Il rilevatore emozionale stampato in 3d ispirato a Blade Runner

Però se stampate in casa un gadget di un film siete dei bambinoni se lo fate da professori siete invece dei visionari……

Blade Runner ispira  un rivelatore emozionale  che potrebbe essere utilizzato  in futuro  incontri

rilevatore emozionale stampato in 3dTutti ricodiamo i replicanti  del film Blade Runner con Harrison Ford Rick Deckard che ha  il compito di trovare e “ritirare ” eventuali replicanti che possono essere sulla terra. Replicanti banditi perchè troppo umani. Per scoprire  se qualcuno è umano o è un replicante lo si fa attraverso una risposta emotiva, monitorando con  uno strumento di interrogazione chiamato la macchina Voight-Kampff. Il film è ambientato nel 2019 (a soli tre anni da oggi) alcuni possono trovare difficile trarre molti paralleli tra il mondo di Blade Runner e il nostro, ma un team di ricercatori della Lancaster University e dell’University College di Londra sembra pensare che il nostro mondo potrebbe non essere così diverso da quello descritto nel film, almeno per quanto riguardo le emozioni certamente no per i replicanti.

Un gruppo di ricercatori del Centro per l’analisi spaziale (CASA) a UCL ha progettato e   stampato in 3d un rilevatore emozionale ispirato alla  macchina Voight-Kampff di Blade Runner che  attirare l’attenzione e solleva  domande sul nostro mondo, sul modoin cui  usiamo le macchine e i computer per monitorare e valutare le emozioni della gente.

Mentre il dispositivo stampato in 3d non è funzionale , viene utilizzato solo in modo speculativo come finzione per stimolare l’interpretazione di scenari, che è un metodo di progettazione critico che si basa sull’utilizzo di scenari immaginari e considerare possibili futuri della società. Come spiega il professor Coulton, esperto di design legato alla narrativa alla Lancaster University e leader del gruppo di ricerca, “Questa macchina vede e sembra molto reale e ha persino spinto una società cinematografica americana a richiedere di filmare la produzione del dispositivo. Ma questo è in realtà uno strumento per creare discussioni. Il fattore che differenzia e distingue il design  da altri approcci è il suo nuovo uso  in questo lavoro, consideriamo se c’è valore nel creare mondi immaginari di ricerca attraverso il quale si potrebbe prendere in considerazione le interazioni future “.

A differenza di Blade Runner, il  dispositivo di lettura emozionale, che consiste in una   macchina fotografica e in un sensore  in grado di misurare la pelle e la frequenza cardiaca alle risposte così come la dilatazione oculare, è specificamente orientata verso l’obiettivo del dating online,   potrebbe essere  utilizzato per misurare e leggere se una persona pensa quanto si è attraenti al primo incontro di persona. Inoltre, il progetto è stato adattato per i nostri tempi attuali, e può essere facilmente usato su di uno smartphone o su di un tablet .

I i ricercatori, credono che stiamo andando verso questa tecnologia nella vita reale. Coulton dice: “Le persone stanno lavorando in questa direzione. Quello che stiamo facendo è porre in discussione se troverà un posto nella nostra società – che tipo di impieghi avrà e che tipo di mondo sarebbe in realtà con queste applicazioni. Vogliamo che la gente pensi alle implicazioni etiche di quello che facciamo. Tecnicamente molto di questo è possibile, ma è in realtà è quello che vogliamo? ”

Il design di fantasia e provocatorio è stato presentato  a San Jose alla Conference CHI questa settimana. La conferenza è uno degli eventi più importanti al mondo per la Human-Computer Interaction.

 

Be the first to comment on "Il rilevatore emozionale stampato in 3d ispirato a Blade Runner"

Leave a comment