persone. Il cibo stampato in 3D non fermerà da solo i cambiamenti climatici, ma potrebbe avere un posto come parte di un approccio sfaccettato per affrontare la crisi. La popolazione mondiale sta crescendo costantemente e più cibo deve venire da qualche parte, in particolare da fonti che non danneggeranno ulteriormente il pianeta. Il mondo intero non sarà mai convinto di diventare vegano, ma rendere le verdure saporite come la carne è un modo per intaccare potenzialmente il nostro famelico consumo di carne.

Be the first to comment on "Jet-Eat una startup israeliana che usa la stampa 3D per creare alimenti a base vegetale con il sapore e la consistenza della carne"

Leave a comment