Guida del modello complanare a stampa tridimensionale assistita da tomografia computerizzata per la terapia di impianto di seme radioattivo permanente interstiziale 125 I

Cina: stampa 3D per aiutare nel flusso di lavoro per la terapia di impianto di semi per il cancro alla prostata

Gli scienziati medici di diverse università e ospedali in Cina continuano nella lotta contro il cancro, oltre a lavorare per creare piani di trattamento migliori e più confortevoli per i pazienti nelle prime fasi del cancro alla prostata. Con i loro risultati delineati nel recente ” Consenso degli esperti sulla guida del modello complanare a stampa tridimensionale assistita da tomografia computerizzata per la terapia di impianto di seme radioattivo permanente interstiziale 125 I “, il team di ricerca sottolinea la necessità di procedure migliori nel flusso di lavoro.

Con l’impianto di semi radioattivi permanenti interstiziali, i malati di cancro possono ricevere grandi dosi localizzate per il trattamento dei tumori. Le dosi colpiscono i tumori ma molto poco del tessuto sano circostante. Oggi, la maggior parte dei semi viene impiantata nel paziente con l’assistenza della guida ecografica o della tomografia computerizzata.

Questo tipo di procedura dovrebbe essere “minimamente invasiva” e si prevede che i pazienti abbiano un periodo di recupero molto breve dopo l’impianto dei semi; tuttavia, le procedure di “perforazione” guidate dalla CT per l’impianto di semi sono “molto complicate e richiedono molto tempo”, affermano gli autori e i tecnici devono essere ben addestrati per un lungo periodo di tempo:

“Al momento, la brachiterapia con impianto di semi in Cina è una tecnologia limitata, che richiede una formazione rigorosa per ottenere una licenza. I servizi amministrativi statali competenti effettuano la supervisione. Nel 2009, il Ministero della Salute ha pubblicato per la prima volta gli Standard di gestione tecnica per la brachiterapia di impianto di semi radioattivi. Nel 2017, la National Health and Family Planning Commission ha pubblicato gli Standard di gestione tecnica per la brachiterapia di impianto di semi radioattivi (edizione 2017), modificando ulteriormente e standardizzando le condizioni e i requisiti istituzionali, del personale e tecnici per la realizzazione dell’impianto di semi ”, hanno riferito i ricercatori.

“È stato sottolineato che i medici dovrebbero ricevere una formazione sistematica per almeno 3 mesi, partecipare alla terapia di impianto di semi per almeno 30 casi sotto la guida di medici superiori e partecipare all’intero processo di gestione dei pazienti, compresa la diagnosi preoperatoria, la pianificazione preoperatoria, modalità di impianto, verifica della dose postoperatoria, gestione perioperatoria e follow-up. Solo dopo aver superato l’esame potevano andare in servizio. “

L’impianto di semi radioattivi è raccomandato da un’ampia varietà di organizzazioni legate alla ricerca sul cancro in tutto il mondo, per includere:

L’American Cancer Society
The Urology Society
The Clinical Oncology Society
The Radiation Oncology Society
The Brachytherapy Society
“Le tecniche di impianto del seme per i carcinomi prostatici sono ben consolidate e la garanzia della qualità è controllata dalla guida ecografica transperineale combinata con l’assistenza planare del modello per ottenere una precisa distribuzione tridimensionale (3D) dei semi nella prostata e garantire il rigoroso rispetto del trattamento dell’impianto dei semi come da pre-pianificazione ”, affermano i ricercatori.

Lo schema circuitale della guida per modelli complanari stampati tridimensionalmente assistiti da tomografia computerizzata per l’impianto di semi

Gli autori sono stati motivati ​​a svolgere questa particolare ricerca perché, sebbene esistano modelli per l’impianto transrettale, finora non vi è stato alcun flusso di lavoro stabilito per impiantare semi in qualsiasi altra parte del corpo umano, il che significa che la pre-pianificazione chirurgica può essere molto più impegnativa, soprattutto a causa a problemi come il movimento degli organi, il cambio di posizione del paziente e persino l’interferenza dell’osso. Nell’utilizzo dell’impianto di semi guidato da 3D-PCT, assistito da processi CT, l’impianto è “adatto” per il trattamento di salvataggio di tumori solidi ricorrenti e metastatici.

I flussi di lavoro standard per l’impianto di semi guidato da CT 3D-PCT sono:

Fissazione della posizione del paziente
Posizionamento simulato CT
Progettazione pre-pianificazione
Produzione di immagini 3D-PCT
Stabilizzazione tramite 3D-PCT
Puntura d’ago per impianto di semi
Impianto di 125 I semi
Valutazione post piano
“La chiave per il successo dell’impianto dei semi è la rigorosa garanzia di qualità in tutte le fasi”, hanno concluso i ricercatori.

“Nonostante i dati attuali a supporto dell’impianto di semi 125 I per alcuni carcinomi solidi, è necessario effettuare studi clinici multicentrici prospetticamente randomizzati per raccogliere prove evidenti sull’uso dell’impianto di semi 125 I in altri carcinomi solidi”, hanno concluso i ricercatori.

Be the first to comment on "Guida del modello complanare a stampa tridimensionale assistita da tomografia computerizzata per la terapia di impianto di seme radioattivo permanente interstiziale 125 I"

Leave a comment