GKN Aerospace e i nuovi programmi AIRLIFT e DAM

GKN Aerospace , una società di ingegneria globale con sede a Worcestershire, Regno Unito, ha annunciato che guiderà due programmi di ricerca sulla produzione additiva progettati per aumentare la quota di mercato nel settore della stampa 3D globale.

I nuovi programmi AIRLIFT e DAM da 33 milioni di sterline utilizzeranno la tecnologia Laser Metal Deposition by wire (LMD-w) per accelerare la produzione in serie e l’innovazione del prodotto. Russ Dunn, CTO e Responsabile della strategia, GKN Aerospace ha spiegato: “L’AM è una tecnologia strategica per l’industria aerospaziale che cambierà radicalmente il modo in cui progettiamo e produciamo velivoli”.

“AM ci consente di controllare le caratteristiche del materiale consentendo vantaggi in termini di prestazioni del prodotto, costi e ambiente. Con AIRLIFT e DAM e il Global Technology Center di Bristol, GKN Aerospace svilupperà ulteriormente e industrializzerà la produzione additiva all’interno dell’ecosistema industriale e scientifico del Regno Unito “.

“L’AEROSPACE TECHNOLOGY INSTITUTE (ATI) È UNA RISORSA INCREDIBILMENTE PREZIOSA PER IL SETTORE AEROSPAZIALE DEL REGNO UNITO E SIAMO LIETI CHE SUPPORTINO QUESTO PROGETTO PER AIUTARE IL REGNO UNITO A RIMANERE ALL’AVANGUARDIA DI QUESTA TECNOLOGIA ENTUSIASMANTE ED EMERGENTE COME PARTE DELLA STRATEGIA INDUSTRIALE DEL REGNO UNITO”.

I programmi AIRLIFT e DAM

AIRLIFT o Industrializzazione additiva per Future Technology, è un programma di industrializzazione di 19 milioni di sterline che sfrutta l’automazione e la simulazione per migliorare i processi LMD-w e polvere. Inoltre, DAM o Developing Design for Additive Manufacturing è un programma da 14 milioni di sterline che utilizza un approccio basato sui dati e incentrato sui materiali per sviluppare nuovi strumenti e metodi di progettazione per la produzione additiva.

Oltre a GKN Aerospace, entrambi i programmi sono supportati da ATI , Autodesk e Siemens Digital Industries , Università di Sheffield e dal Center for Modeling & Simulation (CFMS). In uno sforzo collaborativo, circa 40 ingegneri specializzati e operatori di queste istituzioni lavoreranno insieme sui programmi del nuovo Global Technology Center di GKN Aerospace a 32 milioni di dollari a Bristol.

“Questi progetti entusiasmanti faranno progredire la tecnologia di produzione additiva, estendendo le capacità per la produzione di componenti AM su larga scala per il Regno Unito”, ha dichiarato il Dr. Simon Weeks, CTO di ATI. “Questo offre grandi opportunità per strutture aeronautiche future efficienti con proprietà su misura, nonché materiali preziosi e risparmi energetici.”

Negli ultimi mesi, GKN Aerospace ha annunciato diversi progressi nella produzione additiva nel settore aerospaziale. Solo questo mese la società ha ampliato la propria partnership di rischio e reddito (RRSP) con la società americana produttrice aerospaziale Pratt & Whitney per la produzione di componenti per motori stampati in 3D.

È stato inoltre annunciato il sistema di celle di produzione di Cell 2 per sviluppare componenti di aeromobili di grandi dimensioni, continuando un accordo di $ 17,8 milioni con Oak Ridge National Laboratory (ORNL). Inoltre, all’inizio dell’anno, GKN Additive , una sussidiaria di GKN , ha annunciato un nuovo sottomarchio di polveri metalliche, GKN Additive Materials, che sarà utilizzato per sviluppare componenti aeronautici.

Be the first to comment on "GKN Aerospace e i nuovi programmi AIRLIFT e DAM"

Leave a comment