I Genieri dell’esercito statunitense stampano una passerella in cemento armato a Camp Pendleton

I ricercatori del Centro di ricerca e sviluppo dell’Esercito degli Stati Uniti (ERDC), guidati dall’ingegnere meccanico Megan Kreiger, hanno recentemente stampato in 3D una passerella in cemento armato di 32 piedi di lunghezza a Camp Pendleton, nel sud della California. L’obiettivo di Kreiger è di stampare in 3D una versione moderna di un ponte Bailey. “Sarebbe fenomenale se potessimo costruire un ponte che potesse supportare un serbatoio”, dice.

La stampa 3D della passerella non è stata facile. Quando è arrivata, ha piovuto così tanto che c’erano scivoli di fango. “È difficile stampare in acquazzoni torrenziali”, dice. “È stato pazzesco.”

E il ponte, il suo ultimo progetto di ricerca è stato stampato con successo. Il progetto pilota della passerella non è stato il primo progetto di stampa 3D su larga scala di successo che Kreiger ha coinvolto. L’anno scorso il team ha completato la stampa 3D di pareti di cemento armato alte 9,5 metri per una caserma di 32 metri x 16 piedi in loco a una base dell’esercito, in meno di due giorni. Il team ha progettato un modello 3D su un computer di 10 anni. Una volta colpita la stampa, il calcestruzzo è stato spinto attraverso la testina di stampa e stratificato ripetutamente per costruire le pareti della stanza della caserma.

Kreiger è diventato consapevole della stampa 3D presso la Michigan Technological University, dove ha gestito il laboratorio di stampa 3D durante i suoi studi universitari in scienze dei materiali e ingegneria. Nel 2015 è entrata nel Centro di ricerca e sviluppo per ingegneri dell’esercito degli Stati Uniti.

L’ERDC prevede inoltre di utilizzare stampanti 3D concrete in aiuti umanitari e missioni di soccorso in caso di calamità. Come primi servizi militari sul posto in caso di calamità naturali, l’ERDC è bravissimo a fornire cibo e acqua, ma faticano a fornire riparo. In molte località, il cemento è più facile da acquistare rispetto al legno e l’esercito potrebbe stampare rapidamente case, scuole e edifici comunitari per sostituire quelli distrutti. Kreiger vede enormi implicazioni per il lavoro limitato richiesto per creare strutture in cemento personalizzate senza cassaforma.

“Il mio obiettivo è quello di creare una costruzione additiva come metodo praticabile e di introdurre i benefici della stampa 3D su larga scala per l’edilizia militare e commerciale”, afferma Kreiger. “Voglio portare avanti e testare i limiti del settore delle costruzioni” attraverso la stampa 3D.

Be the first to comment on "I Genieri dell’esercito statunitense stampano una passerella in cemento armato a Camp Pendleton"

Leave a comment