I Siciliani di Kanesi portano il loro filamento alla canapa HempBioPlastic 3D su Indiegogo

Kanèsis sta per lanciare una campagna su Indiegogo per il filamento  canapa  per la  stampa 3d che è un 30 per cento più forte di PLA ‘

Kanèsis, la startup di compositi termoplastici Siciliana, sta lanciando una campagna su Indiegogo per il filamento HempBioPlastic 3D. La società ha recentemente presentato la sua prima domanda di brevetto per il materiale di stampa 3D a basso impatto ambientale.

Per migliaia di anni, la canapa è stata coltivata in tutto il mondo per la sua fibra versatile, che può essere usata per fare tra le altre cose stoffa, carta, e corda. Tuttavia, poiché la pianta è un parente stretto biologico della marijuana una droga proibita. La maggior parte della coltivazione mondiale di canapa è diminuita in modo significativo nel corso degli ultimi cento anni. Secondo alcuni ambientalisti, tuttavia, questa diminuzione dell’ uso della canapa è un fattore preoccupante , dal momento che la canapa può essere usata per fare, prodotti scomponibili naturali, di gran lunga più green rispetto alle alternative in plastica comuni.

L’anno scorso, la startup italiana Kanèsis è arrivata sulla scena stampa 3D con il suo innovativo filamento alla canapa per la stampa 3d e ha trascorso l’ultimo anno nel perfezionamento , nel  marketing e nella brevettazione. Molto più di una novità verde, il filamento HempBioPlastic  della startup è palesemente più efficiente di diversi bioplastiche presenti sul mercato, ed è circa dal 20%  al 30% più forte del PLA. Questa forza impressionante, accoppiata con una elevata resistenza alla deformazione, rende il filamento a base di canapa adatto anche per applicazioni industriali. Ma non è tutto : l’aspetto simile al legno di HempBioPlastic lo rende di grande valore per progetti di stampa esteticamente raffinati.

Naturalmente, HempBioPlastic è anche stato creato con l’ambiente in mente, con la sua temperatura di produzione più bassa con conseguente minore utilizzo di energia e ridotto impatto ambientale. Per di più, il materiale è anche completamente biodegradabile, e può anche essere riciclato in molti luoghi. Per sfruttare al massimo del suo prodotto interessante, Kanèsis sta anche guardando al di là della stampa 3D, e ipotizza che diversi settori forniti dalle termoplastiche potrebbero  fare uso del materiale a base di canapa, contribuendo a rendere l’ambiente più sostenibile.

Al fine di raccogliere i fondi per lanciare pienamente il suo prodotto, Kanèsis sta iniziando una campagna di crowdfunding su Indiegogo che partirà il 17 maggio, che consentirà alla start up di continuare il suo lavoro, senza scendere a compromessi: “Questa scelta ci permette di mantenere la nostra indipendenza  decisionale rendendoci  autonomi : fattori che noi non intendiamo trascurare in questa fase della nostra crescita “, hanno commentato Giovanni Milazzo e Antonio Caruso,  co-fondatori di Kanèsis.

La giovane società ritiene che il proprio successo commerciale gli consentirà di indurre cambiamenti graduali in tutto il settore, rendendo la canapa una scelta di materiale praticabile per molte applicazioni di produzione e di progettazione: “Crediamo fortemente in un futuro in cui i materiali eco-compatibili saranno in grado di sostituire quelli derivati dalla  petrolchimica, ma ogni grande cambiamento parte dal basso “, hanno detto Milazzo e Caruso. “Per questo abbiamo deciso di lanciare una campagna di crowdfunding, il vero finanziamento democratico”.

Indipendentemente dal successo della campagna su Indiegogo, Kanèsis almeno spera che il suo progetto porterà l’attenzione sui materiali ecologici . “Non è solouna questione di soldi; vogliamo anche sensibilizzare l’opinione pubblica sulle questioni ambientali “hanno concluso i due fondatori.

 

Be the first to comment on "I Siciliani di Kanesi portano il loro filamento alla canapa HempBioPlastic 3D su Indiegogo"

Leave a comment