HP afferma che limiterà la capacità delle sue stampanti 3D di stampare armi

HP afferma che limiterà la capacità delle sue stampanti 3D di creare “ghost guns”

Alcune domande, una volta che vengono poste, sono dibattute per sempre senza una risoluzione discernibile: perché il pollo ha attraversato la strada, qual è la condizione umana e qual è il modo migliore per impedire alle persone di stampare con le pistole di stampa 3D? La questione se le persone dovrebbero essere autorizzate a stampare pistole in 3D è una domanda che vale la pena di valere, specialmente in un paese in cui la produzione e (alcune) vendite di pistole sono rigorosamente regolamentate mentre rimane legale per qualcuno fare la propria pistola finché non lo vendono

Le pistole sono un problema di divisione negli Stati Uniti. Gli sforzi di controllo delle armi sono ostacolati dall’esistenza della stampa 3D perché consente una produzione troppo piccola per regolare efficacemente i mezzi tradizionali. Nei tempi passati prima della rivoluzione della stampa 3D di RepRap, le attrezzature di produzione erano molto costose e occupavano molto spazio; solo poche aziende potevano permettersi i macchinari e le fabbriche necessarie per maneggiare i metalli abbastanza bene da fabbricare armi, così i regolatori potevano letteralmente andare a esaminare le strutture di produzione se pensavano che qualcuno stesse fabbricando armi illegalmente. Con la stampa 3D, quella potrebbe essere la casa di chiunque.

Per complicare le cose, le armi da fuoco che escono dalle stampanti 3D desktop standard sono fatte di plastica e quindi non rilevabili dai metal detector, guadagnandosi la designazione “ghost gun” che fa anche riferimento alla mancanza di un numero seriale rintracciabile. L’amministratore delegato di Hewlett Packard (HP) Dion Weisler ha recentemente dichiarato in una lettera: “HP è contro i” ghost guns “prodotti dalle nostre stampanti 3D.” Non ha chiarito in che modo l’azienda avrebbe impedito ai clienti di utilizzare le stampanti 3D HP per fabbricare pistole, sebbene ci fosse menzione di una politica di “uso responsabile” che impedisce alle sue stampanti di essere utilizzate per fabbricare pistole a meno che non siano state installate le licenze appropriate e le pistole abbiano segni tracciabili e materiali rilevabili dallo screener.

Da ciò, sembra che HP intenda applicare questi limiti ai contratti, che non fermano esplicitamente i clienti dalle pistole di stampa 3D, ma forniscono a HP un cuscino legale che li separa dalla responsabilità dei danni che potrebbero essere causati da uno dei suoi clienti Stampa 3D di una pistola con una delle sue stampanti 3D. Ed è l’opinione di questo autore che è di questo che si tratta: la responsabilità. Come accennato in precedenza, è legale fare la propria pistola in questo paese, e HP non vuole necessariamente violare tale diritto, ma sicuramente non vogliono essere associati ai signori della droga che si stanno facendo da soli le pistole.

La conversazione sul fatto che le tue pistole sono cambiate radicalmente quando la stampa 3D è diventata accessibile a chiunque con $ 500, ed è principalmente correlata alla ripetibilità della qualità. Le persone non hanno paura delle persone che fanno le loro pistole fuori dai tubi idraulici perché quelle pistole fatte in casa non funzionano abbastanza bene da ferire più di un paio di individui a distanza ravvicinata, e richiedono il montaggio a mano. Attualmente, questo è vero anche per la maggior parte delle pistole di plastica stampate in 3D, ma i design e i materiali stanno migliorando e queste limitazioni saranno presto superate. Ed è quello che la gente ha paura: qualcuno che spinge un pulsante e una pistola di alta qualità che esce.

C’è un senso di sicurezza che deriva dal sapere che se qualcuno vuole fare la propria pistola, deve cercare disegni, acquisire le parti specifiche e poi insegnare loro come metterle insieme. Anche allora, non sarà una buona pistola. La stampa 3D elimina quella sicurezza perché persino un bambino può stampare una pistola in 3D premendo un pulsante.

Le stampanti 3D possono essere programmate per non stampare determinati file, ma Dogan Yirmibesoglu, un ricercatore dell’Università statale dell’Oregon che studia stampanti 3D, sottolinea il difetto principale di quella tattica. “Con piccole modifiche probabilmente puoi ingannarlo e la stampante penserà ‘Oh, allora va bene'”, ha detto. L’estate scorsa, un giudice federale ha vietato la distribuzione online di file di progettazione di armi 3D. Yirmibesoglu ritiene che possa fermare alcune armi, anche se non tutte. “È un problema problematico”, ha detto. “Ma se non ci sono progetti delle armi online, là fuori gratis, nessuno può stampare quelli a meno che non siano specialisti di armi”.

Be the first to comment on "HP afferma che limiterà la capacità delle sue stampanti 3D di stampare armi"

Leave a comment