Filamenti di stampa FDM 3D con nanodiamanti Carbodeon e Tiamet 3D

Il produttore finlandese di nanodiamanti Carbodeon e lo specialista olandese di stampa 3D Tiamet 3D hanno annunciato un’entusiasmante innovazione nella stampa 3D: i primi filamenti di stampanti FDM 3D con nanodiamenza per la produzione additiva.

I Diamanti sono ambiti dall’uomo da secoli . I diamanti sono per sempre, i diamanti sono i migliori amici di una ragazza, e ora i diamanti sono sorprendentemente un materiale di stampa 3D FDM.

Utilizzando una tecnologia brevettata congiuntamente, il produttore finlandese di nanodiamanti Carbodeon e lo specialista olandese di stampa 3D Tiamet 3D hanno sviluppato i primi filamenti potenziati con nanodiamanti per la stampa 3D.

I nanodiamanti, come suggerisce il nome, sono minuscole particelle di diamante con una dimensione di circa cinque nanometri. Sono troppo piccoli per essere visti, ma, in determinate quantità, forniscono ancora molte delle proprietà meccaniche dei diamanti super-duri.

Le due aziende che realizzano questi filamenti di stampanti 3D a nanodiamanti affermano che la presenza delle minuscole particelle di diamante all’interno dei polimeri migliora significativamente le proprietà meccaniche e termiche degli oggetti stampati in 3D, quindi è una notizia entusiasmante non solo per coloro che desiderano realizzare le loro stampe 3D, ma anche quelle di chi vuole rafforzarli

“Unendo le forze, abbiamo già sviluppato filamenti con un aumento del 100% della resistenza alla trazione, una migliore stampabilità e migliori proprietà termiche”, ha affermato Reid Larson, CEO di Tiamet 3D. “Anche la stampa è più veloce e più affidabile con l’aggiunta di nanodiamanti su misura con polimeri di Carbodeon.”

Questi filamenti di stampanti 3D a nanodiamonti, con le loro prestazioni migliorate, hanno presumibilmente un potenziale in molti ambienti di produzione, in particolare nell’industria elettronica, automobilistica e aerospaziale.

Ci sono anche altri vantaggi. Le aziende affermano che, oltre a migliorare la gestione termica, la conduttività e la resistenza alla trazione del polimero di base, i nanodiamanti possono aumentare la temperatura di transizione vetrosa di un prodotto o componente stampato in 3D per ottenere prodotti polimerici più solidi e affidabili. Questi prodotti stampati 3D con diamante potenziato sono quindi adatti per “ambienti più difficili”.

Quindi che tipo di filamenti faranno questi nanodiamanti? Carbodeon e Tiamet 3D affermano che il loro primo materiale di stampa 3D sarà un PLA nanometrico per le stampanti 3D FDM, ma presto seguiranno termoplastici dalle prestazioni più elevate.

Le aziende hanno firmato un accordo di partnership strategica per sviluppare insieme nuovi filamenti di stampanti 3D, che coinvolgeranno Carbodeon fornendo i suoi materiali in nanodiamond a Tiamet 3D.

“I nanodiamanti offrono il potenziale per realizzare componenti stampati in 3D che funzionino bene o meglio di componenti stampati a iniezione comparabili, ma con enormi riduzioni dei costi e miglioramenti della velocità di produzione, soprattutto per la produzione di prototipi, on-demand e di produzione a breve”, ha dichiarato Carbodeon CEO Dr Vesa Myllymäki, che ha aggiunto che “le partnership per lo sviluppo del prodotto con aziende innovative come Tiamet 3D sono una parte fondamentale della strategia di crescita globale di Carbodeon”.

Non si sa ancora il costo di questi filamenti di stampa 3D nanodiamantati.

Be the first to comment on "Filamenti di stampa FDM 3D con nanodiamanti Carbodeon e Tiamet 3D"

Leave a comment