GE Additive e Vera

GE Additive e Vera annunciano una partnership per proteggere il flusso di lavoro di stampa 3D

GE Additive  e la società di protezione dei dati  Vera  hanno annunciato una nuova partnership incentrata su un’integrazione tecnologica che assicura l’intero flusso di lavoro additivo, dalla progettazione alla stampa. I progettisti ora possono proteggere e crittografare i loro progetti proprietari prima di passare al passaggio successivo nel loro flusso di lavoro per la preparazione degli edifici, o alla consegna finale alle stampanti 3D di Additive GE.

“Il flusso di lavoro aggiuntivo di oggi utilizza una vasta gamma di mix non protetti di strumenti, tecnologie e formati”, ha affermato Lars Bruns, software leader di GE Additive. “Per aiutare il settore a crescere e ridurre le barriere di adozione, dobbiamo guidare verso un flusso di lavoro sicuro e più integrato che protegga il design IP dal furto o dall’uso illegittimo sul punto di progettazione. Insieme a Vera, stiamo abilitando l’usabilità e l’efficienza dalla creazione del design in strumenti CAD fino alla parte finale stampata in 3D di una macchina. ”
Ora gli ingegneri possono utilizzare la sicurezza incentrata sui dati di Vera insieme ai nuovi servizi di flusso di lavoro Build Preparation di GE Additive per proteggere i loro flussi di lavoro. GE Additive utilizza l’SDK nativo di Vera per proteggere i file nell’intero documento e per stampare il ciclo di vita. Ciò garantirà inoltre una sicurezza continua oltre il flusso di lavoro di preparazione della costruzione per garantire parametri di polvere e materiale, configurazioni della macchina, stampa di parti e altro ancora con crittografia end-to-end e protezione avanzata dei dati.

GE e Vera hanno collaborato originariamente lo scorso anno e GE utilizza da allora la piattaforma di sicurezza di Vera per proteggere la propria proprietà intellettuale. Oltre alla sicurezza dal punto di vista del design durante l’intero flusso di lavoro di stampa 3D, la crittografia dinamica di Vera viaggia con i progetti ovunque, quindi non è necessario affidarsi a sistemi di archiviazione sicuri. La visibilità e la reportistica completa dei dati consentono agli utenti di comprendere in che modo il contenuto viene utilizzato, da chi e per indagare tentativi di accesso non autorizzati con report dettagliati per SOC. L’accesso può essere revocato istantaneamente da qualsiasi individuo, dispositivo, gruppo o posizione.

“Essere il primo a portare sul mercato la stampa 3D sicura segna un momento fondamentale per Vera”, ha dichiarato Carlos Delatorre, CEO di Vera. “GE Additive ha elevato lo stato dell’arte della produzione con la sua tecnologia e le sue tecniche di stampa 3D. Insieme stiamo garantendo che la tecnologia sia completamente sicura. La stampa 3D ha cambiato il volto della produzione mettendo la forza di produrre anche i disegni più complessi nelle mani di quasi nessuno. Ma quel potere ha il costo di rischiare miliardi di dollari di proprietà intellettuale dalla progettazione alla produzione. Il nostro annuncio oggi riduce drasticamente il rischio e aiuta a garantire il flusso di lavoro complessivo. ”
Oltre alla partnership con Vera, GE ha anche annunciato partnership con  Autodesk , PTC e Siemens PLM Software,  nonché un accordo di collaborazione con  Dassault Systèmes . I termini di ciascun accordo non sono stati divulgati.

GE è in programma questa settimana e ha dimostrato la sua prossima soluzione software per flussi di lavoro digitali, annunciando i suoi piani per introdurre una suite di servizi di preparazione sicura per l’anno prossimo. La soluzione del flusso di lavoro sempl

ifica il processo di produzione additiva e consente un flusso di lavoro interoperabile. Attualmente, l’industria della stampa 3D utilizza un’ampia varietà di strumenti di preparazione alla costruzione, tecnologie, interfacce e licenze, il che crea una maggiore complessità per i progettisti. GE vuole creare un’esperienza comune attraverso un singolo strumento che riduce le iterazioni di progettazione e accelera il tempo di stampa.

Infine, GE invita le parti interessate a partecipare ai test beta attraverso il suo programma di consulenza software e di anteprima tecnica.

“Il feedback è un’attività critica nello sviluppo di qualsiasi sistema software, motivo per cui stiamo dimostrando le nostre attuali capacità a Francoforte”, ha affermato Bruns. “Nei prossimi otto mesi, cercheremo input da parte dei nostri utenti per aiutarci a ispezionare, adattare e iterare in vista del lancio commerciale.”

 

Be the first to comment on "GE Additive e Vera"

Leave a comment