Intervista con Alok Anil di Next Big Innovation Labs

Alok Anil è un co-fondatore di Next Big Innovation Labs . Questa piattaforma sta cercando di essere uno dei principali attori in termini di tecnologia sanitaria e di bioprinting nel mondo. Ha una grande esperienza nel mondo tecnico e nel campo delle politiche pubbliche.

Come sei arrivato dove sei oggi?

Nel 2008 sono stato esposto per la prima volta alla stampa 3D alla Boston University negli Stati Uniti. Ero un membro del Rocket Team della Boston University. Stavamo cercando di creare razzi fatti in casa per la squadra. Durante i miei quattro anni di ingegneria a Boston ho avuto molti progetti ed esperienze. Dopo lo studente sono andato nel Regno Unito e ho lavorato con l’industria automobilistica. Ho fatto cose con Tata Motors e Jaguar Land Rover. Abbiamo lavorato molto sulla riduzione della resistenza del veicolo e sull’efficienza del carburante. Una volta tornato in India mi sono concentrato su come utilizzare questa tecnologia per l’impatto sociale. Ho quindi iniziato a lavorare sulla costruzione di un team più ampio per il settore biotech e in particolare per il settore della bioprinting. Abbiamo iniziato a costruire il nostro bioprinter.

Puoi spiegare cosa fai per il World Economic Forum?

Sono il capo della comunità globale degli shaker di Bangalore. Le persone di età inferiore ai 30 anni contribuiscono ad avere un impatto maggiore all’interno della nostra società. Sono nella rete di esperti per la stampa 3D. Cerco di aiutare gli altri a pensare all’impatto.

Forum economico mondiale

Come si fa a partecipare al World Economic Forum?

Qualcuno all’interno della rete deve raccomandarti al comitato. In particolare, facevo parte della comunità degli shaker globali e poi sono stato nominato dalla gente attraverso questo. Sono stato in grado di organizzare eventi al World Economic Forum sulla stampa 3D.

Sembra che tu abbia un’intersezionalità interessante tra politica e ingegneria. Puoi spiegare come è successo?

Sono cresciuto con una famiglia di politici. Mi rendo conto dell’impatto che la politica fa a mano a mano con quello che faccio. Penso che sia importante rendersi conto che molta della tecnologia è in anticipo rispetto alla politica. È importante rendersi conto che ho la capacità di pensare a come la mia conoscenza della tecnologia può essere utile per costruire una politica efficace. Assisto anche il mio stato in termini di iniziative tecnologiche e scientifiche in termini di programmi che vogliono costruire in futuro. Penso che sia vantaggioso risolvere un problema sia con la tecnologia che con le competenze politiche.

Sei il direttore dei Next Big Innovation Labs. Che cosa fa?

Siamo una società di bioprinting per le scienze della vita. Siamo concentrati sull’uso della bioprinting per la tecnologia dirompente. Ci stiamo concentrando per la prima volta sul bioprinting 3D per la pelle. Vogliamo sradicare i test sugli animali. Ci consente di aumentare la produzione. Stiamo facendo anche organo su una tecnologia di chip. Stiamo sviluppando una forte quantità di esperienza. Ci consente di pensare a interrompere l’industria dei test antidroga. Ci stiamo anche concentrando sull’industria della carne pulita. Essere in grado di avere una grande piattaforma ci consente di costruire una grande quantità di esperienza.

Come vedi che la stampa 3D è in uso in India?

Direi che la comunità dei dentisti sta sfruttando molto la stampa 3D. Penso che il futuro risieda nella possibilità per noi di avere un accesso più ampio all’assistenza sanitaria. Stiamo lavorando per utilizzare le scansioni CT e inviarle alla nostra piattaforma. Ciò consente ai pazienti di interagire da remoto e di avere una consulenza in termini di bisogni sanitari di base. Stiamo cercando di attivare un centro sanitario primario con un centro secondario e terziario. La tecnologia può colmare il divario di avere meno medici all’interno di determinate aree. L’India sta crescendo enormemente come un mercato farmaceutico. Ciò consente alle aziende indiane di avere una forte presenza con il laboratorio su un chip.

Dove vedi il futuro dell’innovazione nel mondo in termini di stampa 3D?

Sono stato in grado di recarmi di recente a una conferenza globale e ho avuto una conversazione sui viaggi interplanetari. Questo include i pensieri sulla carne pulita. Pensiamo anche alla rigenerazione muscolare. La stampa 3D può consentire a determinati organi e necessità mediche di essere utili per consentire l’espansione dei viaggi spaziali.

Dove ti vedi entro i prossimi 5 anni?

Vogliamo crescere come un giocatore forte nel campo della bioprinting. Stiamo facendo solo una piccola goccia nel vasto oceano. Vogliamo essere un ponte comune. Vogliamo essere un iniziatore chiave per abilitare le grandi parti interessate. Vogliamo costruire continuamente una grande squadra di esperti. Saremo un’azienda globale che sta legando tutto il settore.

Be the first to comment on "Intervista con Alok Anil di Next Big Innovation Labs"

Leave a comment