Ganit Goldstein e Prusa Research collezione indossabile di scarpe e abiti stampati in 3D


Da alcuni anni seguiamo il lavoro dello stilista israeliano Ganit Goldstein , sin da quando è stata una studentessa di gioielli e moda del secondo anno alla Bezalel Academy of Arts and Design di Gerusalemme. Goldstein ha collaborato con Stratasys alcune volte in passato su collezioni di abbigliamento e calzature stampate in 3D , ma per il suo ultimo lavoro, l’innovativa stilista ha collaborato con la società di stampa 3D con sede a Praga Prusa Research . Insieme, hanno creato una collezione indossabile di scarpe stampate in 3D FDM e quattro abiti stampati in 3D direttamente sul tessuto.

La collezione indossabile stampata in 3D si chiama Custom-Fit.

“Ho notato di recente che molte aziende tra cui Adidas stanno lavorando in questo campo e credo che sia estremamente rilevante per questa era in cui viviamo, soprattutto come visione per personalizzare gli sviluppi di scarpe e design di moda”, ha dichiarato Goldstein a 3DPrint.com.

Goldstein, che vede il corpo umano come una piattaforma di innovazione e si concentra sullo sviluppo di tessuti intelligenti, ha creato la collezione durante un programma di residenza di tre mesi presso il Centro creativo Emma a Pforzheim, in Germania. I capi e le scarpe sono stati ispirati dal suo studio sulla tradizionale tessitura giapponese ikat alla Tokyo University of the Arts.

Come ci ha detto Goldstein, il progetto sarà “presentato come parte della mostra Hochschule Pforzheim con i partner di Sectie-C, Eindhoven”.

Settimana del design olandese a Eindhoven

Inoltre, i quattro outfit e le cinque paia di scarpe che compongono la collezione sono attualmente presentati alla Dutch Design Week di Eindhoven, che si concluderà domenica 27 ottobre. Ma non è tutto: le calzature stampate in 3D del progetto collaborativo saranno presentate dal 29 al 31 ottobre come progetto finalista nel concorso Reshape 2019 per la tecnologia indossabile a Barcellona, ​​Spagna.

Goldstein ci ha detto che le scarpe sono state stampate in un unico pezzo, utilizzando la stampa 3D FDM multicolore e materiali flessibili, e includeva “tecniche fatte a mano sopra gli oggetti stampati”.

“Le scarpe sono già indossabili con materiali flessibili ! e progettato sopra la scansione 3D, adatto per misurare il footprint specifico. “

Le calzature della collezione Custom-Fit di Goldstein e Prusa sono rappresentative di un’idea per un nuovo processo di produzione di stampa 3D per scarpe, che si baserebbe sul concetto di scansione al fine di garantire l’adattamento su misura per impronte personalizzate.

Goldstein, che è attualmente nel mezzo dei suoi studi di Master presso il Royal College of Arts di Londra, ha utilizzato il design e la stampa 3D per stampare direttamente su un tessuto spesso per i capi della collezione. Il designer è sempre stato interessato all’utilizzo della stampa e della scansione 3D per trovare un incrocio tra tecnologia e artigianato e lavora per cambiare i confini tra pezzi di moda fatti a mano e realizzati a macchina.

Be the first to comment on "Ganit Goldstein e Prusa Research collezione indossabile di scarpe e abiti stampati in 3D"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi