Il marchio UK rigid.ink di filamenti lascia il mercato dei filamenti e fa qualcosa d’altro

Il marchio del filamento 3D rigid.ink cessa l’attività di fornitura del filamento, esplora nuovi mercati

Il marchio UK rigid.ink di filamenti per la stampa 3D ha annunciato che, dopo cinque anni di attività, stanno cessando l’attività di fornitura di filamenti. La società, tuttavia, continuerà a servire il mondo della stampa 3D in nuovi modi.

“Il mercato sta cambiando, i giocatori con budget elevati si stanno muovendo, guidando entusiasmanti progressi nei polimeri per il mercato dell’estrusione di filamenti: questa è una buona notizia per l’industria della stampa 3D nel suo insieme”, ha affermato Ed Tyson, fondatore di rigid.ink, che accoglie con favore i cambiamenti nel mercato, ma è anche consapevole che la sua azienda non sarebbe in grado di competere in futuro.

“Vorrei estendere un enorme ringraziamento ai nostri clienti che abbiamo amato servire e aiutare con i loro progetti nel corso degli anni, capisco che questo sarà immensamente deludente per molti, ma questa non è la fine”, Ed ha spiegato. “Il modello di business di rigid.ink, così com’è, non sarebbe stato redditizio dopo la crescita dei costi e l’aumento della concorrenza ha ridotto i margini oltre la sostenibilità.”

Non volendo scambiare una linea di prodotti inferiore con il nome rigid.ink di filamenti e consolidato di fiducia. Ed ha rifiutato di vendere la società o di tagliare i costi per rendere redditizia l’azienda. “Queste sono purtroppo pratiche comuni in situazioni simili, ma i nostri clienti si fidano di noi – quindi non era accettabile per me”, ha spiegato.

Il team dietro a rigid.ink intende rimanere attivo nella stampa 3D. Tra le loro prime attività, hanno recentemente rilasciato un servizio di supporto tecnico universale per aiutare gli utenti di stampanti 3D a ottenere i migliori risultati possibili, combinato con una suite di formazione online. Questo è disponibile per chiunque, con qualsiasi stampante, in qualsiasi parte del mondo.

“Fondamentalmente è lo stesso supporto tecnico di alta qualità per cui abbiamo creato un nome, ora disponibile a tutti per un basso costo mensile”, ha detto Ed, spiegando che il servizio è il modo migliore per aiutare quante più persone con la loro stampa come possibile.

L’indice di 3dpbm, l’ elenco di aziende di stampa 3D , attualmente conta fino a 123 produttori di filamenti per stampanti 3D (e questo numero non include i rivenditori di materiali di consumo puri). Man mano che il mercato della stampa AM e 3D continua a evolversi appare chiaro che inevitabilmente si verificherà un certo consolidamento. Come affermato da Ed Tyson, ciò non è necessariamente negativo per i consumatori.

In un segmento di mercato così giovane, ma affollato, fornire un ottimo prodotto, purtroppo, è solo la prima metà dell’equazione. Le aziende devono comunicare adeguatamente la propria offerta al mercato e al di là di essa. Ciò richiede spesso investimenti significativi, che non sono sempre contabilizzati in un piano aziendale redditizio.

Allo stesso tempo, gli operatori devono essere in grado di adattarsi a questo mercato in rapida evoluzione e sfruttare la loro esperienza cumulativa per identificare le prossime opportunità praticabili in AM. Il nostro obiettivo in 3dpbm è quello di fornire una finestra virtuale sul mondo della stampa 3D per questi fantastici prodotti e, allo stesso tempo, supportare gli operatori di mercato nell’individuare quelle opportunità che si presentano. È necessario collaborare strettamente e regolarmente con i principali operatori del settore per fornire informazioni utili all’intero settore AM e al di là di esso.

Be the first to comment on "Il marchio UK rigid.ink di filamenti lascia il mercato dei filamenti e fa qualcosa d’altro"

Leave a comment