Il Ford Advanced Manufacturing Center a Redford Township, nel Michigan

Ford Motor sta facendo una grande scommessa su tecnologie futuristiche per accelerare l’innovazione di produzione. La società ha speso $ 45 milioni sul suo Advanced Manufacturing Center a Redford Township, nel Michigan, appena ad ovest di Detroit.

Ford ha condotto i media tour del nuovo Advanced Manufacturing Center martedì. Circa 100 esperti di produzione lavorano presso il centro di sviluppo per tecnologie di produzione all’avanguardia, tra cui la stampa 3D, la realtà aumentata e virtuale e la robotica.

Come spiega Joe Hinrichs, presidente della Global Operations di Ford, “Più di 100 anni fa, Ford ha creato la catena di montaggio in movimento, cambiando per sempre il modo in cui i veicoli sarebbero prodotti in serie. Oggi reinventiamo la catena di montaggio di domani, sfruttando le tecnologie che un tempo avevamo solo sognato sul grande schermo, per aumentare la nostra efficienza e qualità produttiva. ”

L’Advanced Manufacturing Center dispone di 23 stampanti 3D e lavora con 10 aziende produttrici additive. Il centro sta testando stampanti 3D di Stratasys, HP, EOS e altri fornitori per adattarsi alla produzione di veicoli. Ciò consente agli esperti Ford di sviluppare applicazioni con materiali diversi, dalla sabbia alla polvere di nylon al carbonio. Un’applicazione attualmente in fase di sviluppo ha il potenziale per salvare la società oltre $ 2 milioni, secondo la compagnia.

Ci sono parti stampate in 3D nella produzione e produzione di veicoli Ford. Ford ha detto che la Shelby Mustang GT500, che sarà presentata al North American International Auto Show a gennaio, avrà due parti del freno stampate in 3D. L’F-150 Raptor costruito per la Cina includerà una parte interna stampata in 3D.

Le parti stampate in 3D aiutano anche i dipendenti a migliorare la qualità del veicolo. La società ha dichiarato che i suoi operai della catena di montaggio del Michigan Assembly Plant, dove Ford costruisce il pick-up Ranger, utilizzano cinque diversi strumenti stampati in 3D. Questi strumenti hanno svolto un ruolo fondamentale nel lancio di Ranger, rimuovendo le settimane da una timeline già stretta e assicurando che la qualità sia integrata – dal primo veicolo che è uscito dalla linea.

Ford, che ha acquistato la terza stampante 3D mai realizzata nel 1988, ora ha 90 stampanti 3D in tutto il mondo che producono parti e strumenti. In officina, i lavoratori collaborano con esperti di produzione avanzati per identificare i modi per risparmiare tempo e denaro della società, incluso come stampare pezzi di ricambio in 3D per mantenere le linee in esecuzione invece di attendere parti che possono richiedere settimane per essere fabbricate.

Ford sta inoltre sviluppando sistemi di realtà aumentata e realtà virtuale (VR) sul sito per aiutarlo a simulare e progettare linee di assemblaggio per costruire veicoli. Queste tecnologie consentono ai team di produzione Ford di lavorare in modo collaborativo negli impianti di tutto il mondo e consentono alle persone in diversi continenti di lavorare contemporaneamente nella stessa esperienza virtuale.

Il centro ha anche robot collaborativi, o cobots, che sono più piccoli e possono lavorare in sicurezza al fianco delle persone, senza gabbie protettive. Questi cobots, realizzati da Kuka, Univeral Robots e FANUC, aiutano anche Ford a ridurre i costi e consentono all’azienda di identificare e affrontare potenziali problemi di produzione prima che i cobots vengano installati negli impianti.

Be the first to comment on "Il Ford Advanced Manufacturing Center a Redford Township, nel Michigan"

Leave a comment