Il Jikji coreano il più antico libro stampato con i caratteri mobili del mondo 70 anni prima della Bibbia di Gutenberg ora riprodotto con la stampa 3d

Johannes Gutenberg è famoso per aver inventato il carattere mobile nella stampa nel 1400, ma  qualcuno in realtà lo ha battuto a questa distinzione. Il Jikji, o jikji simche yojeol, è un documento buddista coreano che è stato stampato in caratteri mobili nel 1377 – circa 70 anni prima dell’invenzione di Gutenberg.

Il Jikji, compilato nel tardo periodo Goryeo dal sacerdote Baegun, contiene tutti gli elementi essenziali del buddismo Zen. Fu stampato in due volumi al Tempio di Heungdeoksa di Cheongju, e mentre il primo è scomparso, il secondo rimane alla Biblioteca Nazionale di Francia; l’Early Printing Museum di Cheongju, in Corea, conserva anche una versione fotografica del lavoro.

Nel 2001, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura ( UNESCO ) ha certificato che il Jikji è il vero e proprio primo libro stampato a caratteri mobili più antico al mondo, e lo ha aggiunto al Registro Mondiale della Memoria dell’UNESCO, che è ovviamente una fonte di grande orgoglio per il paese. In effetti, alcuni storici credono addirittura che il tipo caratteri metallici mobili della Corea sia stato effettivamente utilizzato due secoli prima che iniziassero le altre nazioni.

Questo autunno, il Jikji Korea Festival si terrà nel luogo di nascita della città di Jikji – Cheongju, nella provincia del nord del Chungcheong. Durante il festival, che si svolge dal 2003, la stampa 3D sarà utilizzata per celebrare l’eredità culturale del libro.

La tecnologia viene spesso utilizzata per rendere la storia accessibile alle masse e illuminare il passato . Nel 2016, l’agenzia di servizi di informazione sulla cultura coreana ( KCISA) ha  stipulato un accordo con la piattaforma di condivisione di file 3D  3Dupndown  per rendere la cultura della Corea del Sud disponibile online in formato stampabile in 3D .

Quest’anno, l’agenzia ha scelto un programma, proposto dal Comitato organizzatore della Corea di Cheongju / Jikji, come vincitore del suo progetto di database culturale. Il programma prenderà l’edizione fotografica di Jikji e la trasformerà in dati 3D.

Questi dati 3D saranno utilizzati durante il prossimo Jikji Korea Festival al fine di fornire agli spettatori un’esperienza interattiva di realtà virtuale della cultura coreana. La copia fotografica del Jikji non è l’unico oggetto culturale che viene trasformato in dati 3D: un’edizione composta del libro fatto con la fusione in cera, insieme ad alcuni capi della dinastia Goryeo e tavoli da pasto, sarà anche riprodotta in un formato 3D.

La descrizione del festival dice: “Per diffondere la conoscenza di Jikji in tutto il mondo, la città di Cheongju ha dedicato grandi sforzi negli ultimi anni per ospitare festival e un evento commemorativo per la cerimonia di premiazione. Con il sostegno del governo, i due eventi sono stati combinati nel 2016 come un unico evento internazionale, denominato JIKJI Korea. Con il tema “Jikji, Enlightening the World”, vari eventi e mostre permetteranno ai visitatori di conoscere meglio il valore di questo grande successo all’interno dell’emozionante atmosfera del festival. ”

Il festival si svolgerà presso la zona culturale di Cheongju Jikji, a partire dal museo di Cheongju Early Printing e dal centro di arti di Cheongju, a settembre. Oltre a un concerto, un giardino del libro e cerimonie di apertura e chiusura, il festival includerà anche contenuti educativi e un parco giochi di esperienza Jikji; ci sarà anche un padiglione per il restauro dei media di Jikji, che presumo si riferisca in parte all’esperienza della realtà virtuale.

 

Be the first to comment on "Il Jikji coreano il più antico libro stampato con i caratteri mobili del mondo 70 anni prima della Bibbia di Gutenberg ora riprodotto con la stampa 3d"

Leave a comment