GE Transportation locomotive stampate in 3D

GE Transportation si prepara a produrre  fino a 250 parti di locomotive stampate in 3D entro il 2025
GE Transportation è in fase iniziale di prove sull’uso della produzione additiva per la produzione di componenti locomotive. Se la prova si rivela di successo, la stampa 3D potrebbe essere utilizzata nella produzione di un massimo di 250 componenti di locomotive entro il 2025.

L’azienda sta cercando di sfruttare l’esperienza del settore aeronautico di GE con la stampa 3D per ridurre il tempo necessario per produrre componenti. I componenti stampati 3D possono anche essere più compatti e progettati in modo più preciso per soddisfare i requisiti di utilizzo finale, secondo Dominique Malenfant, Vicepresidente di Global Technology.

GE Transportation utilizzerà il binder-jetting per il componente ferroviario. Il getto di legante è un processo di produzione additivo in cui un agente legante liquido viene depositato in modo selettivo per formare insieme la polvere metallica. Il legante funge da adesivo tra gli strati di polvere. Dopo ogni strato, l’oggetto da stampare viene abbassato sulla sua piattaforma di costruzione e un altro strato di polvere viene quindi distribuito e viene aggiunto il legante. Nel corso del tempo, la parte si sviluppa attraverso la stratificazione di polvere e legante. Una macchina a getto legante può stampare almeno 10 volte più velocemente dei metodi basati su laser e può anche produrre parti più grandi. Nel caso di GE, gli stampi possono essere eseguiti nel giro di un paio di giorni.

“Ci sarà un enorme guadagno in termini di lead per la progettazione dei componenti”, ha detto Malenfant. “Potremmo alla fine prendere mesi fuori dal processo di progettazione.” La stampa 3D consentirà inoltre a GE di realizzare componenti complessi in un unico lavoro di stampa. Ad esempio, uno scambiatore di calore del motore ha 2 000 singoli sotto-componenti, giunti o saldature. Tutte queste potenziali aree di fallimento potrebbero essere eliminate dalla produzione additiva, ha suggerito.

Una delle strategie di GE è quella di rendere i componenti principali del motore più compatti con l’emergere della tecnologia delle locomotive. GE sta cercando di utilizzare un approccio di ibridazione, un processo che richiederà un significativo contributo di potenza dalla batteria e dal supercondensatore, per integrare le locomotive standard da 4 000 cavalli e 4 400 cavalli che offre attualmente.

“Se riusciamo a ridurre il motore diesel attraverso la produzione avanzata, ci sarà spazio per aumentare le batterie che possiamo installare a bordo”, ha spiegato Malenfant.

GE spera di iniziare a utilizzare le parti di locomotive stampate in 3D a titolo sperimentale dal prossimo anno. Se la sperimentazione ha esito positivo, la società punta ad avere un’adozione diffusa della tecnologia entro la metà del prossimo decennio.

Be the first to comment on "GE Transportation locomotive stampate in 3D"

Leave a comment