Intervista a Gavin Leggott sulla stampa 3D in Africa

Gavin Leggot di Promake International Ltd discute della stampa 3D in Africa in questa intervista. L’Africa non è ancora completamente esplorata quando si tratta di stampa 3D e produzione additiva. Esiste un enorme potenziale per l’uso e l’applicazione della tecnologia in Africa e un’opportunità per stimolare lo sviluppo e l’innovazione. La ditta Gavin sta contribuendo a rendere la stampa 3D più accessibile in tutto il continente offrendo servizi di stampa 3D.

Puoi descrivere Promake International in relazione alla tecnologia e al servizio che offri nella stampa 3D e nella produzione additiva?

Promake International Ltd è un’azienda funzionante multidisciplinare che ha la capacità di fornire un servizio a una vasta gamma di settori a livello professionale offrendo ai nostri clienti e utenti della nostra piattaforma un accesso internazionale a una vasta gamma di macchine e servizi che non sono necessariamente disponibili in Sudafrica, offrendo così ai nostri utenti un vantaggio su altri attori del settore, il che aiuta i nostri clienti ad abbracciare ciò che la tecnologia è in grado di raggiungere e che li aiuta a far crescere ulteriormente le loro attività. Offriamo di tutto, dalla stampa FDM , SLS , SLA , MJF , Direct Metal e un’ampia gamma di altri servizi come la scansione 3D, lo stampaggio e la produzione in serie.

Promuovere la modellazione a deposizione fusa

Qual è la tua visione dell’ambiente africano quando si tratta di stampa 3D e produzione additiva?

L’ingresso africano nell’industria rispetto al resto del mondo è in una fase di autosviluppo ma tuttavia sta crescendo in modo esponenziale e prevediamo che l’Africa presto abbraccerà questa tecnologia come norma industriale .

Cosa pensi che debba fare il continente africano per abbracciare, promuovere e utilizzare continuamente la stampa 3D?

Riteniamo che, affinché il continente africano possa abbracciare l’industria manifatturiera additiva, occorrerà implementare ampie piattaforme educative per accelerare la comprensione del settore da parte degli utenti, in modo da comprendere appieno ciò che è possibile e quali processi devono essere seguiti per ottenere grandi risultati, da lì sarà necessario affrontare l’ ulteriore introduzione delle ultime macchine che non sono ancora disponibili in Sudafrica .

I finanziamenti sono fondamentali per l’implementazione della stampa 3D e della produzione additiva. Che consiglio puoi dare ai potenziali investitori interessati ad esplorare il settore della stampa 3D in Africa?

Concordo sul fatto che il finanziamento sia essenziale, ma riteniamo che l’approccio per la collocazione di tale finanziamento sia realmente il punto chiave della questione. L’acquisto di una gamma di macchine non significa che l’industria fiorirà quando non è stato creato un mercato per quella macchina in particolare con la conoscenza del settore. Con uffici con sede nel Regno Unito e in Sudafrica, siamo in grado di fornire consulenza sulla migliore collocazione ai finanziamenti in modo da ottenere il massimo ritorno sull’investimento.

Come vedi il settore dell’istruzione adottare la stampa 3D? Pensi che i governi africani adotteranno la tecnologia come parte del curriculum nell’immediato futuro?

Stampa 3D in un ambiente educativo africano

Sì, vediamo che questo sta diventando una parte importante del curriculum scolastico poiché vedo già che questo è implementato qui nel Regno Unito e attualmente stiamo lavorando su una piattaforma online completamente certificata, in cui gli utenti saranno in grado di apprendere tramite dispositivi intelligenti e scrivere esami in quel modo inoltre, una volta che gli studenti hanno fatto questo, avranno accesso a tutte le macchine professionali sulla nostra piattaforma che li aiuteranno a entrare nel settore sia con la conoscenza che i servizi per fornire prodotti professionali indipendentemente dal fatto che lavorino per se stessi o siano impiegati da un’entità aziendale .

Be the first to comment on "Intervista a Gavin Leggott sulla stampa 3D in Africa"

Leave a comment