Hp e Siemens Jet Fusion 5200 Series

HP: annuncia Siemens Collaboration, Release Jet Fusion 5200 Series, Plus New Software and Materials

“La quarta rivoluzione industriale è una delle forze più trasformative della nostra vita. Saranno necessarie nuove innovazioni tecnologiche, nuovi modelli di partnership emergeranno e nuove modalità di fare business si svilupperanno “- Christoph Schell, Presidente della stampa 3D e della produzione digitale presso HP Inc.

Il coinvolgimento di HP nel settore della stampa 3D è iniziato con una grande voce diversi anni fa, quando hanno annunciato la loro tecnologia di fusione multi-getto , prontamente spaccati in HPE e HP, Inc. , licenziato migliaia di dipendenti, acquisito Samsung nel 2017 e promesso di raddoppiare il loro impegno verso la tecnologia, lavorando sulla piena capacità di colore e metallo.

L’attività da parte loro ha solo continuato ad accelerare – con la parola di ogni annuncio in sospeso che lascia il mondo tecnologico a chiedersi cosa faranno dopo. Oggi la risposta a questa domanda è questa: stanno rilasciando la nuova serie HP Jet Fusion 5200, nuovo software, nuovi materiali TPU, creando nuove partnership (con Siemens e altri) e integrando una nuova rete di produzione digitale.

“HP è impegnata ad aiutare i clienti con diverse esigenze di produzione a trasformare i cambiamenti in opportunità offrendo il portafoglio di soluzioni più innovative e un ecosistema completo di partner leader del settore. L’ampliamento del nostro portafoglio con il nuovo sistema di stampa 3D Jet Fusion 5200 Series, insieme a alleanze industriali ampliate e alla nostra nuova rete di produzione digitale, sono importanti acceleratori del nostro percorso di produzione digitale “, ha affermato Schell di HP.

La serie HP Jet Fusion 5200 è destinata a diventare la soluzione industriale più potente per le parti di produzione. HP si aspetta che questa macchina sia in grado di offrire risultati migliori rispetto a quelli di altri sistemi, grazie a una maggiore sofisticazione ed efficienza, opportunità per un migliore flusso di lavoro, una gestione semplificata della flotta e un ampio centro di controllo.

Nuovi servizi di dati da Materialise accompagneranno questo lancio anche integrando le soluzioni di stampa 5200 e HP Jet Fusion 500 / 3003D con Materialise’s Build Processor e Materialize Magics3D Print Suite:

“Il mercato sta chiaramente abbracciando la stampa 3D per la produzione e, in qualità di partner HP di vecchia data, siamo orgogliosi di estendere la nostra collaborazione a nuove aree”, ha affermato Fried Vancraen, fondatore e CEO di Materialise. “I nostri clienti sono entusiasti della nostra stretta integrazione con HP, del nostro lavoro congiunto su nuove applicazioni e materiali, e del nostro impegno a ridimensionare la produzione di pezzi di alta qualità. Insieme stiamo aiutando i nostri clienti a vincere in un mercato sempre più competitivo “.

Il nuovo hardware verrà rilasciato in collaborazione con Siemens che guiderà l’integrazione di una soluzione completa attraverso le loro offerte Digital Enterprise, promettendo di portare i pezzi stampati 3D sul mercato industriale in modo più conveniente, conveniente, a volume massimo e consentendo una sostenibilità ancora maggiore da parte degli utenti.

“Siamo entusiasti di ampliare la nostra collaborazione con HP. Partnership innovative e tecnologie all’avanguardia come la produzione additiva sono essenziali per la trasformazione digitale delle aziende in tutti i settori. Siemens e HP stanno pensando al futuro e stanno riunendo il meglio di entrambe le aziende in una soluzione completa specifica per il settore che accelererà l’adozione della produzione additiva industriale e aiuterà i nostri clienti ad aumentare la flessibilità, l’efficienza e la velocità della produzione digitale “, Ha dichiarato Klaus Helmrich, CEO di Siemens Digital Industries e membro del Managing Board di Siemens AG.

Questa soluzione AM ampliata integra quanto segue per ottimizzare la produzione:

Hardware
Software
Intelligenza dei dati
Servizi per migliorare l’efficienza dell’intero processo produttivo
“Siamo orgogliosi di collaborare con Siemens per rendere le parti ad alte prestazioni, i prodotti personalizzati e la produzione 3D in serie una realtà per i nostri clienti”, ha affermato Schell, che è membro dell’Executive Leadership Team di HP Inc. “HP e Siemens condividono la visione che i sistemi di produzione digitali sono catalizzatori del cambiamento – ha ampliato software, dati, servizi e soluzioni di produzione industriale che portano a nuove capacità produttive, applicazioni innovative e risultati aziendali rivoluzionari per i nostri clienti “.

La soluzione combina la stampa 3D di HP e la piattaforma di dati 3D con il software Siemens Digital Industries, tra cui Siemens NXCAD / CAE, NXAM per il modulo software HP Multi Jet Fusion con interfaccia diretta della stampante (in attesa di certificazione da parte di HP per la Jet Fusion 5200 Series disponibile in seguito) anno), oltre a Teamcenter per PLM, Tecnomatix Plant Simulation, Simatic IT per l’esecuzione di produzione e MindSphere per analisi delle prestazioni e IoT industriale.

“HP e Siemens stanno adottando una visione che è stata stabilita per la prima volta nel 2016. Oggi, grazie ai progressi dei sistemi di stampa 3D HP e del portafoglio di dati intelligence e delle offerte Siemens AM, la soluzione end-to-end integrata ha raggiunto un livello di efficienza che consente alle industrie per stampare in modo 3D realistico i pezzi di alta qualità alla produzione in serie “, continua Schell di HP.

La collaborazione sarà fondata sul nuovo Competence Center di Siemens Polymer in quanto i due leader del settore collaborano con la clientela sia automobilistica che industriale nella progettazione di nuovi prodotti stampati in 3D e nella creazione di “ambienti di fabbrica digitale che liberano tutto il potenziale della produzione additiva”.

“Volkswagen è un partner sia di HP che di Siemens e siamo entusiasti di vedere questi leader di mercato unire le forze per sbloccare il potere della produzione additiva industriale. Essendo uno dei più grandi gruppi automobilistici del mondo, vediamo enormi opportunità per le tecnologie di produzione digitale per accelerare il nostro ciclo di innovazione, introdurre nuovi prodotti sul mercato più velocemente e migliorare la nostra efficienza produttiva e sostenibilità. Non vediamo l’ora di collaborare con HP e Siemens per esplorare altre applicazioni stampate in 3D che ci aiutano a offrire esperienze ancora più grandi per i nostri clienti “, ha affermato il dott. Martin Goede, Responsabile della pianificazione e dello sviluppo tecnologico presso Volkswagen.

BASF svolge anche un ruolo di collaboratore nello sviluppo di un nuovo poliuretano termoplastico certificato (TPU), ULTRASINT ™ – creato per parti flessibili ed elastiche, e destinato a “espandere l’ampiezza” delle applicazioni per gli utenti della serie Fusion 5200.

“L’innovazione collaborativa tra i principali attori del settore aiuterà i clienti a sfruttare appieno il potenziale della stampa 3D”, ha affermato Markus Kamieth, membro del Board of Executive Director di BASF. “L’introduzione della nuova TPU è una pietra miliare significativa nella cooperazione tra BASF e HP, in linea con il nostro obiettivo comune di accelerare l’industrializzazione della produzione additiva”.

Come Ramon Pastor, Direttore Generale e Global Plastics Solutions, ha parlato in diretta per quanto riguarda l’uscita, ha chiarito che la stampa 3D sta guidando la digitalizzazione della produzione e sarà il catalizzatore per un turno, con questi ultimi sviluppi che segnalano uno storico modificare.

Be the first to comment on "Hp e Siemens Jet Fusion 5200 Series"

Leave a comment